BinckBank Tour 2020: Mathieu Van Der Poel vince tappa e maglia con una fuga maestosa!

Una vittoria di altri tempi per Mathieu Van Der Poel. Il corridore della Alpecin-Fenix fa sua l’ultima tappa del BinckBank Tour, la Ottignies-Louvain-la-Neuve – Geraardsbergen, e si porta a casa anche la maglia di leader della generale recuperando i 17’’ di margine dal primo posto. In un percorso ridisegnato all’ultimo secondo e molto vicino al Giro delle Fiandre, l’olandese è partito da lontanissimo, a tre giri dalla fine dell’ultimo circuito di 25,5 chilometri, facendo saltare i piani di tutti gli altri corridori di classifica: nel finale il leader Mads Pedersen (Trek-Segafredo) scoppia, Stefan Kung (Groupama – FDJ) e Soren Kragh Andersen (Team Sunweb) hanno tentato il tutto per tutto ma arrivando a tanto così dal riprendere il fuoriclasse olandese.

La prima parte di tappa viene caratterizzata da una fuga di otto corridori: Bert-Jan Lindeman (Jumbo-Visma), Dries De Bondt (Alpecin-Fenix), Jonas Koch (CCC Team), Julien Duval (AG2R La Mondiale), Brian Van Goethem (Lotto Soudal), Rasmus Tiller (NTT Pro Cycling), Christian Knees (Ineos Grenadiers), Baptiste Planckaert (Bingoal-Wallonie Bruxelles) si prendono un paio di minuti di vantaggio con il gruppo che controlla

A circa 75 chilometri dal termine inizia l’assolo di Van Der Poel, che scatta in salita: il campione olandese si porta dietro Florian Senechal (Deceuninck – Quick Step) e Cyril Lemoine (Cofidis), con quest’ultimo che molla salendo successivamente verso il Bosberg. Van Der Poel e Lemoine raggiungono i fuggitivi in 10 chilometri. All’inizio del penultimo giro Van Der Poel ha ancora più gamba di tutti e va via sullo stesso punto di 25 chilometri prima, mandando in crisi tutti i compagni di viaggio (poi ripresi dal gruppo) e si invola da solo in una sorta di cronometro da più di 40 chilometri.

Nel mentre il gruppo si fraziona, mentre il leader della generale Pedersen perde tutti i suoi compagni di squadra. Van Der Poel mantiene un minuto di margine sul gruppo, che procede esclusivamente a strappi, promossi soprattutto da Ivan Garcia Cortina (Bahrein – McLaren). Il chilometro d’oro sul Bosberg segna la fine dei sogni di Pedersen, che dopo aver tentato di mettersi in proprio seguendo ogni opportunità offerta da Garcia Cortina fa fatica a tenere le ruote di coloro che riescono ad uscire finalmente dal gruppo: Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), Sonny Colbrelli (Bahrein – McLaren), Stefan Kung e Soren Kragh Andersen. I quattro riescono a trovare accordo, mentre la pedalata di Van Der Poel inizia a perdere lucidità negli ultimi 10 chilometri. I quattro si avvicinano fino ai 20 secondi e sull’ultima ascesa verso il Denderoordberg mettono l’olandese nel mirino. Con Pedersen ormai a picco, per la generale diventa un discorso a tre con Van Der Poel, Kung e Andersen: il corridore della Alpecin-Fenix trova però tutte le energie possibili e immaginabili per mantenere i dodici secondi sull’ultima salita verso Geraardsbergen, tamponando il ritorno di Naesen e Kragh Andersen e vincendo meritatamente questa edizione del BinckBank Tour.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ordine d’arrivo Giro d’Italia 2020, risultato di oggi: trionfa Filippo Ganna. Almeida e Bjerg sul podio. Lontani Nibali e Fuglsang

Giro d’Italia 2020, Filippo Ganna maglia rosa: un italiano davanti a tutti dopo Valerio Conti nel 2019