F1, Helmut Marko: “Risolto il problema principale della RB16, i tempi della Mercedes in qualifica sono strani”



Il Circus della F1, dopo il doppio appuntamento a Silverstone (Gran Bretagna), volge il proprio sguardo alla Spagna, dove si terrà nel prossimo fine settimana il sesto round del campionato.

In Inghilterra, nell’ultimo fine settimana disputato, una piccola boccata d’ossigeno c’è stata per chi spera che il campionato ancora non sia chiuso. La Red Bull e Max Verstappen hanno posto fine all’egemonia della Mercedes, aggiudicandosi alla grande il GP del 70° Anniversario del Circus. Una prova eccezionale dell’olandese e una strategia azzeccata hanno permesso alla scuderia di Milton Keynes di imporsi, giocando un brutto scherzo a Lewis Hamilton e a Valtteri Bottas.

Loading...
Loading...

Ad analizzare da questo punto di vista la situazione ci ha pensato Helmut Marko, consulente della squadra anglo-austriaca, mai banale nelle sue esternazioni pubbliche. Marko infatti ha rivelato come la squadra stia lavorando alacremente e abbia trovato una soluzione alla criticità principale, ma il lavoro è ancora molto. E poi non poteva mancare la stoccata nei confronti delle Frecce Nere: “La vettura è ancora lontana dalle nostre aspettative, ma la stiamo migliorando. I dati della galleria del vento ancora non possiamo vederli in pista, ma i riscontri iniziano a vedersi. Abbiamo risolto il problema principale della monoposto, ma ci sono ancora alcuni particolari un po’ critici. Mercedes resta il riferimento, anche se nelle qualifiche a Silverstone hanno realizzato dei tempi un po’ strani, che poi non si sono ripetuti in corsa. In Spagna ci sarà caldo, la cosa non ci dispiace, ma dobbiamo scoprire perché la nostra macchina vada bene in maniera così imprevedibile. Noi non ci vogliamo arrendere e ci consideriamo ancora come i principali sfidanti della Mercedes”.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DELLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top