LIVE Vaccino Covid-19 e cura, notizie in DIRETTA: Cristanti: “Il vaccino, in Italia, non potrà essere obbligatorio poiché manca la tecnologia per conservarlo”


CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

Loading...
Loading...

21.30 Secondo Andrea Cristanti, dato il meccanismo tramite il quale verrà messo in commercio, il vaccino della Pfizer non potrà essere reso obbligatorio in Italia. Nel Bel Paese, infatti, farmacie e studi medici non dispongono della tecnologia necessarie per conservarlo.

18.30 Domenico Arcuri, Commissario per l’emergenza Covid-19, ha dichiarato che il vaccino sarà disponibile in Italia entro la fine di gennaio.

09.30 L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha appena annunciato che sono 75 i Paesi che hanno presentato manifestazioni d’interesse verso il COVAX, un meccanismo progettato per garantire un accesso rapido, ed equo ai vaccini contro il COVID-19 in tutto il mondo.

Buongiorno e benvenuti alla diretta live con tutte le notizie sul vaccino contro coronavirus: in tempo reale vi informeremo sull’allarme che continua a tenere banco in Italia in questi mesi per questo virus esploso in Cina diversi mesi fa e arrivato anche nel nostro Paese.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA sul vaccino contro Covid-19. Appuntamento a domani.

23.30 La Difesa nel frattempo è già al lavoro per la pianificazione della distribuzione del vaccino in Italia. Come riporta Sky TG 24, non si esclude l’ipotesi che i militari possano anche essere utilizzati per la somministrazione delle dosi.

18.30 I vaccini in dirittura d’arrivo sono di due aziende farmaceutiche: Pfizer e BioNTech.

14.30 L’Italia dovrebbe inizialmente avere a disposizioni dosi di vaccino per 14 milioni di persone.

09.33: “Penso onestamente, e sono personalmente convinto, che per i membri del personale sanitario ci sarà un vaccino, quando è sempre un po’ aleatorio dirlo, ma certamente se non sarà a Natale sarà a Pasqua, allora potremo vaccinarli. E per la popolazione generale il vaccino ci sarà nel corso del 2021“. Ne è certo il Premio Nobel per la Medicina 2011 e immunologo di fama mondiale Jules Hoffman, francese di origine lussemburghese, direttore di ricerca e membro del consiglio di amministrazione del Cnrs, Direttore di ricerca emerito del Centre National de la Recherche Scientifique presso l’Istituto di Biologia molecolare e cellulare a Strasburgo, già Presidente della Académie des sciences, membro dell’Académie française (fonte: Adnkronos).

09.30 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE con tutte le notizie sul vaccino contro coronavirus: in tempo reale vi informeremo sull’allarme che continua a tenere banco in Italia in questi mesi per questo virus esploso in Cina diversi mesi fa e arrivato anche nel nostro Paese.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA sul vaccino contro Covid-19. Appuntamento a domani.

23.30 Pierpaolo Sileri, vice ministro della salute, ritiene verosimile che il vaccino anti-Covid realizzato da Pfizer possa essere a disposizione “a partire da inizio anno”. Ipotesi ritenuta plausibile anche dalla commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides.

continua su: https://www.fanpage.it/politica/covid-lannuncio-del-governo-vaccino-pfizer-potrebbe-arrivare-a-inizio-2021/
https://www.fanpage.it/

18.35 Come riportato dall’ANSA Domenico Arcuri, commissario per l’emergenza Covid, sarà il responsabile del piano operativo per la distribuzione dei vaccini in Italia.

15.30 Al momento sarebbero 195 i vaccini in fase di studio o sperimentazione secondo quanto scrive l’OMS: “Si raggiungerà questo obiettivo condividendo i rischi associati allo sviluppo del vaccino, investendo nella produzione in anticipo in modo che i vaccini possano essere distribuiti su larga scala non appena si dimostrino efficaci, e unendo gli appalti e il potere d’acquisto per raggiungere volumi sufficienti per porre fine alla fase acuta della pandemia entro il 2021“.

12.30 Il biotecnologo Valerio Azzimato ha dichiarato a Left: “Stiamo tutti vivendo un momento storico, anche la scienza e noi ricercatori. Tra un secolo si parlerà di questa pandemia e del Covid-19 come oggi si parla ancora della spagnola e del vaiolo. Ed entro poche settimane è molto probabile che la lotta della medicina contro questo virus, sconosciuto fino a poco meno di un anno fa, entri in una nuova fase. Costringendolo a rallentare“.

09.30 Gli scienziati sin dall’inizio della pandemia sono a lavoro per cercare un vaccino per curare il Covid-19. In queste settimane sono stati fatti molti progressi e, come riporta l’Agi, lo scorso 7 novembre ha preso il via il trial di fase III ovvero quello su vasta scala, relativo al vaccino prodotto dalla società americana di biotecnologia Moderna.

09.30 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE con tutte le notizie sul vaccino contro coronavirus: in tempo reale vi informeremo sull’allarme che continua a tenere banco in Italia in questi mesi per questo virus esploso in Cina diversi mesi fa e arrivato anche nel nostro Paese.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA sul vaccino contro Covid-19. Appuntamento a domani.

23.30 Il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, ospite alla trasmissione Otto e mezzo, su La7, ha dichiarato: “A partire da gennaio potranno essere disponibili le prime dosi del siero anti coronavirus. Saranno offerte prima agli operatori sanitari, alle forze dell’ordine e alle fasce più fragili della popolazione. Ci sono tutti i presupposti perché si veda il punto di svolta“.

20.30 Il governo degli Stati Uniti – secondo quanto riporta Adnkronos – prevede di iniziare a vaccinare gli americani a dicembre se l’azienda farmaceutica Pfizer presenterà la richiesta di autorizzazione d’emergenza per il suo vaccino anti-Covid alle autorità di regolamentazione sanitaria degli Stati Uniti nei tempi rapidi previsti.

18.10 Ursula von der Leyen: “Domani la Commissione europeo autorizzerà un contratto per l’acquisto di un massimo di 300 milioni di dosi del vaccino di Biontech e Pfizer“.

15.30: “Coronavirus: forse ci siamo. I risultati preliminari del vaccino Pfizer sembrano ottimi“. Lo scrive Roberto Burioni su Medical Facts commentando la notizia secondo cui il vaccino anti-Covid di Pfizer-BionTech avrebbe un’efficacia del 90%.

11.40: I rischi ovviamente ci sono e la fattibilità dello studio al momento dipende dalla decisione della commissione etica. “Utilizzare volontari già infettati con il virus può farci capire in modo rapido quali siano i vaccini più efficaci” dice Kate Bingham presidente del U.K. Vaccine Taskforce. E anche avere questa risposta un solo giorno prima può contare, Tra i 40mila volontari anche anche 196 italiani, riporta Il Fatto Quotidiano.

9.40: Secondo quanto riporta La Repubblica, si sarebbe svolta a fine ottobre una video-conferenza segreta tra Speranza e i vertici del colosso farmaceutico Pfizer sull’efficacia del vaccino. L’obiettivo della riunione è stato quello di pianificare tempistiche, dettagli tecnici e logistici per avviare la vaccinazione anti-Covid di 1,7 milioni di italiani già a partire dalla seconda metà di gennaio 2021.

9.36: Le autorità sanitarie brasiliane hanno annunciato la sospensione dei test clinici di un candidato vaccino contro il coronavirus del laboratorio cinese Sinovac Biotech dopo “un incidente grave” su un volontario. Non sono stati forniti ulteriori dettagli, ma è stato precisato che questo tipo di “incidente” potrebbe provocare effetti collaterali potenzialmente fatali, invalidità grave, ricovero in ospedale e altri “eventi clinicamente significativi“.

9.30 Buongiorno e benvenuti ad un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA sul vaccino contro Covid-19. Appuntamento a domani.

23.30: La notizia della giornata è senza dubbio quella il vaccino anti-Covid sviluppato da Pfizer e BioNTech è risultato efficace al 90 per cento nel prevenire la comparsa dei sintomi (e quindi la malattia) durante la fase 3 della sperimentazione, ancora in corso

21.30: “Semplicemente straordinari”, così Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie infettive degli Stati Uniti, definisce i risultati della terza fase di sperimentazione sugli uomini del vaccino che sta producendo la Pfizer in collaborazione con la tedesca Biontech.

18.30 Ottimismo sul nuovo vaccino anche da parte del direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus: “Accogliamo con favore la incoraggiante notizia sul vaccino di Pfizer e Biontech e salutiamo tutti gli scienziati e i partner nel mondo che stanno sviluppando nuovi strumenti efficaci e sicuri per sconfiggere il Covid-19. Il mondo sta sperimentando un’innovazione e collaborazione scientifica senza precedenti per mettere fine alla pandemia“, scrive su Twitter.

17.00 Così Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, su Twitter: “Ottime notizie da Pfizer e BioNTech sui risultati positivi della loro sperimentazione clinica per un vaccino contro il Covid-19. La scienza europea funziona! La Commissione presto firmerà un contratto con loro per avere fino a 300 milioni di dosi. Continuiamo a proteggerci a vicenda nel frattempo“.

15.30: Pfizer e BioNTech hanno reso noto che potrebbero produrre fino a 1,3 miliardi di dosi entro il 2021 del vaccino contro il coronavirus a cui le due aziende farmaceutiche stanno lavorando e che si è rivelato fortemente efficace contro il Covid-19. I due produttori farmaceutici prevedono di chiedere alla Food and Drug Administration l’autorizzazione di emergenza al vaccino entro la fine di novembre (dopo aver raccolto i due mesi di dati, raccomandati per la sicurezza).

13.51: La fase tre della sperimentazione, ancora in corso, della cura anti Covid-19 sviluppata da Pfizer e Biontech ha dato risultati positivi. E il colosso farmaceutico prevede 15-20 milioni di dosi entro l’anno.

13.30: Pfizer e BioNTech affermano che il vaccino Covid è efficace per oltre il 90%: “Un grande giorno per la scienza e l’umanità”. Un segnale di speranza quindi arriva dal gigante farmaceutico americano e dalla azienda tedesca che sta continuano la sperimentazione.

10.30 Ieri il Ministro della Salute Roberto Speranza aveva annunciato il vaccino su scala nazionale entro marzo. Oggi Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco-università Statale di Milano, è intervenuto ad ‘Agorà’ su Rai 3 e ha stroncato ogni speranza. “O abbiamo dei dati certi o dobbiamo fare riferimento a dei portafortuna tipo lo scoiattolino rosso del mio nipotino. Sono auspici. Io sono completamente solidale a delle posizioni di buon auspicio però non possiamo stare in attesa di un risultato che non sappiano se si concretizzerà e quando si concretizzerà”.

9.45 L’azienda australiana Commonwealth Serum Laboratories ha avviato la produzione a Melbourne di milioni di dosi del vaccino Oxford-Astrazeneca, uno dei più promettenti contro il Covid-19, nella speranza che si dimostri sicuro ed efficace e possa essere distribuito rapidamente.

9.30 Buongiorno e benvenuti ad un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA sul vaccino contro Covid-19. Appuntamento a domani.

23.30 Roberto Speranza, Ministro della Salute, ha dichiarato che il vaccino anti Covid-19 sarà distribuito a tutti entro marzo 2021.

18.30 Al momento sarebbero 195 i vaccini in fase di studio o sperimentazione secondo l’OMS: “Si raggiungerà questo obiettivo condividendo i rischi associati allo sviluppo del vaccino, investendo nella produzione in anticipo in modo che i vaccini possano essere distribuiti su larga scala non appena si dimostrano efficaci, e unendo gli appalti e il potere d’acquisto per raggiungere volumi sufficienti per porre fine alla fase acuta della pandemia entro il 2021“.

15.30: Non si arresta la corsa al vaccino per fermare la diffusione del coronavirus. A partire da dicembre quello sviluppato dall’azienda biofarmaceutica AstraZeneca e dall’Università di Oxford, in collaborazione con l’azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia verrà sperimentato anche in Italia. Si tratta della fase 3 della ricerca, in cui si cercherà di capire se la profilassi inoculata permetterà di sviluppare l’immunità a Sars-Cov-2 e quanto questa durerà.

9.40: Secondo l’AGI la temperatura potrebbe risultare un problema serio quando si tratterà di dover distribuire il vaccino nel mondo. Serviranno almeno 7 miliardi di dosi per coinvolgere l’intera popolazione umana (numeri che riguarderebbero nel caso solo una dose e non quella di richiamo). I vaccini in fase di sviluppo contro il covid-19, secondo l’Oms, hanno bisogno di essere conservati a temperature basse e sotto lo zero. Dunque resta davvero difficile conservarlo in tutto il mondo.

09.30 Buongiorno e benvenuti ad un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.58 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.10 Come riporta l’ANSA, in Italia parte la sperimentazione di fase 3 per il vaccino anti Covid-19 di Oxford-Astrazeneca: il primo via presso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena.

17.10 Così sul Coronavirus Trump: “Se ne andrà anche senza vaccino. Se ne andrà e non lo rivedremo più, speriamo, dopo un po’ di tempo. Ci sono dei virus e delle influenze, per le quali si cerca un vaccino, ma poi non si trova. E questi virus poi spariscono, non ricompaiono più. Muoiono, come accade ad ogni cosa. Dicono che andrà via, ma non significa che sarà quest’anno. Ma comunque se ne andrà. La domanda è se abbiamo bisogno di un vaccino. Ad un certo punto probabilmente se ne andrà da solo. Ma se avessimo un vaccino sarebbe di grande aiuto“.

12.20 Pierpaolo Sileri, viceministro della salute, a Rai 3: “Si dovrà andare avanti con stop and go per 6-8 mesi, quelli che mancano al vaccino. Noi rischiamo di andare avanti così per moltissimo tempo ancora. Si tratta della convivenza con il virus. Spero che avremo presto un vaccino, ma prima di avere un’immunità acquisita passeranno mesi”.

10.35 Il caldo potrebbe diventare un importante problema per la conservazione dei vaccini. Le dosi, circa 7 miliardi, dovranno essere conservate a temperature bassissime tra i 2 e gli 8 gradi. Secondo AGI questo richiederà una “catena del freddo ultra a temperature che rappresenteranno sicuramente una sfida per molti paesi”.

08.40 Andrea Crisanti, docente di microbiologia all’università di Padova e direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova, intervenendo al Forum Sistema Salute di Firenze ha chiarito: “E’ stato giusto investire molte risorse nel vaccino e mi auguro che arrivi il prima possibile ma questo investirà in massa il pubblico alla fine dell’anno prossimo e quindi dobbiamo avere una alternativa per evitare che si manifesti una terza ondata e una quarta ondata”.

08:30 Buongiorno e ben ritrovati con gli aggiornamenti circa la ricerca sul vaccino anti-Covid.

23.45 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.30 In Italia parte la sperimentazione di fase 3 per il vaccino anti Covid-19 di Oxford-Astrazeneca: il primo via presso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena, tra i sette centri scelti in Italia, dove le inoculazioni partiranno indicativamente il primo dicembre. Nel mese di novembre saranno arruolati 300 volontari, dai 18 anni in su, che saranno sottoposti a sperimentazione a doppio cieco: a 200 sarà somministrato il vaccino e agli altri 100 il placebo. A breve sarà a disposizione un numero verde per informazioni e raccogliere le candidature. Saranno scelti i primi 300 che ne fanno richiesta e che soddisfano i criteri.

21.30: L’Espresso smonta le proprietà della lattoferrina “è solo speculazione”. Le ipotetiche virtù terapeutiche di questa proteina hanno scatenato la corsa agli acquisti, gonfiando i profitti dei produttori. Ma ora studiosi e aziende fanno marcia indietro. «Nessuna certezza». E arriva anche una condanna per pubblicità ingannevole. Roberto Burioni, per esempio, nei giorni scorsi ha chiarito che «non esiste alcuna evidenza clinica» in merito all’efficacia della lattoferrina contro il Covid, visto che i risultati sono ancora tutti da verificare. A innescare l’euforia collettiva per questa presunta cura è stata una ricerca pubblicata nelle scorse settimane dall’università di Tor Vergata, a Roma.

14.30: “Le dosi di vaccino non sono sufficienti a soddisfare il reale fabbisogno. Le farmacie ne sono ancora sprovviste.  Negli anni precedenti già nel mese di settembre le scorte erano disponibili e quest’anno, a maggior ragione, i vaccini avrebbero dovuto essere disponibili ancora prima. Dove sono, quindi, le dosi promesse dall’assessore Donini? La Giunta faccia chiarezza e ci dica se la situazione denunciata dai sanitari risponde al vero”. E’ quanto chiedono i consiglieri regionali della Lega in Emilia Romagna Valentina Stragliati, prima firmataria, Daniele Marchetti, Simone Pelloni e Fabio Bergamini, che hanno depositato un’interrogazione.

12.30: “E’ stato giusto investire molte risorse nel vaccino e mi auguro che arrivi il prima possibile ma questo investirà in massa il pubblico alla fine dell’anno prossimo e quindi dobbiamo avere una alternativa per evitare che si manifesti una terza ondata e una quarta ondata“. Lo ha sottolineato Andrea Crisanti, docente di microbiologia all’università di Padova e direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova, intervenendo al Forum Sistema Salute di Firenze.

09.30 Al momento sarebbero 195 i vaccini in fase di studio o sperimentazione nel mondo secondo quanto scrive l’OMS: “Si raggiungerà questo obiettivo condividendo i rischi associati allo sviluppo del vaccino, investendo nella produzione in anticipo in modo che i vaccini possano essere distribuiti su larga scala non appena si dimostrino efficaci, ed unendo gli appalti ed il potere d’acquisto per raggiungere volumi sufficienti per porre fine alla fase acuta della pandemia entro il 2021“.

09.30 Buongiorno e benvenuti ad un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.46 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.40: “Si tratta di una ricerca all’avanguardia che interviene sulla sequenza genetica del paziente. Sarà pronto a luglio se la sperimentazione sull’uomo confermerà i risultati degli studi preclinici”, sono queste le parole del prof.re Ascierto, oncologo e ricercatore napoletano sul vaccino.

Potrebbe interessarti: https://www.napolitoday.it/cronaca/vaccino-covid-19-ascierto-quando-pronto.html

22.40: La Danimarca prevede di abbattere 17 milioni di visoni per contenere la diffusione di una forma mutata di Covid che può ridurre l’efficacia del vaccino.

20.35: Alla ricerca di volontari. Ne servono 300 per la sperimentazione di fase 3 per il vaccino anti Covid-19 di Oxford-Astrazeneca. In Italia lo fa per prima l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena, tra i sette centri scelti in Italia, dove le inoculazioni partiranno indicativamente il primo dicembre.

19.30 Il biotecnologo Valerio Azzimato parla a Left: “Stiamo tutti vivendo un momento storico, anche la scienza e noi ricercatori. Tra un secolo si parlerà di questa pandemia e del Covid-19 come oggi si parla ancora della spagnola e del vaiolo. Ed entro poche settimane è molto probabile che la lotta della medicina contro questo virus, sconosciuto fino a poco meno di un anno fa, entri in una nuova fase. Costringendolo a rallentare“.

16.30 Gli scienziati sin dall’inizio della pandemia sono a lavoro per cercare un vaccino per curare il Covid-19. In queste settimane sono stati fatti molti progressi e, come riporta l’Agi, il prossimo 7 novembre prenderà il via il trial di fase III ovvero quello su vasta scala, relativo al vaccino prodotto dalla società americana di biotecnologia Moderna.

13.30 Si cercano volontari italiani per la sperimentazione del vaccino.

10.30 Il vaccino messo a punto da Oxford potrebbe essere disponibile già prima di Natale.

09.30 Bentrovati alla DIRETTA LIVE con le novità sul vaccino contro il Covid-19.

23.58 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

21.30 Così sul Coronavirus Trump: “Se ne andrà anche senza vaccino. Se ne andrà e non lo rivedremo più, speriamo, dopo un po’ di tempo. Ci sono dei virus e delle influenze, per le quali si cerca un vaccino, ma poi non si trova. E questi virus poi spariscono, non ricompaiono più. Muoiono, come accade ad ogni cosa. Dicono che andrà via, ma non significa che sarà quest’anno. Ma comunque se ne andrà. La domanda è se abbiamo bisogno di un vaccino. Ad un certo punto probabilmente se ne andrà da solo. Ma se avessimo un vaccino sarebbe di grande aiuto“.

18.30 Come riporta l’Ansa, in Italia parte la sperimentazione di fase 3 per il vaccino anti Covid-19 di Oxford-Astrazeneca: il primo via presso l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena.

14.35 Sta per cominciare in Italia la terza fase di sperimentazione per il vaccino anti Covid-19 di Oxford-Astrazenec. Nel mese di novembre verranno arruolati 300 volontari, dai 18 anni in su. Prossimamente sarà disponibile un numero verde per informazioni e per le prime candidature.

13.05 Andrew Pollard, ricercatore capo della sperimentazione sui vaccini, è ottimista a proposito del vaccino su cui sta lavorando l’università di Oxford. Il direttore dei trial sul vaccino anti-Covid non ha escluso la possibilità che possa essere pronto già entro Natale. “C’è una piccola chance che sia possibile. I nostri trial sono solo uno dei tanti in corso in tutto il mondo, alcuni dei quali potrebbero essere pronti entro la fine dell’anno“.

11.40: Il virus corre e si espande, ma gli scienziati non stanno fermi. E test dopo test si avvicinano allo sviluppo di un possibile vaccino. I candidati sono diversi ed è per questo motivo che il vicepresidente esecutivo dell’area Ricerca e sviluppo dell’oncologia dell’azienda farmaceutica AstraZeneca, Josep Baselga, ipotizza una distribuzione in fase avanzata, fino a tre miliardi di dosi, per la prossima primavera. Distribuzione non somministrazione i cui tempi per numeri così imponenti saranno inevitabilmente lunghi.

09.45: Sono oltre duecento i vaccini sperimentali contro il Coronavirus, di cui 45 già testati sull’uomo. Più indietro nella procedura, ma molto interessante, è un vaccino sperimentale in grado di produrre anticorpi neutralizzanti nei topi in concentrazioni dieci volte superiori a quelle rilevate nei pazienti guariti dal Covid-19.

09.30: Buongiorno e bentrovati a una nuova DIRETTA LIVE sugli aggiornamenti riguardanti il vaccino per il Covid-19.

Grazie a tutti per averci seguito in questa DIRETTA LIVE sul vaccino contro il Covid-19, appuntamento a domani con nuovi aggiornamenti.

23.30 Sarebbe in arrivo un vaccino sperimentale in grado di produrre anticorpi neutralizzanti nei topi in concentrazioni dieci volte superiori a quelle rilevate nei pazienti guariti dal Covid-19. A mettere a punto il vaccino sperimentale “ultrapotente” è una squadra di ricerca internazionale dell’Università di Washington.

12.33 Novità importante dal team della University of Washington School of Medicine: “Trovato un vaccino 10 volte più forte degli attuali, che non ha bisogno di essere congelato”. 

9.30 Notizie positive nella lotta al Covid per quanto riguarda la sperimentazione del vaccino. “AstraZeneca ha confermato che il vaccino sperimentato dà un’importante risposta immunitaria negli anziani. Sono stati registrati, infatti, risultati migliori anche di quelli che normalmente sono riscontrati da un vaccino antinfluenzale. Dopo mesi di sofferenza e sacrifici finalmente comincia a intravedersi la fine su questa crisi. Ora è necessario un ulteriore sacrificio da parte di tutti per cercare di frenare l’aumento dei contagi in attesa dell’arrivo delle prime dosi in Italia“, dichiara in una nota il deputato Gianfranco Librandi di Italia Viva.

23.46 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

22.30 Secondo quanto riportato dal Telegraph sono stati individuati già 11 livelli di proprietà dal comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione, responsabile della definizione della strategia vaccinale del Regno Unito. Tra i criteri considerati c’è sicuramente l’età ma non solo. Potrebbero essere tenuti in considerazione stato di salute, genere sessuale e anche l’etnia.

18.30 Secondo il Premier Britannico Boris Johnson un vaccino certificato dalle autorità sanitarie potrebbe essere dispobibile nella primavera del 2021.

14.30: Buone notizie sul fronte vaccino. L’azienda farmaceutica AstraZeneca prevede che il vaccino in sperimentazione contro il Covid-19 sarà in una «fase avanzata di distribuzione entro la fine del primo trimestre del prossimo anno». Lo ha spiegato Josep Baselga, direttore dell’area Ricerca e sviluppo oncologico di AstraZeneca, in un’intervista alla radio catalana ‘Rac1’. Sempre secondo Baselga, saranno «tre miliardi le dosi di vaccino che sono fiducioso si dimostreranno efficaci».

12.45: “Ci aspettiamo che alla fine di novembre possa essere conclusa la fase 3 della sperimentazione clinica, a quel punto la parola passerà alle agenzie regolatorie. I tempi che possono essere accorciati sono quelli della burocrazia, non quelli dei controlli scientifici: per questo il vaccino sarà sicuro. Nella migliore delle ipotesi prime 30 milioni di dosi all’Ue entro fine anno, se sarà dicembre o gennaio cambia poco“. E’ la previsione di Piero Di Lorenzo, presidente e amministratore delegato di Irbm a Pomezia, intervenuto alla trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus per fare il punto sul candidato vaccino anti-Covid sviluppato da università di Oxford e Irbm e prodotto da AstraZeneca (fonte: Adnkronos).

11.05 Paolo Ascierto, ricercatore e oncologo dell’Istituto tumori ‘Pascale’ di Napoli, in un’intervista al ‘Il Mattino’ fa il punto sulla sperimentazione del prodotto-scudo anti Covid-19 dell’azienda italiana Takis. “Ci stiamo lavorando dall’inizio della pandemia su sollecitazione della ditta farmaceutica Takis con cui collaboro da tempo per la messa a punto di un vaccino con neoantigeni. A marzo abbiamo avviato lo studio sul vaccino anti-Covid che verrà sperimentato nella fase 1, oltre che al Pascale, anche allo Spallanzani di Roma e all’università Bicocca di Milano”. A che punto è l’iter? “Abbiamo terminato la sperimentazione sugli animali e iniziamo la fase 1 sui pazienti. Ne verranno selezionati un centinaio – spiega l’esperto – con schede sul trattamento e i dosaggi. Dopo 3 mesi potremo esaminare le risposte sugli effetti collaterali e i dosaggi. Poi partirà la seconda fase”.

9.30 Ha preso il via ieri la fase di sperimentazione umana del vaccino made in Israele per il Covid-19. Si chiama Brilife (che sta per “Bri”, la prima sillaba della parola in ebraico briut, “salute”, il, la sigla di Israele e life, “vita”) e le star indiscusse di oggi su tutti i media israeliani sono i primi due volontari a ricevere l’iniezione (uno del vaccino e uno del placebo). Uno dei due è Aner Ottolenghi, 34 anni, dottorando di immunologia all’Università Ben Gurion, ed è di origini italiane.

23.52 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

22.00 Le prime dosi del vaccino dovrebbe arrivare a inizio dicembre, ma non è ancora chiaro chi ne avrà diritto per primo.

15.30 Al momento sarebbero 195 i vaccini in fase di studio o sperimentazione secondo quanto scrive l’OMS: “Raggiungerà questo obiettivo condividendo i rischi associati allo sviluppo del vaccino, investendo nella produzione in anticipo in modo che i vaccini possano essere distribuiti su larga scala non appena si dimostrino efficaci, e unendo gli appalti e il potere d’acquisto per raggiungere volumi sufficienti per porre fine alla fase acuta della pandemia entro il 2021“.

09.30 Così sul Coronavirus Trump: “Se ne andrà anche senza vaccino. Se ne andrà e non lo rivedremo più, speriamo, dopo un po’ di tempo. Ci sono dei virus e delle influenze, per le quali si cerca un vaccino, ma poi non si trova. E questi virus poi spariscono, non ricompaiono più. Muoiono, come accade ad ogni cosa. Dicono che andrà via, ma non significa che sarà quest’anno. Ma comunque se ne andrà. La domanda è se abbiamo bisogno di un vaccino. Ad un certo punto probabilmente se ne andrà da solo. Ma se avessimo un vaccino sarebbe di grande aiuto“.

Grazie a tutti per averci seguito durante questa DIRETTA LIVE con tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul vaccino. Appuntamento a domani.

23.10 Giuseppe Conte ha dichiarato che le prime dosi del vaccino saranno già disponibili a inizio dicembre.

19.26 La multinazionale farmaceutica statunitense Johnson & Johnson ha comunicato alle autorità sanitarie americane che intende cominciare a testare nel più breve tempo possibile il suo vaccino sperimentale contro il Covid-19 sui giovanissimi, adolescenti di età compresa tra 12 e 18 anni. Lo ha detto Jerry Sadoff (J&J), parlando venerdì in una riunione on-line del comitato consultivo dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

18.22 Si è da poco concluso  il vertice a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, i ministri Riccardo Fraccaro e Francesco Boccia con i componenti del Cts e i capi-delegazione delle forze di maggioranza. La riunione è durata circa 5 ore e ha toccato diversi argomenti, volti a fermare la crescita esponenziale della curva dei contagi.

13.13: “Confidiamo di averlo a dicembre ma bisogna comprendere che arriveranno qualche milione di dose per Paese, quindi dovremo fare un piano condiviso a livello europeo per intervenire sulle fasce più fragili e via via per le altre categorie“. Lo ha detto il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, al Festival de Il Foglio. “Per gli effetti dobbiamo aspettare primavera“.

12.18: Dall’Ungheria a Israele, passando per i paesi del Golfo Persico, il Brasile quelli del Sud Est Asiatico, per non parlare dell’Africa dove la Cina sta implementando una vera e propria infrastruttura di distribuzione del vaccino, sono ormai diversi i Paesi che hanno avviato una concreta collaborazione con il governo di Pechino su questo fronte e hanno anche stretto importanti accordi politici con conseguenze che arrivano a mettere in fibrillazione la stessa Unione europea. Lo riferisce l’Agi.

09:30 Allo studio in Germania un piano legato alla distribuzione, in futuro, del vaccino: 60 centri regionali coinvolti, così come due app e utilizzo delle fiere. La Bild riporta che, nonostante il via libera sia previsto per il 2021, si potrebbe riuscire ad anticipare il tutto alla fine del 2020 rispetto alle attuali previsioni del ministro Spahn.

09:00 L’azienda americana Johnson & Johnson si dice pronta ad affrontare lo step relativo al test sui vaccini anti-coronavirus riguardante soggetti di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Avverte però il senior advisor Jerald Sadoff: “Con molta attenzione in termini di sicurezza”.

08:30 Il biotecnologo Valerio Azzimato parla a Left: “Stiamo tutti vivendo un momento storico, anche la scienza e noi ricercatori. Tra un secolo si parlerà di questa pandemia e del Covid-19 come oggi si parla ancora della Spagnola e del vaiolo. Ed entro poche settimane è molto probabile che la lotta della medicina contro questo virus, sconosciuto fino a poco meno di un anno fa, entri in una nuova fase. Costringendolo a rallentare”.

08:00 Ben ritrovati con gli aggiornamenti circa la ricerca sul vaccino anti-Covid.

23.52 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.30 Il Governatore della regione Campania Vincenzo De Luca annuncia: “Vi annuncio che il professor Ascierto è il capofila di un progetto per un vaccino a sequenza genetica con la collaborazione dell’ospedale Spallanzani e un ospedale di Milano; appena arriverà, l’equipe provvederà a distribuire il vaccino alle persone che ne hanno bisogno“.

21.00 L’Organizzazione mondiale della sanità ha fatto sapere tramite un focus che il vaccino per il Covid-19 potrebbe essere pronto nei primi mesi del 2021. “Non sappiamo ancora esattamente quando un vaccino per Covid-19 sicuro ed efficace sarà pronto per la distribuzione, ma stimiamo che potrebbe essere tra l’inizio e la metà del 2021. E’ necessario superare diverse sfide importanti – ricorda l’Oms – si deve dimostrare che i vaccini sono sicuri ed efficaci in ampi studi clinici (fase III). Molti potenziali vaccini per Covid-19 sono allo studio e alcuni dei grandi studi clinici potrebbero riportare risultati alla fine del 2020 o all’inizio del 2021“.

18.00 Gli scienziati sin dall’inizio della pandemia sono a lavoro per cercare un vaccino per curare il Covid-19. In queste settimane sono stati fatti molti progressi e, come riporta l’Agi, il prossimo 7 novembre prenderà il via il trial di fase III ovvero quello su vasta scala, relativo al vaccino prodotto dalla società americana di biotecnologia Moderna.

15.18: “Prima o poi il vaccino anti-Covid arriverà, qualche azienda lo immetterà sul mercato, ma ci sono dei criteri da rispettare: deve essere sicuro, efficace e proponibile a tutta la popolazione e non solo a una fetta ristretta e insufficiente, altrimenti è inutile. Dunque chi ne sa più di me pensa che ci voglia ancora molto tempo per questo, e che probabilmente potrebbe essere utile e utilizzabile su larga scala solo nel prossimo autunno“. Così Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano e prorettore dell’università Vita-Salute.

14.00: “Nessuno conosce i tempi del vaccino, ma potrebbero anche essere brevi“. Lo scrive Roberto Burioni in un post sulla pagina Medical Facts. Il virologo sottolinea come le sue stesse previsioni sull’arrivo del vaccino contro il Covid, fatte a febbraio, siano “state superate da un’incredibile e inimmaginabile accelerata della scienza: da quattro anni a 63 giorni“.

12.40: Per essere messi in circolazione “i vaccini devono essere approvati a livello Ue” con un procedimento che ne garantisce “l’efficacia e la sicurezza“. Lo ha detto Vivian Loonela, portavoce della Commissione europea, nel corso della conferenza stampa quotidiana. I portavoce dell’esecutivo europeo hanno escluso la possibilità che un
Paese inizi a distribuire un vaccino non autorizzato a livello Ue, come ipotizzato dalle autorità ungheresi.

12.25: “Per arrivare a un nuovo farmaco ci sono essenzialmente due grandi fasi: la prima di scoperta e ricerca pre-clinica e la seconda di sviluppo clinico e approvazione. La prima fase richiede normalmente dai 3 e i 6 anni“. A spiegarlo è Massimo Mainetti, direttore globale marketing e gestione prodotto alla Datwyler Pharma Packaging, specializzata nel confezionamento di farmaci iniettabili e che fa parte di un Gruppo svizzero che a Pregnana Milanese (Mi) e Montegaldella (Vi) ha due importanti siti di produzione.

10.30 L’azienda biotech Usa Moderna è pronta a lanciare su scala globale il suo vaccino contro il Covid denominato mRNA-1273.

08.30 Fauci ha dichiarato che le prime dosi del vaccino dovrebbero essere disponibili già a partire da inizio dicembre negli USA.

08.00 Bentrovati alla nostra DIRETTA LIVE con tutte le novità sul vaccino anti-Covid.

23.58 Grazie per averci seguito anche questa sera, appuntamento a domani con un’altra giornata dedicata agli aggiornamenti relativi al vaccino per il Coronavirus.

23.30 Così sul Coronavirus Trump: “Se ne andrà anche senza vaccino. Se ne andrà e non lo rivedremo più, speriamo, dopo un po’ di tempo. Ci sono dei virus e delle influenze, per le quali si cerca un vaccino, ma poi non si trova. E questi virus poi spariscono, non ricompaiono più. Muoiono, come accade ad ogni cosa. Dicono che andrà via, ma non significa che sarà quest’anno. Ma comunque se ne andrà. La domanda è se abbiamo bisogno di un vaccino. Ad un certo punto probabilmente se ne andrà da solo. Ma se avessimo un vaccino sarebbe di grande aiuto“.

21.30 Così Bach: “La cerimonia d’apertura è prevista il 21 luglio. Confermo ciò che sta succedendo, anche in un momento del genere si possono organizzare sport ed eventi sportivi. I test rapidi sono sempre più efficaci e applicabili, siamo quasi pronti anche per l’ultima fase dei vaccini. Per questo siamo fiduciosi. Potremo organizzare con successo le Olimpiadi il prossimo anno, la prossima estate, a Tokyo. Il Giappone si sta impegnando, siamo molto fiduciosi che si possano iniziare i Giochi in quella data“.

18.30 Al momento sarebbero 195 i vaccini in fase di studio o sperimentazione: “Raggiungerà questo obiettivo condividendo i rischi associati allo sviluppo del vaccino, investendo nella produzione in anticipo in modo che i vaccini possano essere distribuiti su larga scala non appena si dimostrano efficaci, e unendo gli appalti e il potere d’acquisto per raggiungere volumi sufficienti per porre fine alla fase acuta della pandemia entro il 2021“, scrive l’OMS.

16.00 Questo, ovviamente, complica non poco la ricerca del medicinale che finalmente risolverebbe il problema Coronavirus. Intanto, però, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che sono 75 i Paesi che hanno presentato manifestazioni per il COVAX, un meccanismo progettato per garantire un accesso rapido, ed equo ai vaccini COVID-19 in tutto il mondo.

15.30 Secondo la stessa fonte il vaccino progettato dallo Jenner Institut dell’Università di Oxford, con la collaborazione della Advent srl di Pomezia che sarà prodotto da AstraZeneca sarebbe risultato dai test relativamente efficace perché ridurrebbe la malattia a solo un evento leggero con un po’ di tosse e raffreddore, mentre, per ottenere l’immunizzazione completa occorrerebbe una seconda dose.

12.30 Gli scienziati sin dall’inizio della pandemia sono a lavoro per cercare un vaccino per curare il Covid-19. In queste settimane sono stati fatti molti progressi e, come riporta l’Agi, il prossimo 7 novembre prenderà il via il trial di fase III ovvero quello su vasta scala, relativo al vaccino prodotto dalla società americana di biotecnologia Moderna.

09.30 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE con tutte le notizie sul vaccino contro coronavirus: in tempo reale vi informeremo sull’allarme che continua a tenere banco in Italia in questi mesi per questo virus esploso in Cina diversi mesi fa e arrivato anche nel nostro Paese.

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE con tutte le notizie sul vaccino contro il coronavirus: in tempo reale vi informeremo sull’allarme che continua a tenere banco in Italia in questi mesi per questo virus esploso in Cina diversi mesi fa e arrivato anche nel nostro Paese. Il primo contagiato era stato un 38enne di Codogno, un piccolo comune in provincia di Lodi, che avrebbe contratto il virus dopo essere stato a contatto con un collega di lavoro rientrato di recente dalla Cina.

Continuano a salire contagi, ricoveri e decessi. Bisogna prestare molta attenzione ma è altrettanto importante non farsi prendere dal panico, la preoccupazione è legittima e cresce ora dopo ora. Di seguito la nostra DIRETTA LIVE con tutti gli aggiornamenti e le notizie in tempo reale.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

Loading...

Lascia un commento

scroll to top