Superbike, Gerloff confermato in Yamaha GRT per il 2021. Niente da fare per Federico Caricasulo, al suo posto ci sarà Nozane

Ultimi movimenti di mercato che via via si definiscono in modo da completare la composizione definitiva della griglia in vista del Mondiale Superbike 2021. Dopo l’annuncio del passaggio di Andrea Locatelli (vincitore del Mondiale Supersport 2020) nel Team Pata al fianco di Toprak Razgatlioglu, Yamaha ha comunicato la line-up piloti anche del Team GRT per la prossima stagione. L’americano Garrett Gerloff si è guadagnato meritatamente la riconferma dopo un’annata da rookie sicuramente positiva in cui è salito addirittura sul podio a Barcellona sull’asciutto, mentre l’azzurro Federico Caricasulo non è riuscito nell’impresa e verrà rimpiazzato nel 2021 dal giapponese Kohta Nozane dopo una sola stagione nella massima categoria delle derivate di serie. Per il nativo di Ravenna classe 1996 si profila un ritorno in Supersport.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Gerloff sulla sua riconferma: “Sono strafelice di restare con il GRT Yamaha WorldSBK Junior Team anche per la stagione 2021. Quest’anno è stato incredibile; le persone con cui lavoro nel team sono eccezionali, sono molto positive e squisite e quindi è fantastico poter continuare a lavorare con loro. Sarebbe bello avere un’annata un po’ più normale e avere della costanza nel team sarà ottimo per me. Inoltre sono molto contento anche di poter guidare la nuova Yamaha R1 che ci darà ancora della performance in più per lottare con i migliori. Non posso che ringraziare Yamaha per avermi voluto ancora dandomi un’ulteriore opportunità di migliorare e di mostrare ciò che posso fare. Devo tutto a Yamaha e al mio team manager Filippo Conti. Penso che l’anno prossimo potremo fare grandi cose, sono più concentrato e carico che mai”.

Grandissimo entusiasmo per il rookie nipponico Nozane, attualmente in testa al Campionato Giapponese di categoria: “Ho sentito che il WorldSBK sarebbe stato per me il posto migliore per crescere come pilota, quindi sono davvero molto felice di avere la possibilità di correre di nuovo sul palcoscenico mondiale e non ringrazierò mai abbastanza Yamaha per questa opportunità. Correrò con i migliori piloti al mondo e con gomme diverse rispetto a quelle con cui scendo in pista adesso. Quasi tutti i circuiti saranno una novità per me e quindi sono consapevole che si tratterà di una grande sfida. Però sono orgoglioso di essere uno dei migliori piloti giapponesi. Per essere all’altezza delle aspettative dei tifosi giapponesi e guadagnarmi il rispetto degli appassionati di tutto il mondo voglio lasciare il segno fin dall’inizio e quindi farò tutto quello che è nelle mie possibilità”.

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Volley, Superlega 2020-2021, 5. giornata. Piacenza ci riprova con Civitanova. Vibo vuole spiccare il volo

Giro d’Italia 2020, la tappa di domani Porto Sant’Elpidio-Rimini: paesi, Comuni e Province attraversati. Orari e quando passa il Giro sotto casa tua