Show Player

Olimpiadi Tokyo 2020, Dick Pound conferma il rinvio dei Giochi, ma nel 2021?



Le indiscrezioni sono molte in questi ultimi giorni relativamente alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Ebbene, stando a quanto è emerso in via ufficiale, il CIO riunitosi ieri ha voluto prendersi quattro settimane di tempo per analizzare la situazione, vista la criticità Covid-19. Tra le ipotesi sul tavolo anche il rinvio e la strada caldeggiata potrebbe essere quella di una disputa entro l’anno.

In controtendenza con ciò è quanto riferisce Usa Today. La testata americana ha infatti avuto modo di contattare il vice presidente del CIO Dick Pound, che ha confermato che i Giochi saranno rinviati e potrebbero andare in scena però nel 2021. Stando a quello che riporta il giornale americano, gli addetti ai lavori del Comitato Olimpico Internazionale metteranno a punto gli ultimi dettagli per ufficializzare il posticipo. Non resta che attendere l’annuncio ufficiale da parte del CIO. Le Federazioni e gli atleti chiedono una decisione a breve tempo e risoluta. La palla passa a Thomas Bach e al resto dell’esecutivo.

Loading...
Loading...

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

3 Replies to “Olimpiadi Tokyo 2020, Dick Pound conferma il rinvio dei Giochi, ma nel 2021?”

  1. OLIMPIONICO ha detto:

    Gli interessi economici di IOC, Federazioni, Comitati Olimpici, Atleti, Comitato Organizzatore, Enti Turistici, sponsor, Giappone sono televisioni sono enormi: qualcuno ci rimettera’ molto e dovra’ accettarlo. La cosa piu’ importante e’ la Salute con gli Ideali Olimpici. Fare i GIOCHI in Ottobre o nel 2021 ? Direi che si potrebbe decidere davvero per il 20 APRILE, ma le pressioni aumentano ogni giorno da tutte le parti. Come gia’ scritto da altri ci sono posti liberi per qualificazioni non ancora terminate e tanti atleti-e gia’
    selezionati che tra un anno avranno una forma non competitiva: sara’ comunque crudele, amaro, drammatico, MA ANCHE QUESTO E’ IL FASCINO DEL ROMANZO DELLE OLIMPIADI ! Per l’ ITALIA un anno in piu’ darebbe problemi forse alla Di Francisca.
    La cagnotto e la pellegrini non sono ancora qualificate e salvo miracoli non porterebbero medaglie: ma visto come guadagnano soldi extra non ci dispiacera’ …

    1. Fabio90 ha detto:

      La di francisca ha già fatto intendere che non le farebbe dopo il 2020,la cagnotto mi pare ovvio che no, la Pellegrini si ma se tra 4 mesi ci credo a una sua medaglia,tra 1 anno la ritengo straimpossibile,ma non é quello il punto,come loro 3 ce ne saranno a migliaia tra le varie nazioni.
      Poi avete un brutto rapporto con i soldi, dire “con quello che guadagnano extra” ma ben venga, non é che puoi vivere di nuoto o tuffi,e poi cosa c’entra? Io sarei anche meno critico sugli interessi economici attorno un Olimpiadi,ma ben venga, anche tante persone comuni ci guadagnano, siamo nel 2020 non nel medioevo.
      E poi ripeto non é questione di medaglie, ma cosi come si parla di atleti non messi nelle condizioni perfette,parliamo anche di chi dovrá dire addio al sogno di farle per questo slittamento, ad esempio uno a caso? Federer. Poi chiaro che ogni nazione ha i suoi atleti che gioverebbero e chi no, farle dopo 1 anno agevolerebbe Sinner, Pilato, etc…ma vedo piu svantaggi anzi troppi, pellegrini,di francisca, paltrinieri (per me tra 1 anno e peggio 2 non é scontato vinca,ANZI) volley uomini (ciao juantorena e ciao medaglia) straneo (anche se non da medaglia ma almeno la presenza) luigi busá, nibali, e tantissimi altri.

  2. Fabio90 ha detto:

    Ma si, chi dice A..chi dice B…chi dice Z…bene cosi.
    Tutto questo per non aspettare un mese (anche meno) per la smania di dover mettere tutti becco, federazioni che da sole decidono che le Olimpiadi saranno nel 2021, persone che lasciano dichiarazioni ogni giorno.
    Mi si dirà “questo perchè il CIO non prende una posizione”, falso…la posizione l’ha presa ed era quella più giusta e ponderata, ovvero aspettare prima di prendere decisioni drastiche, 1 mese ce lo si poteva permettere di attesa (considerando anche che non si può pretendere la perfezione in situazioni come queste),
    Ma il rispetto di federazioni e atleti fa rabbrividire, spesso leggo che il CIO si muove solo in base a interessi economici ormai, io aggiungerei che gli atleti lo facciano solo in nome del risultato, e non del senso delle Olimpiadi, che teoricamente dovrebbe portare anche altro, “altro” che proprio in questo periodo storico sarebbe significativo,
    Ovviamente come detto mille volte, con una situazione cosi non si potrebbero mai svolgere, ma ad agosto è probabilissimo se non certo che vedremo il 100% degli sport attivarsi, ma le Olimpiadi no.
    Si potrebbe slittare di 1 mese o 2, ma le federazioni di nazioni potenti vogliono il 2021, senza capire sia quasi impossibile, o il 2022 senza capire che ci sarebbe una fetta importantissima di atleti che con due anni in piu non sarebbero nè competitivi, e nemmeno probabilmente presenti per motivi di età, mi associo al campione olimpico Carlo Molfetta, uno dei pochi ad aver capito il lato non considerato di questa eventuale decisione drastica e frettolosa (resa tale da chi, solo da pochi giorni non si allena, e non noi italiani che in realtà è anche da più tempo che siamo impossibilitati a farlo)

Lascia un commento

scroll to top