Pattinaggio artistico, Evgenii Plushenko avverte: “Nella mia accademia arriveranno altri atleti”

Non solo Alexandra Trusova. Nella scuola di Evgenii Plushenko arriveranno in futuro altri promettenti talenti. Ad annunciarlo è stato lo stesso allenatore di pattinaggio artistico, trionfatore alle Olimpiadi di Torino 2006, nel corso di un’intervista rilasciata alla testata Rsport il 12 maggio.

Oltre all’atleta medaglia di bronzo agli ultimi Europei di Graz (Austria) è stato infatti già annunciato l’approdo all’accademia Angel Of Plushenko di Veronika Zilina, giovanissima gemma cresciuta da Eteri Tutberidze, vincitrice del difficilissimo Campionato Nazionale Russo Novice e già in grado di vantare nel suo arsenale il quadruplo toeloop, il quadruplo salchow e il triplo axel. “Ci saranno altre transizioni, ma questa è la fase successiva. Le dirò più tardi“, ha detto Plushenko, smentendo l’arrivo di un altro pattinatore della Sambo 70, Egor Rukhin.

Un progetto monstre quindi quello dello Zar che, come dichiarato, mira a diventare leader a livello mondiale: “Ho sempre amato le sfide, ho sempre camminato in avanti, la mia scuola sarà la numero uno nel prossimo futuro. Ho iniziato a costruire la mia pista di pattinaggio per un motivo. Ho grandi progetti, perché amo il mio lavoro e non ne ho paura. Quest’anno abbiamo raggiunto un ottimo risultato con i fratelli Sarnovsky, che solo di recente sono venuti da me. Sofia Titova ha vinto i campionati russi tra i bambini e il campionato di Mosca. Ora nella nostra accademia si sta formando una bella squadra di allenatori e coreografi. Con l’arrivo di Sasha e delle sorelle Zilina ci apriremo a nuove opportunità“.

Il russo ha infine commentato l’approccio di Trusova nelle stagioni passate, indicando la via per il futuro: “I suoi programmi erano buoni, pattinava bene. Nel singolo femminile però non esiste nessuna pattinatrice che abbia sviluppato al 100% la componente tecnica e personalità nella pattinata. Tutti in generale hanno dei punti deboli in almeno un aspetto, fatta eccezione per Yuzuru Hanyu, che io chiamo soldato universale. Vorrei fare di Sasha un soldato universale. Noi rimuoveremo i nostri punti deboli. Nella nuova stagione vedrete una Alexandra Trusova completamente nuova“.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Egan Bernal mette nel mirino la Tripla Corona. Obiettivo Giro d’Italia nel 2021, poi toccherà alla Vuelta

F1, Carlos Sainz si lancia: “So che farei bene in Ferrari”. Lo spagnolo viaggia verso Maranello