Giro d’Italia 2020: il debutto di Peter Sagan. Obiettivo maglia ciclamino

Peter Sagan è sicuramente uno dei nomi più attesi tra coloro che prenderanno il via al prossimo Giro d’Italia che inizierà sabato 3 ottobre. Lo slovacco, giunto a trent’anni, ha finalmente deciso di fare il suo esordio nella Corsa Rosa. L’obiettivo principale del tre volte iridato, nella manifestazione che si snoda lungo le strade del Bel Paese, è ritrovare quella vittoria che manca ormai da oltre un anno. Inoltre, dopo aver visto la maglia verde sfuggirgli al Tour de France, il fuoriclasse della Bora-Hansgrohe proverà a rifarsi conquistando la ciclamino.

Il tracciato della Corsa Rosa presenta molte opportunità per Sagan. Lo slovacco avrà la sua occasione per sbloccarsi già al secondo giorno, quando il traguardo sarà posto sull’arrivo che tira all’insù di Agrigento. Il Giro, quest’anno, è ricco come non mai di tappe adatte a uomini veloci che tengono in salita. Un vero Eden per Peter, il quale potrebbe fare incetta di trionfi. Dovrà, però, fare attenzione alla concorrenza di un corridore molto simile a lui quale Michael Matthews. L’australiano, come ha dimostrato al Mondiale di Imola, è in gran forma e se il Sagan che ammireremo in Italia sarà opaco come quello visto in Francia, Bling potrà soffiargli più di qualche vittoria.

Per partecipare al Giro d’Italia, inoltre, Sagan ha deciso di rinunciare alle classiche del nord. In contemporanea con la Corsa Rosa, infatti, si terranno sia il Giro delle Fiandre che la Parigi-Roubaix, la quale si svolge nello stesso giorno dell’ultima frazione del grande giro nostrano, vale a dire il 25 ottobre. Una scelta criticata da molti e concettualmente sbagliata. Ma è pur vero che Sagan, con le grandi gare in linea che di solito si svolgono in primavera, non ha un grandissimo feeling. Non a caso, ha vinto solo un Fiandre e solo una Roubaix. Se dovesse tornare a casa dal Giro d’Italia con qualche tappa in saccoccia e la ciclamino sulle spalle, sarà lecito chiedersi se, per caso, ha avuto ragione lui.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020 Peter Sagan

ultimo aggiornamento: 29-09-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dove passa il Giro d’Italia 2020? Percorso, paesi, città, regioni e province attraversate

Roland Garros 2020, Lorenzo Giustino: “Mi sento bene e non mi fa male nulla. Sono incredibilmente fresco”