Seguici su

Senza categoria

Tennis, ATP Vienna 2020: Lorenzo Sonego principe nel giorno dell’ecatombe dei big. Fuori Djokovic, Medvedev, Thiem e Dimitrov

Pubblicato

il

All’ATP 500 di Vienna non è solo il giorno di Lorenzo Sonego, autore dell’impresa più importante della serata nel momento in cui diventa il settimo italiano a battere il numero 1 del mondo, nel caso Novak Djokovic. Del 6-2 6-1 del torinese in un’ora e 8 minuti l’eco si è ormai udito in tutto il mondo, ma anche in tutti gli altri match le cose non vanno esattamente secondo i piani della classifica.

La cronaca di Sonego-Djokovic

La giornata, infatti, si apre con il successo di Kevin Anderson su Daniil Medvedev. E se il fatto che il sudafricano batta il russo non è una sorpresa in senso generale, considerato il passato del trentaquattrenne di Johannesburg, lo è per l’attuale situazione, con uno obbligato a usare il ranking protetto e l’altro numero 6 del mondo. Invece l’ora e mezza del 6-4 7-6(5) mostra un’altra cosa: è un rovescio del finalista degli US Open 2019 a mandare in semifinale Anderson. Di fronte a quest’ultimo ci sarà Andrey Rublev, che non avrà un derby russo da poter giocare, ma intanto si prende lo scalpo (per la seconda volta) di Dominic Thiem, eliminando il padrone della Wiener Stadthalle e vincitore del 2019 per 7-6(5) 6-2, dominando il secondo set dopo che nel primo era stato il numero 2 del seeding ad aver avuto due volte l’occasione di prendersi un vantaggio decisivo.

Per Sonego, invece, ci sarà il britannico Daniel Evans, per tutti Dan, che dopo una lunga battaglia, e diversi momenti critici nel terzo set, batte il bulgaro Grigor Dimitrov per 7-6(3) 4-6 6-3. Si tratta del suo secondo successo in cinque confronti, ottenuto dopo 2 ore e quasi 43 minuti: non ci sono precedenti tra lui e il torinese. Molti i lati curiosi delle semifinali: chi vince quella della parte alta (Sonego-Evans) sarà per la prima volta in finale in un 500, mentre in quella della parte alta potrebbe ritornare in finale dopo quella del 2018 vinta Anderson oppure potrebbe giocarsi la sua terza consecutiva in un 500 Rublev, che appare inafferrabile a questo livello in stagione.

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: © e-motion/Bildagentur Zolles KG/Leo Hagen

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *