Ciclismo, Yvan Vanmol: “Jakobsen spera di tornare a correre entro un anno”

Prosegue nel migliore dei modi il recupero di Fabio Jakobsen, il ciclista neerlandese della Deceuninck-Quick Step che fu vittima di un bruttissimo incidente, in volata, all’ultimo Giro di Polonia. Jakobsen, negli scorsi giorni, è finalmente tornato a pedalare e ora può iniziare a pensare a quando riprenderà a gareggiare. Ci vorrà del tempo prima che lo sprinter proveniente dai Paesi Bassi possa riattaccare il numero alla schiena, ma lavorando in modo corretto, Fabio, a tempo debito, riuscirà tornare competitivo.

Del recupero di Jakobsen ha parlato Yvan Vanmol, medico della Deceuninck-Quick Step, ai microfoni di Sporza. Queste le sue parole: “In questi mesi, per Fabio, la cosa più importante non era il lato estetico, ma capire se poteva o meno tornare in sella. I media hanno anche esagerato parlando di quelle che erano state le conseguenze della caduta. Si è detto che ogni osso del suo viso era rotto, che la sua trachea era schiacciata e che aveva mille punti di sutura. Ovviamente ha subito un danno davvero importante, ma su questo qualcuno ci ha marciato parecchio. Il percorso per poter gareggiare, nuovamente, in bici sta proseguendo nel modo corretto, ma l’obiettivo finale di Fabio è tornare competitivo ai massimi livelli. Potrebbe avere paura una volta tornato in gruppo, ma finché non ci prova non potremmo stabilirlo con certezza. Ora sarà importante adattare il suo carico di allenamento a ciò che può fare e non a ciò che vuole fare. Credo che ambisca a tornare in gara entro un anno“.

luca.saugo@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto2, gli italiani in gara nel Mondiale 2021: 9 piloti al via per vincere un altro titolo

Rugby, Autumn Nations Cup 2020: la Francia ai raggi X. Giovani e talentuosi: chance per l’Italia con i transalpini