Show Player

Pallanuoto, la Sport Management rinuncia alla Serie A1: campionato a 13 squadre?



La Sport Management decide di non iscriversi al prossimo campionato di Serie A1 di pallanuoto: la società con base a Busto Arsizio ha comunicato la scelta con una nota stampa ufficiale. A questo punto il prossimo torneo sarà a 13 squadre con una giornata di riposo e con una sola retrocessione dopo i playout salvezza, ai quali parteciperanno le società classificate al 12° e 13° posto al termine della stagione regolare se il loro punteggio dovesse essere compreso in un intervallo di 9 punti o meno. Nel caso in cui non si verificasse questa condizione, la società classificata al 13° posto retrocederà direttamente in Serie A2. Resta da capire anche quale squadra italiana parteciperà all’Euro Cup, infatti la Sport Management avrebbe dovuto prendere parte, secondo la classifica congelata al momento della sospensione per l’emergenza sanitaria, all’Euro Cup, così come il Savona, mentre in Champions League, dove la Pro Recco ha una wild card, dovrebbero prendere parte alle qualificazioni Brescia ed Ortigia. In pole position per prendere il posto dei Mastini ci sono Trieste e Roma, appaiate al sesto posto lo scorso anno al momento dello stop.


Questo il lungo comunicato della Sport Management: “La società Sport Management Pallanuoto comunica ufficialmente la propria rinuncia alla partecipazione al campionato di Serie A1 maschile di pallanuoto, per la stagione sportiva 2020-2021. Tale volontà è già stata trasmessa negli scorsi giorni alla FIN (Federazione Italiana Nuoto), che ha accettato il riposizionamento della squadra in Serie B. Troppe le incognite per Sport Management Pallanuoto legate alla partecipazione al campionato di Serie A1 maschile. Una scelta sofferta e presa a malincuore da parte della società e che arriva dopo lunghe riflessioni interne. Busto Arsizio ha adottato i Mastini e la Sport Management Pallanuoto, società che, in cambio, ha contribuito a scrivere pagine storiche per la città dal punto di vista sportivo come la Finale di Len Euro Cup, la qualificazione alle Final Eight di Len Champions League, oltre a un ruolo di primissimo piano nel massimo campionato italiano rivaleggiando alla pari contro realtà storiche di questo sport. In definitiva, la decisione di rinunciare all’A1 maschile e di partecipare al campionato di Serie B è stata presa quindi nell’ottica di poter preservare la storia della società, garantendo la continuità sportiva e la pallanuoto a Busto Arsizio. Questo nonostante le evidenti difficoltà dovute alla pandemia in atto, difficoltà che hanno inciso in maniera pesante sul core business di Sport Management (società leader in Italia nella gestione d’impianti natatori), azienda che controlla direttamente Sport Management Pallanuoto. Il futuro della pallanuoto per Sport Management Pallanuoto sarà dunque ancora alle piscine Manara di Busto Arsizio, con l’idea di ripartire con una squadra fatta di giovani del territorio. Staff tecnico e organico saranno definiti nelle prossime settimane. Sport Management Pallanuoto vuole altresì ringraziare gli sponsor e i partner dell’ultima stagione e in particolar modo l’azienda Renault Paglini, il dottor Paglini e il Dottor Grillo e il main sponsor Banco BPM“.

Loading...
Loading...

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: comunicato stampa Sport Management

Loading...

Lascia un commento

scroll to top