Sci alpino, Luca De Aliprandini: “So dove mi manca questo secondo che ho perso”

La Coppa del Mondo maschile di sci alpino ha visto andare in archivio anche la seconda manche dello slalom gigante di Soelden, in Austria: decimo Luca De Aliprandini, 13° Giovanni Borsotti, 21° Manfred Moelgg e 23° Roberto Nani. I quattro azzurri hanno parlato al sito federale della FISI.

Così Luca De Aliprandini: “Mi aspettavo qualcosa in più dalla seconda, però almeno so dove mi manca questo secondo che ho perso. Ho sbagliato un po’ troppo nel muro, mentre sia la parte alta che quella bassa non erano male. Sono partito bene in entrambe le manche, ma a metà muro ho fatto qualche errore“.

Soddisfatto Giovanni Borsotti: “Sono contento, ero molto fiducioso prima di questa manche, perché i distacchi erano molto risicati e sapevo che si poteva recuperare. Il buon tempo nella seconda mi dà molta fiducia per la stagione. Sono convinto che tutti possiamo levarci delle grosse soddisfazioni. De Aliprandini l’ha un po’ persa nella parte finale, ma nella parte iniziale è andato meglio degli altri. Per noi la preparazione è andata molto bene e spero si potrà vedere durante la stagione“.

Le parole del rientrante Manfred Moelgg: “Ho perso un esterno nella seconda manche e sono andato molto basso perdendo tempo sul muro. Un peccato, però al rientro tutto sommato mi può stare bene. Penso la squadra stia sciando bene, c’è sicuramente da spingere ancora un po’ ma la strada è quella giusta“.

Chiude Roberto Nani: “Si inizia da qui, l’obiettivo era fare dei punti. Mi posso ritenere soddisfatto nonostante i problemi avuti la scorsa settimana. So che questa non è la mia posizione, ma da qui si riparte. Ero fuori da due stagioni dalla Coppa del Mondo, sono dovuto ripassare dalla Coppa Europa. Adesso sono qui e posso ripartire“.

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Sci alpino, Gigante maschile Soelden: highlights. Lucas Braathen sorprende e batte tutti!

F1, GP Spagna 2021: inserito nel calendario provvisorio il weekend del Montmeló?