Giro d’Italia 2020: Simon Yates vuole esorcizzare il 2018. Grande forma dopo la vittoria alla Tirreno-Adriatico

L’ultima Tirreno-Adriatico ha sondato il terreno per i big che ritroveremo al via del Giro d’Italia 2020 il prossimo 3 ottobre. Tra di loro spicca, ovviamente, il vincitore della Corsa dei due mari, il britannico Simon Yates. Il ventottenne di Bury sarà il capitano della Mitchelton-Scott per l’imminente Corsa Rosa, nonché uno dei grandi favoriti per la vittoria finale; vista la sua attuale condizione fisica strabiliante e la gestione e tenuta di gara di cui si è reso protagonista nella sua rincorsa al Tridente.

Già trionfatore della Vuelta a España 2018, letteralmente dominata per ben due settimane, Simon sa come va gestito un grande giro; e questo lo ha capito proprio due anni fa in terra iberica dove è riuscito a riscattarsi dopo una Corsa Rosa alquanto amara, e quel sogno del podio di Roma svanito a soli tre giorni dalla fine; il tutto dopo aver passato più di metà Giro da leader. Insomma, il britannico ha ancora un conto in sospeso col nostro Paese. E un segnale di forte, anzi, fortissima presenza, lo ha fatto vedere proprio alla Tirreno, in cui si è dovuto scontrare con altri big che ritroverà settimana prossima a Monreale, come Vincenzo Nibali, Geraint Thomas, Jakob Fuglsang, Rafal Majka, Alexandr Vlasov e Wilco Kelderman.

Non sarà facile contrastare una corazzata come la Ineos Grenadiers, o due formazioni agguerrite come la Trek-Segafredo e l’Astana. Ma già alla Tirreno abbiamo potuto notare una Mitchelton-Scott unita e compatta, e che ritroveremo pressoché uguale al Giro. Simon ha soltanto l’incognita delle cronometro, perchè con un avversario come Thomas c’è poco da scherzare. Sicuramente tra i due, Yates si è mostrato molto più ‘cattivo’ in salita, con una gamba nettamente migliore rispetto agli altri. L’attuale condizione fisica, e quel Giro 2018 che brucia ancora, non possono fare altro che incrementare la sua sete di vittoria. 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020 Mitchelton-Scott Simon Yates

ultimo aggiornamento: 22-09-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio, la Roma perde 3-0 a tavolino il match contro il Verona: i giallorossi pagano l’inserimento di Diawara

Calcio, la Juventus rischia per il caso Suarez? Non ci sono ripercussioni penali