Scacchi, Torneo dei Candidati 2020: Caruana-Ding Liren, gli opposti inattesi a confronto. Terzo derby russo tra Nepomniachtchi e Alekseenko

Con la terza giornata del Torneo dei Candidati si chiude il terzetto di partite che porta al primo giorno di riposo, previsto per la giornata di domani. Regna ancora una grande incertezza in classifica, con quattro giocatori che condividono la leadership con un punto e mezzo sui due disponibili.

Doveva essere il primo grande punto di svolta del torneo, e in un certo senso lo è, ma diverso da quello immaginato: il cinese Ding Liren ha subito due sconfitte nei primi due incontri, e contro l’italoamericano Fabiano Caruana ha una bella occasione per rifarsi dei tanti piccoli problemi diventati grandi dei primi giorni. Del resto, il numero 3 del mondo è uno dei giocatori che Caruana può soffrire: il bilancio parla infatti di 2 vittorie a 2 con 6 patte (si parla, naturalmente, di cadenza classica).

Uno dei quattro leader assieme a Caruana, nonché secondo giustiziere di Ding Liren, è il francese Maxime Vachier-Lagrave, che con il Nero è opposto all’olandese Anish Giri, in grado ieri di rendere inutile il pedone in più del cinese Wang Hao nel finale, strappando il mezzo punto della patta. Tra Vachier-Lagrave e Giri la situazione è particolare: si tratta del loro 30° faccia a faccia a tempo normale, e il bilancio è esattamente in parità, con tre vittorie a testa e 23 patte.

Di leader parlando, l’ultimo derby russo della prima parte della manifestazione mette di fronte Ian Nepomniachtchi, anch’egli con il Nero, e Kirill Alekseenko, per una delle tre sfide mai disputate con tempo di gioco classico all’interno del Torneo dei Candidati. Il favorito, chiaramente, è il quinto giocatore della lista FIDE, che ieri ha ottenuto una patta con qualche rimpianto contro Grischuk, mentre Alekseenko si è dovuto arrendere di fronte a un attacco molto bello di Caruana.

Spazio, infine, al match tra lo stesso Alexander Grischuk e un Wang Hao che pochi si aspettavano in questo stato di forma a Ekaterinburg, e che sembra invece esser tornato a premere quel piede sull’acceleratore che lo ha portato a essere per molto tempo il miglior giocatore cinese. Otto precedenti tra i due: il russo è avanti 2-1 con cinque patte.

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Maria Emelianova / FIDE

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio, la FIFA conferma il rinvio degli Europei e della Copa América nel 2021 per l’emergenza Coronavirus

F1, Piloti immortali: Juan Manuel Fangio e i trionfi agli albori con Ferrari e Maserati