Show Player

Milano-Sanremo 2020: Alberto Bettiol, un outsider di lusso. Nel 2019 fu protagonista, nuovo assalto alla Classicissima



Dopo un 2019 corso da assoluto protagonista con l’inaspettato e storico trionfo al Giro delle Fiandre, il nativo di Poggibonsi Alberto Bettiol aveva iniziato questo 2020 cruciale per la sua carriera con una vittoria nella cronometro dell’Etoile de Bessèges, prima di essere stoppato dal proliferare della pandemia di Covid-19.

Nel riavvio post-lockdown il corridore si è fatto trovare subito pronto alle Strade Bianche, disputando una gran prova e sfiorando il successo. Il suo obiettivo per quest’anno è chiaro: stupire e provare a confermarsi nel magico ed affascinante mondo delle corse da un giorno. Il primo appuntamento che gli darà l’occasione di provare a reimporsi su un grande palcoscenico sarà inevitabilmente l’edizione più attesa degli ultimi anni della Milano-Sanremo, sogno di ogni ragazzino italiano coi pedali tra i piedi.

Loading...
Loading...

Bettiol, quest’anno all’Education-First, già nella scorsa stagione si era messo in mostra alla Classicissima, scattando imperioso sul Poggio, prima di essere rimbalzato dall’azione decisiva del moschettiere francese Julian Alaphilippe, poi trionfante in Via Roma. La sensazione, anche in base alle dichiarazioni dello stesso Alberto, è che con un po’ di prudenza in più l’ex-BMC si sarebbe potuto tranquillamente infilare nel drappello guidato dal transalpino e giocarsi un piazzamento di rilievo in terra ligure.

Quest’anno, dopo la consacrazione al Fiandre, Bettiol partirà tuttavia per forza di cose con ben altra attenzione addosso. L’infortunio del compagno di squadra canadese Michael Woods, gli garantirà l’appoggio quasi incondizionato dei suoi uomini ma la sensazione è che saranno altri i roster ad indirizzare la corsa.

Con la consapevolezza maturata nella scorsa stagione e la gamba messa in mostra alle Strade Bianche nell’azione con Davide Formolo, il classe ’93 potrebbe tuttavia ritagliarsi un ruolo importante all’interno del gruppo e, se in grado di inserirsi nel giusto attacco, rappresentare un’assoluta minaccia per chiunque dovesse condividerci un eventuale attacco finale.


La sensazione insomma sembra essere che Bettiol non sia tra gli assoluti favoriti della Classicissima 2020, ma che comunque presenzi sulla lista nera degli uomini da tenere d’occhio in una corsa sempre aperta a ribaltoni dell’ultimo chilometro come la Milano-Sanremo, soprattutto in una stagione imprevedibile come questa…

michele.giovagnoli@oasport.it

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top