Show Player

Ciclismo, Paolo Slongo: “Vincenzo Nibali può vincere classiche e Grandi Giri. Alle Strade Bianche vuole improvvisare…”



Vincenzo Nibali si sta preparando per la ripresa della stagione ciclistica, si tornerà in strada il prossimo 1° agosto con le Strade Bianche e lo Squalo vuole farsi trovare pronto dopo cinque mesi di sosta forzata a causa della pandemia. Il siciliano sembra essere sulla strada giusta come hanno dimostrato i risultati dei test di valutazione svolti ieri nei laboratori Mapei Sport a Olgiate Olona e si può guardare al futuro con grande ottimismo.

Il suo allenatore Paolo Slongo ne ha parlato in un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport: “Sappiamo che il 1° agosto si torna a correre. Ci aspettano settimane intense, bisogna dosare bene le forze e arrivare preparati, ma non al top: è una stagione particolare per tutti, inutile lamentarsi. I test fatti alla Mapei dicono che Nibali è a buon punto, ora occorre salire di livello, poi rifinire il lavoro in modo da essere subito competitivi. Le prime gare della stagione sono già delle Monumento“.

Loading...
Loading...

Il coach racconta gli ultimi mesi del siciliano: “Era inutile fissare tabelle o altro: è un campione, sa cosa deve fare. In Svizzera poteva pedalare all’aperto e questo aspetto è stato positivo perché i rulli sono ripetitivi e poco gratificanti, specie per uno come lui. Ha alternato dei lavori a delle uscite con Aru e altri atleti, anche in mountain-bike. Si è allenato divertendosi. Poi negli ultimi giorni ci siamo sentiti, mi ha chiesto di avere degli schemi da seguire. L’adrenalina sale“.

Slongo è stato molto chiaro: “Dobbiamo aumentare gradualmente, il massimo è da raggiungere al Giro d’Italia. Nibali è uno dei pochi a poter vincere le grandi corse a tappe e le classiche. Viaggerà pochissimo: resteremo sempre in Italia così da ottimizzare energie e ridurre i rischi“. Il Giro di Lombardia sabato 8 agosto e la Milano-Sanremo a Ferragosto sono due concreti obiettivi: “Sarà dura per tutti: parliamo di corse lunghe e poi ci sarà la variabile caldo. Ma Nibali le farà e l’obiettivo per un fuoriclasse del suo livello non può essere che cercare la vittoria. Speriamo sia permesso al pubblico di assistere alle gare, così inciteranno Vincenzo…“.

I prossimi passi dell’alfiere della Trek Segafredo sono definiti: “A luglio saremo in ritiro al Passo San Pellegrino per rifinire la condizione. Lombardia e Sanremo sono gare che Vincenzo ha già vinto, ma dopo che ha fatto tanti chilometri di sterrato con la mountain, l’altro giorno mi ha detto ‘Paolo, pure alle Strade Bianche potrei improvvisare qualcosa…’. Ecco, questo è lo spirito giusto. E non dimentichiamo la Tirreno-Adriatico, importante anche in ottica Mondiale. Poi c’è il Giro. E non serve dire altro…“.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trek

Loading...

Lascia un commento

scroll to top