Sci alpino, Luca De Aliprandini: “La neve è molto bella e si può fare quello che si vuole”

La Coppa del Mondo maschile di sci alpino ha visto andare in archivio la prima manche dello slalom gigante di Soelden, in Austria: nono Luca De Aliprandini, 20° Manfred Moelgg, 22° Giovanni Borsotti e 24° Roberto Nani. I quattro azzurri hanno parlato al sito federale della FISI.

Così Luca De Aliprandini: “Sono partito bene, ma a metà muro mi ha sbattuto lo sci e non sono riuscito subito a recuperare. Pensavo di avere fatto un disastro, invece nella parte alta e sotto sono riuscito a far correre gli sci. La neve è molto bella e si può fare quello che si vuole. La classifica sarà molto corta e il fondo molto buono: assomiglia molto ad Adelboden dello scorso anno, quando eravamo tutti vicinissimi“.

Le parole del rientrante Manfred Moelgg: “Sono molto contento della sciata nella parte alta, purtroppo nella parte finale perdo sempre qualcosa. Sapevo di dover tirare e l’ho fatto. Qui tutti vanno molto forte. Io comunque farò il massimo possibile anche nella seconda manche“.

Soddisfatto Giovanni Borsotti: “Dobbiamo fare meglio sul muro e quando le porte sono così angolate è un attimo perdere qualche decimo di troppo. Spero di riuscire a dare il massimo nella seconda. Sono molto contento per Molegg che è riuscito a prendere subito la qualificazione alla prima gara dopo l’infortunio“.

Combattivo Roberto Nani: “Il primo obiettivo era qualificarsi per la seconda, spero di rimanere lì per giocarmi il tutto per tutto nella seconda. E’ una pista che mi piace molto, è molto tecnica, con il terreno veramente duro. Ha messo in condizione tutti di potersi giocare la gara“.

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FISI Pentaphoto

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, la Yamaha non sostituirà Valentino Rossi per il GP di Teruel: una bocciatura per Jorge Lorenzo

Superbike, GP Estoril 2020: Toprak Razgatlioglu domina la superpole race, grandi rimonte per Rea e Redding