Scacchi, Torneo dei Candidati 2020: Maxime Vachier-Lagrave riapre tutto! Nepomniachtchi sconfitto e raggiunto in testa


Poteva essere il giorno del colpo decisivo e invece il Torneo dei Candidati 2020, dopo sette turni, si riapre a tutte le incertezze. Il merito va all’uomo che nemmeno doveva esserci, il francese Maxime Vachier-Lagrave, capace di sconfiggere l’uomo più in forma di tutti fino a due giorni fa, il russo Ian Nepomniachtchi, e di raggiungerlo in testa a quota 4.5 punti in classifica. La vittoria di oggi, però, fa sì che al momento sia il transalpino il leader effettivo. In breve, ci sarà ancora parecchio da attendere per scoprire chi sfiderà il norvegese Magnus Carlsen nel futuro match per il Campionato del Mondo.

Vachier-Lagrave, con il Bianco, sceglie subito di essere aggressivo nell’uso della variante Winawer della Difesa Francese, con l’avanzata di pedone in h5 e con la scelta di 9. Tb1 vista in pochissime altre occasioni ad alto livello. I frutti dell’assalto del transalpino cominciano ad arrivare dopo che, complessivamente, lui e Nepomniachtchi pensano per più di un’ora su 18a (entrambi) e 19a mossa (Vachier-Lagrave). Il russo appare disorientato, muove le Torri senza un reale costrutto e concede spazio all’avversario, che con 23. f4 da una parte cerca di mettere pressione ulteriore al centro e su una parte dell’ala di Re, dall’altra si crea lo spazio per incolonnare le sue Torri sulla colonna b, una manovra che conferisce particolare potenza a questi due pezzi in molte occasioni. Il vero punto di svolta, però, è 26. Ac1 Rf7, con quest’ultimo che è errore di Nepomniachtchi, non in grado di districarsi in questa difficile posizione. In seguito il russo perde malamente un pedone, deteriora irrimediabilmente la propria difesa e deve abbandonare dopo 42 tratti, non potendo impedire ulteriori, ingenti perdite.

Loading...
Loading...

Della sconfitta di Nepomniachtchi approfittano tutti e non ne approfitta nessuno, nel senso che il distacco del gruppo dei terzi è sì di un punto, ma è tale perché pattano tutti, a cominciare dall’italoamericano Fabiano Caruana, che non riesce a togliere dal nome del cinese Wang Hao l’etichetta di bestia nera. La tradizionale arma di Caruana, la Difesa Russa, stavolta non gli è sufficiente per sfondare, e anzi rischia di avere qualche problema alla 23a mossa, quando il cinese decide di tentare un attacco con i pedoni dell’ala di Donna preferendolo a un forte, ma non propriamente intuitivo, arretramento con l’Alfiere. All’avvicinarsi del controllo del tempo Wang Hao, peraltro, potrebbe catturare il pedone h2 con vantaggio non solo di materiale, ma sceglie di prendere in c2, dando vita a un finale in cui il Nero ha sì un pedone di vantaggio, ma sostanzialmente impossibile da sfruttare. Dopo 41 mosse arriva la patta.

Tendono invece a non farsi del male l’olandese Anish Giri e il russo Alexander Grischuk, che entrano in una variante dell’Apertura Inglese (1. c4, anche se spesso accade che da questa mossa si rientri in altri sistemi di gioco) che al Bianco piace, paradossalmente, quando la gioca con il Nero. La posizione ha un carattere dal sufficiente odore di patta da renderla effettiva dopo che i due giocano praticamente lampo per arrivare alla quarantesima mossa e dividersi equamente il punto.

Nonostante un inizio piuttosto aggressivo, al cinese Ding Liren non riesce la missione che lo vorrebbe vedere lontano dall’ultimo posto a 2.5 assieme all’uomo con cui patta oggi, il russo Kirill Alekseenko. Il numero 3 del mondo sceglie l’Apertura Catalana (1. d4 Cf6 2. c4 e6 3. g3, con le prime due mosse del Nero che possono anche essere invertite), ma nel prosieguo nessuno dei due riesce realmente a essere in un vantaggio significativo. L’ingresso in un finale di Torri e pedoni in cui nessuno può prevalere porta alla parità finale. Da domani comincia il “girone di ritorno”, con gli stessi accoppiamenti della prima metà del torneo, ma a colori invertiti.

LE PARTITE

RISULTATI SETTIMO TURNO

Caruana (USA)-Wang Hao (CHN) 0.5-0.5
Vachier-Lagrave (FRA)-Nepomniachtchi (RUS) 1-0
Ding Liren (CHN)-Alekseenko (RUS) 0.5-0.5
Giri (NED)-Grischuk (RUS) 0.5-0.5

CLASSIFICA DOPO IL SETTIMO TURNO

1 Vachier-Lagrave, Nepomniachtchi 3.5
3 Caruana, Grischuk, Wang Hao, Giri 2.5
6 Ding Liren, Alekseenko, Giri 2

OTTAVO TURNO

GIOVEDÌ 26 MARZO (ore 12:00):
Caruana – Vachier-Lagrave
Wang Hao – Ding Liren
Nepomniachtchi – Giri
Alekseenko – Grischuk

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Maria Emelianova / FIDE

Loading...

Lascia un commento

scroll to top