MotoGP, un calendario a tinte spagnole. 7 gare su 13 saranno nella Penisola iberica

Ancora poco meno di una settimana e finalmente potremo dire “Vamos”, o per meglio dire, Si parte”, per quel che riguarda il Mondiale MotoGP 2020. No, il termine in spagnolo non è un errore, Dopotutto ben 7 delle 13 gare attualmente in calendario si disputeranno nei confini iberici. Un vero e proprio record che si può spiegare in un paio di modi. Da un lato, ovviamente, riducendo gli spostamenti, e correndo tre volte sulla stessa pista (Jerez de la Frontera per Gran Premio di Spagna e Gran Premio di Andalucia, Aragon per il Gran Premio di Aragon e Gran Premio di Teruel, quindi Valencia per il Gran Premio della Comunitat Valenciana e Gran Premio d’Europa) si riducono le problematiche a livello di spostamenti e voli internazionali, quindi si può sfruttare l’attuale situazione della Nazione iberica che, dopo mesi difficili, ora è tornata alla normalità.

Ci sarà molta Spagna, dunque, nella prima parte della stagione, mentre per quel che riguarda la seconda, tutto è ancora nebuloso ed in divenire. Non è ancora dato a sapersi se la tanto attesa trasferta asiatica si riuscirà a disputare, almeno in piccola parte. Dopotutto sono già state cancellate le prove di Giappone (Motegi) e Australia (Phillip Island) mentre rimangono in forte bilico sia la Thailandia (Buriram) e Sepang (Malesia) che si potranno disputare solamente a porte aperte. Nelle ultime ore è stata ufficializzata la cancellazione del Gran Premio degli Stati Uniti di Austin, vista la complicata situazione sanitaria negli Stati Uniti, per cui anche la tappa di Termas de Rio Hondo per il Gran Premio d’Argentina diventa a forte rischio.

Ad ogni modo, anche se ancora parziale, ci attende un Mondiale 2020 davvero intenso con ritmi serrati e ridottissime possibilità di commettere errori. Con un numero di gare ridotto (in teoria gli appuntamenti sarebbero dovuti essere 20) ogni errore varrà il doppio per cui avere costanza di rendimento sarà quasi più fondamentale che vincere una gara qua e la. Non ci saranno pause, per cui anche il fisico sarà chiamato al massimo sforzo ed i piloti saranno chiamati a dare il meglio di sé in quattro mesi intensi.

Come detto, quindi, si incomincerà con la doppietta in quel di Jerez de la Frontera (19 e 26 luglio) quindi la prima delle tre gare agostane sarà il Gran Premio della Repubblica Ceca di Brno (9 agosto), che precederà il doppio appuntamento del Red Bull Ring (16 e 23 agosto). Il mese di settembre si tingerà di bianco, rosso e verde con Misano protagonista in due occasioni con il Gran Premio di San Marino e quello dell’Emilia Romagna (13 e 20 settembre), prima della gara di Barcellona (27 settembre) quindi trasferta in Francia con la gara di Le Mans (11 ottobre). Le ultime 4 gare saranno di nuovo tutte in Spagna: doppietta al MotorLand di Aragon (18 e 25 ottobre) e anche a Valencia (8 e 15 novembre).

CALENDARIO MONDIALE MOTOGP 2020

17-19 luglio GP di Spagna (a Jerez)

24-26 luglio GP di Andalucia (a Jerez)

7-9 agosto GP della Repubblica Ceca (a Brno)

14-16 agosto GP d’Austria (a Spielberg)

21-23 agosto GP di Stiria (a Spielberg)

11-13 settembre GP di San Marino (a Misano)

18-20 settembre GP dell’Emilia Romagna (a Misano)

25-27 settembre GP di Catalogna (a Barcellona)

9-11 ottobre GP di Francia (a Le Mans)

16-18 ottobre GP di Aragon (ad Aragon)

23-25 ottobre GP di Teruel (ad Aragon)

6-8 novembre GP d’Europa (a Valencia)

13-15 novembre GP della Comunità Valenciana (a Valencia)

GP delle Americhe, GP d’Argentina, GP di Thailandia, GP di Malesia: l’eventuale disputa e le eventuali date verranno definite entro il 31 luglio

COME VEDERE IL MONDIALE MOTOGP IN DIRETTA TV E STREAMING:

Diretta tv su Sky Sport MotoGP e su Sky Sport Uno.

Diretta streaming su Sky Go e su DAZN.

DIRETTA LIVE scritta su OA Sport.

Alcune gare saranno trasmesse in diretta tv, gratis e in chiaro, anche su TV8. Le altre saranno in differita su TV8 (soltanto qualifiche e gara).

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fratelli Marquez Hazrin CRIC / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NASCAR 2020, Quaker State 400: la battaglia per i Playoffs in Kentucky

F1, GP Stiria 2020: Hamilton e Verstappen vogliono la rivincita. Ferrari, recupero possibile