Barcellona-Napoli, le probabili formazioni: situazione infortuni e ballotaggi. Insigne in forse

Barcellona-Napoli: la resa dei conti. Dopo la conclusione del campionato, arrivata con la vittoria per 3-1 nel match contro la Lazio, gli uomini di Rino Gattuso mettono nel mirino il match di ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2019/2020.

Al Camp Nou si ripartirà dall’1-1 dell’andata, disputatasi ormai molti mesi fa, ciò vuol dire che per passare i partenopei avranno l’obbligo di vincere o di pareggiare trovando almeno un risultato dal 2-2 in su.

Più si avvicina il match e più sale la tensione e con essa anche la voglia di conoscere quali saranno le scelte degli allenatori e le probabili formazioni.

In casa blaugrana, Setien non ha praticamente nessun dubbio o ballottaggio in essere, viste le assenze per squalifica di Vidal e Busquets: solito 4-3-3, con Pique a guidare la difesa, de Jong in posizione di “volante” e il trio Messi-Suarez-Griezmann a cercare di incendiare una sfida che si giocherà ovviamente a porte chiuse.

Di più complicata lettura sarà invece l’undici di Gattuso. Anche qui il modulo scelto sarà il 4-3-3, ma con quali interpreti? I ballotaggi aperti sono in porta, fra Meret e Ospina, sulla fascia sinistra, fra Mario Rui e Hysaj, davanti alla difesa, fra Demme e Lobotka, e in attacco dove destano non poca preoccupazione le condizioni di Lorenzo Insigne, uscito malconcio (problema all’adduttore) dalla sfida contro la Lazio.  


Le probabili formazioni:

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen: Semedo, Pique, Lenglet, Jordi Alba; Sergi Roberto, de Jong, Rakitic; Messi, Suarez, Griezmann. All. Setien.

NAPOLI (4-3-3): Meret: Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. All. Gattuso

michele.cassano@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roma-Siviglia: programma, orario, tv, streaming Europa League 2020

Inter-Getafe, le probabili formazioni: situazione infortuni e ballotaggi. Eriksen e Borja Valero si contendono un posto