Giro d’Italia 2020, Vincenzo Nibali: “Gli altri vanno più forte: c’è un ricambio generazionale”. Lo Squalo si deve arrendere

Vincenzo Nibali non è riuscito a essere protagonista nella tappa regina del Giro d’Italia 2020. Lo Squalo si è staccato fin dalle prime rampe del Passo del Stelvio ed è giunto al traguardo dei Laghi di Cancano con un ritardo di cinque minuti dall’australiano Jai Hindley. Il siciliano si è dovuto arrendere, i suoi sogni di vittoria e di podio in questa Corsa Rosa sono definitivamente sfumati. Il capitano della Trek-Segafredo accusa infatti un ritardo di 5’47” dalla nuova maglia rosa Wilco Kelderman e di 5’32” dal terzo posto occupato dal britannico Tao Geoghegan Hart.

Vincenzo Nibali si è dovuto arrendere e il suo commento al termine della frazione odierna è stato lampante: “È stata una giornata dura e, anche se ieri non era successo nulla, i 5000 metri di dislivello oggi si sono fatti sentire sulle gambe di tutti. Sullo Stelvio c’è stato un ritmo forte fin da subito, con la Sunweb a tirare. Quando mancavano 8-9 chilometri alla cima, ed eravamo già a 2000 metri d’altezza, c’è stata un’ulteriore accelerazione dei corridori della Ineos, con Geoghegan Hart e Dennis. Hanno fatto esplodere il gruppetto che si era formato. Io sono rimasto da solo, sono andato avanti fin che potevo e sono arrivato con la maglia rosa”.

Il vincitore di due Giri d’Italia e di un Tour de France ha poi concluso: “Gli altri vanno più forte, c’è poco da dire: c’è un ricambio generazionale, è evidente che gli altri hanno dalla loro la carta d’identità. Credo di essere l’unico nato nel 1984 a lottare con i primi. L’anno è stato difficile, complicato, per tutti. Hindley è molto forte, si era già visto a Piancavallo, quando si era messo a fare un ritmo altissimo. La stagione, comunque, è stata strana: in tanti ci siamo concentrati su eventi particolari, nessuno di noi sapeva come saremmo arrivati qui. Ci sono poi i giovani: Hindley, Almeida, che anche oggi è andato forte, le medie nel finale erano molto alte. Venerdì non accadrà niente, dopodomani la corsa esploderà di nuovo“.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Dichiarazioni da Ansa

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020 Vincenzo Nibali

ultimo aggiornamento: 22-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Classifica Giro d’Italia 2020, 18ma tappa: Kelderman nuova maglia rosa, Hindley a 12”. Nibali e Almeida affondano

F1, Sebastian Vettel: “A differenza di Charles, io non riesco a portare al limite la SF1000. Vorrei un GP sul vecchio Nürburgring”