Salto con gli sci, Coppa del Mondo Oslo 2020: Hölzl e Lundby, sfida all’arma bianca per la Sfera di cristallo

La Coppa del Mondo femminile di salto con gli sci inizia il proprio rush finale. Infatti dall’8 al 22 marzo sono in programma la bellezza di sette gare nell’arco di quindici giorni, peraltro divise tra Norvegia e Russia! Il tour de force si apre nel weekend da Oslo, dove peraltro comincerà anche la versione femminile di Raw Air. In realtà il dato più interessante riguarda la lotta per la Coppa del Mondo, mai combattuta come durante quest’inverno. A sette gare dal termine, l’austriaca Chiara Hölzl indossa il pettorale giallo, ma il suo vantaggio sulla norvegese Maren Lundby è di soli 26 punti. L’altra austriaca Eva Pinkelnig fa da terza incomoda, essendo distante 127 punti dalla connazionale e 101 dalla scandinava.

La capitale norvegese è presenza fissa nel calendario del massimo circuito rosa, avendo ospitato una competizione in ogni stagione sin qui andata in scena. Peraltro già dal 2013 le atlete si confrontano sul Large Hill denominato Holmenkollenbakken, sul quale sinora si sono disputate 7 prove valevoli per la Sfera di cristallo.
Su questo impianto la donna più vincente in assoluto è la giapponese Sara Takanashi, capace di imporsi in 3 occasioni (2014, 2015, 2016). Gli altri successi sono invece andati alla statunitense Sarah Hendrickson (2013), alla nipponica Yuki Ito (2017), alla norvegese Maren Lundby (2018) e all’austriaca Daniela Iraschko-Stolz (2019).
Peraltro Hendrickson e Iraschko-Stolz vantano un’affermazione anche sul trampolino piccolo, denominato Midtstubakken. La venticinquenne americana vi primeggiò nel 2012, mentre la trentaseienne stiriana vi conquistò l’oro iridato 2011.

Tornando al Large Hill, se si guarda ai podi si contano otto atlete tutt’ora in azione ad aver raccolto almeno un piazzamento nella top-three. Anche questa graduatoria è capitanata da Takanashi.
5 – TAKANASHI Sara [JPN] (3-2-0)
3 – LUNDBY Maren [NOR] (1-1-1)
3 – ITO Yuki [JPN] (1-0-2)
2 – IRASCHKO-STOLZ Daniela [AUT] (1-1-0)
2 – HENDRICKSON Sarah [USA] (1-1-0)
1 – SEYFARTH Juliane [GER] (0-1-0)
1 – SEIFRIEDSBERGER Jacqueline [AUT] (0-0-1)
1 – AVVAKUMOVA Irina [RUS] (0-0-1)
1 – ALTHAUS Katharina [GER] (0-0-1)

Volgendo lo sguardo ai vari movimenti nazionali, non sorprende che il Giappone sia indiscutibilmente la potenza egemone.
8 (4-2-2) – GIAPPONE
3 (1-1-1) – NORVEGIA
3 (1-1-1) – AUSTRIA
2 (1-1-0) – USA
2 (0-1-1) – GERMANIA
1 (0-1-0) – SLOVENIA
1 (0-0-1) – CANADA
1 (0-0-1) – RUSSIA

In casa Italia il miglior risultato di sempre è il posto ottenuto da Elena Runggaldier del marzo 2013.

Inoltre non va dimenticato come ai Mondiali 2011 la gardenese abbia conquistatto una storica medaglia d’argento. La competizione iridata si disputò però sul già citato Midtstubakken.

PROGRAMMA
Sabato 7, ore 18.15 – Qualificazione
Domenica 8, ore 17.15 – Gara

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SALTO CON GLI SCI

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Sei Nazioni: l’Inghilterra non può perdere, la Francia può allungare ancora

Classifica Coppa del Mondo biathlon 2020: Martin Fourcade in testa, +60 su Fillon Maillet. Boe insegue