Giro d’Italia 2020: Vincenzo Nibali, giornata storta o condizione non ottimale? I dubbi dello Squalo

Vincenzo Nibali sperava di poter fare la differenza in occasione della nona tappa del Giro d’Italia 2020, ma l’arrivo in salita a Roccaraso (secondo traguardo in quota di questa Corsa Rosa dopo l’Etna affrontato sei giorni fa) non è stato terreno di gloria per lo Squalo. Il 35enne, infatti, ha fatto lavorare a lungo la sua squadra, ma negli ultimi 300 metri di ascesa ha sofferto il cambio di ritmo lanciato dall’olandese Wilco Kelderman e dal danese Jakob Fuglsang: la fiammata accesa dai suoi avversari diretti per il titolo ha fatto una piccola differenza e il siciliano si è dovuto difendere per cercare di limitare i danni. Il nostro portacolori ha perso 14 secondi dai due “attaccanti”, ma allo stesso tempo è riuscito anche a recuperare 4” alla maglia rosa Joao Almeida e ora si trova in quinta posizione a 57” di ritardo dal leader.

Questo il quadro della situazione al termine della prima settimana di gara, ma come bisogna leggere le criticità riscontrata da Vincenzo Nibali sulle ultime rampe che conducevano a Roccaraso? Potrebbe trattarsi di una classica giornata storta, contenuta considerando il dazio poco ingente pagato sulla strada. Lo Squalo ha sofferto quella “volata”, come da lui definita, e ha dovuto lasciare sul piatto un po’ di secondi. Non aveva il cambio di ritmo in un finale del genere e allora ha dovuto stringere i denti. Potrebbe anche trattarsi di condizione non ottimale, ma sembra difficile perché Enzo ha dato ottimi segnali nelle ultime tappe e pareva in grande crescita. Domani il primo giorno di riposo, poi l’inizio della seconda settimana con alcune frazioni impegnative, tra cui quella dei muri a Tortoreto, che saranno cruciali ai fini della classifica generale.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020 Vincenzo Nibali

ultimo aggiornamento: 11-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roland Garros 2020, Rafael Nadal fa 13 a Parigi e raggiunge Roger Federer. Il Re della terra è sempre lui

Giro d’Italia 2020, è arrivata la neve! Stelvio, Piancavallo e Colle dell’Agnello a forte rischio: il percorso sará stravolto?