Tennis, WTA Linz 2020: Jasmine Paolini sfortunata, pesca Aryna Sabalenka. Per Camila Giorgi l’ostacolo Sorribes Tormo

Contrariamente a moltissimi tornei, il WTA International di Linz, ultimo atto in questa strana stagione del circuito femminile poco capace di mettere in scena tornei dopo il Roland Garros, ha visto il tabellone principale essere sorteggiato di domenica.

Un’enorme sfortuna tocca a Jasmine Paolini: la toscana, infatti, dovrà subito vedersela con la bielorussa Aryna Sabalenka, numero 11 del ranking WTA e testa di serie numero 1 del torneo austriaco, che quest’anno celebra la sua trentesima edizione e che, nella storia, ha visto trionfare tantissime giocatrici di grande valore, tra cui alcune sono arrivate al numero 1 mondiale (Justine Henin, Lindsay Davenport, Amelie Mauresmo, Maria Sharapova, Ana Ivanovic, Victoria Azarenka, Angelique Kerber e Karolina Pliskova). Esiste un precedente vinto dall’italiana a Ilkley nel 2017, ma parliamo di quella che, in termini di Sabalenka, era un’era fa.

Per Camila Giorgi, invece, l’ostacolo è rappresentato dalla spagnola Sara Sorribes Tormo, che nelle scorse settimane, a Ostrava, si è resa protagonista di uno dei match più incredibili in assoluto: avanti 6-0 4-0 e 40-15 con Sabalenka nei quarti, ha perso 6-0 4-6 0-6. Tra le due giocatrici non ci sono precedenti. La marchigiana è la penultima vincitrice del torneo, conquistato nel 2018 sulla russa Ekaterina Alexandrova (anch’ella in gara quest’anno) e nel quale è arrivata in finale nel 2014, perdendo al tie-break del terzo set proprio dalla più nota delle sorelle Pliskova.

Non c’è invece la vincitrice del 2019, l’americana Cori “Coco” Gauff, così come neppure la finalista, la lettone Jelena Ostapenko. Una delle wild card è stata elargita alla russa Vera Zvonareva, protagonista di un potenzialmente molto interessante debutto con l’ucraina Marta Kostyuk, che pur nelle difficoltà di dover gestire la pressione di promessa precoce del tennis mondiale, dopo tre stagioni di fatiche è riuscita a guadagnare la top 100 a 18 anni. Torna in campo anche l’argentina Nadia Podoroska, reduce dalla semifinale al Roland Garros e impegnata contro la mai semplice rumena Irina-Camelia Begu.

WTA LINZ 2020: IL TABELLONE

Sabalenka (BLR) (1)-Paolini (ITA)
Kuzmova (SVK)-Qualificata/Lucky loser
Cirstea (ROU)-Grabher (AUT) (WC)
Qualificata/Lucky loser-Teichmann (SUI) (7)

Yastremska (UKR) (7)-Minnen (BEL)
Qualificata/Lucky loser-Krejcikova (CZE)
Qualificata/Lucky loser-Qualificata/Lucky loser
Sasnovich (BLR)-Pera (USA) (8)

Podoroska (ARG) (6)-Begu (ROU)
Giorgi (ITA)-Sorribes Tormo (ESP)
Gracheva (RUS)-Qualificata/Lucky loser
Siniakova (CZE)-Alexandrova (RUS) (4)

Kudermetova (RUS) (5)-Haas (AUT) (WC)
Rus (NED)-Zidansek (SLO)
Zvonareva (RUS) (WC)-Kostyuk (UKR)
Qualificata/Lucky loser-Mertens (BEL) (2)

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclocross, Europei 2020: tra le under 23 al femminile si impone Pieterse. Tre italiane nella top-10

MotoGP, l’anno nero di Valentino Rossi. Dopo il Covid e le cadute, oggi il problema tecnico della Yamaha