Giro d’Italia 2020, Peter Sagan torna in corsa per la maglia ciclamino! Sfida aperta a Demare!

Con la vittoria odierna, Peter Sagan ha riacceso pesantemente la lotta per la maglia ciclamino assieme al suo avversario numero uno Arnaud Demare, che finora, in volata, non ha avuto rivali. Ma oggi è arrivata la vendetta del tre volte campione del mondo con il suo attacco verso la fuga di giornata, e contemporaneamente l’affondo ai danni della Groupama-FDJ. Dopo un continuo tira e molla ecco la bandiera bianca, in là per Peter e i suoi compagni d’attacco nell’involarsi verso l’attacco decisivo, e la prima vera mossa dello slovacco della Bora-hansgrohe per riprendersi quella maglia a punti che è sempre stata al centro delle sue grandi corse a tappe.

La tappa di Tortoreto ha regalato a Sagan una rimonta impressionante per la maglia ciclamino, ormai a soli 20 punti. Il tutto dopo che Demare gliel’aveva strappata nella sesta tappa, imponendosi in una doppietta che ha quasi spezzato i sogni di Sagan in questo suo debutto sulle strade del Giro così cercato, voluto dopo undici anni di carriera, per chiudere il cerchio delle grandi corse a tappe con una vittoria nella Corsa Rosa. Oggi abbiamo ritrovato il Peter di un anno e mezzo fa al Tour, nella frazione di Colmar. Quel Peter che diverte, che non vince mai in maniera banale.

Oggi ha dato una bella botta al morale di Demare, che non ha conquistato neanche mezzo punto per la maglia ciclamino. Forse, al momento, il francese è ancora superiore in volata, ma nelle frazioni più insidiose, Sagan sa di avere una marcia e una possibilità in più per acciuffare punto dopo punto ai traguardi volanti. Tortoreto gli ha dato la consapevolezza che, appena smetti di cercare qualcosa, è la volta buona che quest’ultima arriva. Peter si è sbloccato, ha trovato la giusta confidenza con il Giro, e la lotta per la maglia ciclamino è più che mai aperta fino a Milano.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, EuroCup 2020-2021: la Virtus Bologna cala il tris ed espugna Andorra

Calcio, Stephan El Shaarawy negativo al secondo tampone. Allarme rientrato per l’Italia