Calcio, Roberto Mancini: “Riprendiamo a giocare, le emozioni positive aiutano”

Il tempo passa e sembra sempre di più che il calcio possa tornare in scena in Italia. Le opinioni sono diverse e non tutti sono d’accordo, ma a quanto pare la voglia di tornare a calcare il rettangolo verde potrebbe prevalere anche per le forti ripercussioni economiche che il “Pallone” ha nel nostro Paese.

A dire la sua su un tema così spinoso è stato il CT della Nazionale Roberto Mancini, il quale giustifica un possibile ritorno del campionato anche in una chiave un po’ romantica, intervistato dal Corriere dello Sport: “Spero che si possa tornare presto a vivere e che questo momento drammatico diventi solo un ricordo, seppure storicamente brutto. Per vivere intendo la libertà di agire, di pensare, di avere rapporti sociali e, anche, di fare attività sportiva. Corro in casa, ma sogno che sia giunto il momento di allentare la pressione di una tragedia inumana, inaspettata, terribile. Io dico che dopo così tanto tempo la vita deve riprendere per tutti, magari in modo diverso. Oltre alle chiusure di tutte le attività, dei fallimenti delle aziende dovremo confrontarci con la depressione. La gente è stanca“, le parole del “Mancio” che poi ha aggiunto: “Secondo me lo sport di contatto non è pericoloso. I casi li contiamo facilmente, soprattutto ad alto livello. Per questo spero che riaprano il nostro mondo: lo sport ha un valore sociale, di aggregazione. Se riparte, darà una mano al Paese sotto il profilo psicologico. Le emozioni positive aiutano“.

Il tecnico della Nazionale ha sottolineato anche i citati risvolti economici sull’intero sistema: “Se coliamo a picco noi poi sarà più difficile per tutti. Io penso che l’attività possa riprendere: i campi di calcio sono lunghi cento metri, ci sono gli spazi giusti, molti club hanno anche molteplici terreni e spogliatoi diversificati. Riprendiamo a giocare a calcio e vedrete che il calcio aiuterà il Paese. Una volta stabilito che i cinquecento giocatori impegnati in serie A sono immuni o guariti, non ci saranno più rischi e pericoli“.

Un campionato che però verrebbe sconvolto per tempi e modalità, essendoci anche il rischio di una prosecuzione senza soluzione di continuità da una stagione all’altra (14 mesi di calcio senza sosta): “Se finisce una stagione, e me lo auguro, inizia l’altra immediatamente dopo. Si parla di finali europee in pieno agosto: non ci saranno soste, le rose dovranno ampliarsi, gli impegni saranno stressanti. Possiamo prendere esempio dalla Russia: consegnato lo scudetto, dieci giorni dopo si ricomincia. Ovviamente con una pausa invernale“, ha precisato l’allenatore azzurro.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Roberto Mancini Serie A calcio 2019-2020

ultimo aggiornamento: 19-04-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’Italia è grande: Atene 1997, la marcia trionfale dell’indimenticata Annarita Sidoti

Basket: Spencer Dinwiddie sarà alle Olimpiadi di Tokyo con la Nigeria, passaporto in arrivo per il play dei Nets