Show Player

Tennis, Milos Raonic su Novak Djokovic: “Cerchiamo sempre un colpevole, ma ha perso peso nel circuito”



Il n.1 del mondo Novak Djokovic continua a essere oggetto di valutazione, dopo il grande caos dell’Adria Tour (mini-circuito di tennis organizzato dal serbo e dal proprio entourage). La sottovalutazione del problema Covid-19 e la poca cura in termini di prevenzione, avallata dagli asset governativi serbo e croato nelle tappe di Belgrado e di Zara, hanno portato a contagi eccellenti tra i quali quelli dello stesso Nole, del bulgaro Grigor Dimitrov, del croato Borna Coric e dell’altro serbo Viktor Troicki.

A dire la propria sul tema è stato il tennista canadese Milos Raonic che, intervistato dalla TSN, ha esposto un parere molto chiaro. In prima battuta, il nordamericano ha voluto sottolineare come nella vicenda Adria Tour si sia andato alla ricerca spasmodica di un colpevole per tutto (Djokovic): “Siamo in un momento in cui la società è sempre alla ricerca di un colpevole. Tutti hanno capito che giocare a tennis con pubblico in questo momento non funziona“, le parole di Raonic, aggiungendo: “Personalmente non sarei mai stato bene nel giocare, sapendo la situazione che il mondo sta attraversando a causa della pandemia“.

Loading...
Loading...

Milos ha poi parlato del futuro di Djokovic, in qualità di capo del consiglio dei giocatori: “Dopo tutto quello che è accaduto, penso che abbia perso peso all’interno del circuito. Non ho nulla contro di lui e credo anche che ci abbia guidato molto bene negli ultimi mesi. Tuttavia, ritengo che ora abbia bisogno di molte cose per riconquistare la fiducia di tutti“.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top