Show Player

Sollevamento pesi, Antonio Ursi: “Il rinvio delle Olimpiadi ci consente di recuperare altri atleti per la qualificazione nel 2021”



Il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo dal 2020 al 2021 è accolto con sensazioni miste dal Presidente federale Antonio Ursi. Da una parte, il sollievo per aver evitato delle possibili situazioni di alto imbarazzo nel prossimo luglio agosto, dall’altra l’ottimismo per poter avere nuovi atleti disponibili al fine di cercare il pass per il prossimo anno.

Queste le dichiarazioni di Ursi raccolte dall’ANSA: “Sicuramente è una scelta di buon senso, ammetto non facile, ma comunque necessaria, non ci sarebbero state le condizioni. Il Giappone ovviamente avrà delle ricadute negative in ambito economico ma il rischio di fare i Giochi tra luglio e settembre p.v. sarebbe stato quello di avere la metà degli atleti ed una affluenza di pubblico scarsissima“.

Loading...
Loading...

Sulle qualificazioni: “Va considerato ancora che molti atleti quali probabili finalisti non si sono ancora qualificati perché non hanno concluso il ciclo delle competizioni previste dalle loro federazioni internazionali, questo significa che anche il livello tecnico dei Giochi sarebbe stato compromesso“.

Sul nuovo progetto italiano: “Ora si tratta di allungare di un anno il progetto, il che pone le condizioni affinché tutti possiamo stare sullo stesso piano di partenza. Ci si apre ad esempio la possibilità di recuperare altri atleti per la qualificazione. Unico svantaggio potrebbe essere quello di tenere la motivazione altissima ancora un anno“. Vale la pena ricordare che si erano già qualificati Mirko Zanni nei 67 kg, Nino Pizzolato negli 81 kg e Giorgia Bordignon nei 64 kg.

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top