Scuole chiuse per il coronavirus: cosa succede agli studenti? Tutti promossi? La normativa e il regolamento

L’allarme coronavirus sta mettendo in difficoltà l’Italia, si segnalano oltre 2500 contagi e 79 vittime nel nostro Paese. L’epidemia si è sviluppata principalmente al Nord ma poi si è allargata a macchia d’olio. In molte Regioni sono stati chiusi cinema, teatri, musei; gli eventi sportivi o non si sono disputati o sono andati in scena a porte chiuse.

Le scuole sono state al centro dell’attenzione da parte del Governo che ha deciso di chiudere le scuole in diverse Regioni per evitare una diffusione ancora maggiore del coronavirus. Le aule rimarranno chiuse fino a domenica 8 marzo in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Friulia Venezia Giulia oltre che nelle province di Pesaro-Urbino e Savona. Molti studenti sono ormai a casa da due settimane e c’è il concreto rischio che lo stop si protragga ulteriormente. Vi state chiedendo cosa succederà? L’anno scolastico sarà considerato valido se non si dovesse riuscire a ritornare sui banchi o se lo si farà tra diverse settimane?

Tranquilliziamo subito tutti gli studenti: l’anno sarà valido indipendentemente da come si svilupperà l’allarme coronavirus. L’articolo 74, comma 3, del decreto legislativo 297/94 afferma che “allo svolgimento delle lezioni sono assegnati almeno 200 giorni” ma il Ministero dell’Istruzione ha precisato, già nel 2012, che “se si verificano eventi imprevedibili che inducano i Sindaci ad adottare ordinanze di chiusura delle sedi scolastiche, si deve ritenere che è fatta comunque salva la validità dell’anno scolastico, anche se le cause di forza maggiore, consistenti in eventi non prevedibili e non programmabili, abbiano comportato, in concreto, la discesa dei giorni di lezione al di sotto del limite dei 200”.

Si potrebbe eventualmente valutare di posticipare il termine dell’anno scolastico (attualmente è fissato a inizio giugno, il giorno esatto dipende dalle Regioni) anche se sembra un’ipotesi molto difficile. Il Ministero dell’Istruzione ha già attivato la possibilità di lezioni on-line anche perché non è da escludere che le scuole vengano chiuse in tutta Italia già da domani, il Governo ne sta parlando attivamente. Da definire eventualmente quali saranno i voti in pagella mentre non ci sono ancora notizie riguardo all’Esame di Maturità.

 

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Coronavirus

ultimo aggiornamento: 04-03-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Coronavirus, Giovanni Malagò: “Il calcio si deve adeguare alla realtà dell’Italia. Le Olimpiadi? Nessuna controindicazione dal Cio”

Scherma, Coppa del Mondo Atene 2020: nella culla olimpica le sciabolatrici azzurre si giocano Tokyo