Basket, Serie A 2020-2021: colpaccio di Varese, soffre Brindisi. Vince anche Cantù

Cinque i match disputati nel pomeriggio di oggi in Serie A di basket e oltre alle vittorie di Milano e Virtus Bologna in campo sono scese Cantù-Roma, Trento-Varese e Brindisi-Brescia. Ecco come è andata.

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ-VIRTUS ROMA 101-85 (23-21, 46-36, 74-63)
Vince Cantù la sfida contro la Virtus Roma e lo fa grazie soprattutto a un secondo quarto che vede i padroni di casa scappare via decisi. Inizia meglio Roma, che con una tripla di Wilson si porta sullo 0-5 e, di fatto, fa la parte della lepre per quasi tutto il primo quarto. Solo nel finale, però, i canestri di Johnson e Procida danno il vantaggio ai lombardi. Nel secondo quarto, però, come detto la musica cambia. La tripla di Procida dà il +5 a Cantù nei primi minuti, poi è Kennedy che, prima dalla lunetta e poi dal campo con tre canestri completa un parziale di 11-0 che lancia i padroni di casa. Prova Baldasso a tenere viva Roma, ma si va al riposo con Cantù avanti 46-36. Nonostante la tripla di Hadzic a inizio terzo quarto i lombardi controllano il match, con il vantaggio che rimane attorno alla doppia cifra per tutti i 10 minuti di gioco e si va all’ultimo break con Cantù avanti 74-63. L’ultimo quarto non cambia i valori in campo, con il solito Baldasso a tenere Roma in partita, ma dall’altra parte è Thomas a marcare i punti pesanti che danno a Cantù la vittoria finale per 101-85.
TOP SCORER
CANTÙ – Thomas 21, Kennedy 18, Smith 18
ROMA – Baldasso 19, Beane 15, Biordi 14

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-OPENJOBMETIS VARESE 74-77 (21-14, 36-34, 57-59)
Primo quarto che vede Varese partire meglio, con uno 0-4 iniziale, ma poi Trento ingrana la marcia e accelera. Poco prima di metà quarto la tripla di Morgan dà il +4 ai padroni di casa, anche se il solito Luis Scola con una tripla riporta Varese avanti 11-12. Ma è l’ultima fiammata dei lombardi nei primi 10 minuti. Con un parziale di 10-2, infatti, la squadra di Brienza allunga e chiude il primo quarto avanti 21-14. Una tripla di Conti dà il massimo vantaggio a Trento sul +8, ma Varese non è morta e grazie anche a un gioco da tre punti di Morse arriva di nuovo sul -3. Continua il buon momento degli ospiti e la tripla di De Nicolao vale addirittura il sorpasso. Fatica a segnare Trento nella ripresa, con la tripla di Douglas che fissa il parziale sul 7-18 a tre minuti dall’intervallo e manda Varese sul +4. Reagisce Trento con un controparziale di 8-2 che manda i padroni di casa al riposo avanti 36-34. Avvio shock per Trento nel secondo tempo, con Varese che piazza un parziale di 13-2 con tre triple di Douglas e allunga fino al +11. Reagisce la squadra di casa, guidata dalla tripla di Morgan e ricuce il distacco anche fino a un -2, anche se Varese resta avanti. Un altro miniparziale di 4-0 dà il pareggio a Trento a 3 minuti dalla fine del quarto, ma Scola gela i padroni di casa con una tripla. Si va così all’ultimo stop con Varese avanti 57-59. Dopo il temporaneo pareggio di Trento, a inizio quarto quarto, è Douglas a imprimere lo sprint decisivo per Varese con un 5-0 che fa scappare via gli ospiti. Ancora Douglas allunga per Varese, Trento non riesce più a recuperare e non basta la tripla di Morgan quasi allo scadere e Varese si impone 74-77.
TOP SCORER
TRENTO – Morgan 23, Martin 12, Sanders 11
VARESE – Douglas 28, Scola 20, Strautins 15

HAPPY CASA BRINDISI – GERMANI BRESCIA 74-71 (23-18, 38-36, 56-56)
Grande equilibrio nella prima parte del match a Brindisi, con le due formazioni che rispondono canestro a canestro e si deve arrivare quasi a metà del primo quarto affinché la tripla di Bell dia il primo +4 ai padroni di casa. Brindisi allunga ancora fino al 17-11, ma Brescia prova a rifarsi sotto ed è il canestro di Thompson a fissare il punteggio del primo quarto sul 23-18 per i padroni di casa. Brescia che parte meglio a inizio secondo quarto, con un miniparziale di 6-0 che porta i lombardi in vantaggio e riequilibra il match. Insiste la squadra ospite che va avanti 27-30, ma Brindisi risponde e trova velocemente il pareggio. Quarto comunque dallo score basso, dove le difese hanno la meglio e si va al riposo con Brindisi avanti 38-36. Prosegue il grande equilibrio a Brindisi, con le due formazioni che non riescono a scappare via, alternandosi al comando per tutto il terzo quarto che si chiude sul 56-56. È Brescia a uscire meglio dalla panchina nell’ultimo quarto, con le triple di Kalinoski e Sacchetti che danno il +6 agli ospiti. Ancora una tripla, questa volta di Chery, vale il 62-69 dopo quattro minuti di gioco. Quattro tiri liberi di Bell riavvicinano Brindisi, poi arriva il sorpasso e la tripla di Zanelli fissa il punteggio sul 73-69 a poco più di due minuti di gioco. Kalinoski riavvicina Brescia, Vitali manca la tripla del sorpasso a 15 secondi dalla fine, Bell fa uno su due ai liberi per il +3 Brindisi, prova la tripla del pareggio Kalinoski, ma non trova il canestro e vince Brindisi 74-71.
TOP SCORER
BRINDISI – Harrison 19, Perkins 15, Bell 10
BRESCIA – Ristic 12, Chery 11, Kalinoski 10

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

duccio.fumero@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credits: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Jannik Sinner: “Ho vinto solo un torneo, ho ancora tutto da dimostrare. Mi alleno per gli Australian Open”

Ginnastica artistica, Finale Serie A: le pagelle. Angela Andreoli mostruosa, Giorgia Villa top, D’Amato e Maggio di grinta