Show Player

MotoGP, Jorge Lorenzo e la suggestione Ducati. L’infortunio di Dovizioso un segno del destino?



Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster, valore? Oltre mezzo milione di euro. Jorge Lorenzo ha concluso così la propria avventura a Sant’Agata Bolognese presso lo stabilimento Lamborghini. L’ex pilota di MotoGP continua a godersi la vita nelle vesti di collaudatore della Yamaha in MotoGP: “Super felice e molto grato per avermi permesso di possedere questa straordinaria ed esclusiva macchina da sogno! Non vedo l’ora di poterlo guidare nelle deliziose strade di Lugano! Grazie mille per lo squisito trattamento di oggi“, le sue parole riportate su corsedimoto.com.

Tuttavia il “richiamo della foresta” un po’ c’è e il ritorno di fiamma in Ducati, suggestione allo stato attuale delle cose, potrebbe non essere campato in aria. E’ vero, il maiorchino ha salutato il Circus e si è calato nella parte del test-rider, ma l’impressione è che quel sacro fuoco ancora ci sia. Stando a quanto si legge, infatti, la trattativa tra la Rossa e il suo pilota di riferimento, Andrea Dovizioso, non ha portato all’epilogo atteso. Le motivazioni, in questo senso, non sarebbero solamente di carattere economico, con la scuderia di Borgo Panigale che infatti potrebbe strizzare l’occhio a Jorge: “Andrea è cosciente che stanno parlando con Lorenzo, ma questo non lo preoccupa“, le parole del manager del forlivese Simone Battistella.

Loading...
Loading...

Tuttavia, a preoccupare un po’ il pilota nostrano è stata la caduta di ieri dopo un salto durante una gara di cross valida per il campionato regionale sulla pista di Monte Coralli. Un incidente costato al “Dovi” una frattura scomposta alla clavicola sinistra. Necessaria l’operazione, come riferito dal professor Giuseppe Porcellini, il noto specialista che ha operato il pilota al Policlinico di Modena: “L’unica soluzione era di operare perché non si sarebbe mai saldata da sola visto il punto di frattura. L’osso impiegherà circa due mesi a saldarsi, ma abbiamo applicato una placca con sei viti, che adesso gli permetterà di tornare ad allenarsi e gareggiare“. L’obiettivo del centauro romagnolo sarà quello di trovarsi il 15 luglio a Jerez de la Frontera (Spagna), dove si terrà una giornata di test prima del via del Mondiale, previsto per il 19 luglio sul tracciato intitolato ad Angel Nieto.

Nessuno è in possesso della palla di vetro, ma questa storia potrebbe davvero prendere delle pieghe inattese.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI MOTOMONDIALE

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top