Show Player

NBA 2020: i risultati della notte (11 marzo). Caduta a sorpresa dei Lakers, Celtics ai playoff. Belinelli decisivo contro Dallas



Serata ricca di basket negli Stati Uniti d’America, dove si sono disputate nove partite della regular season di NBA 2019-2020. Sorprende la battuta d’arresto casalinga dei Los Angeles Lakers, mentre i Boston Celtics si qualificano ufficialmente per i playoff. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto oltreoceano.

Il risultato più sorprendente della notte giunge dallo Staples Center di Los Angeles, dove i Lakers vengono sconfitti in volata dai Brooklyn Nets per 102-104. A trascinare il team newyorkese al colpo grosso è Spencer Dinwiddie, autore di 23 punti e del canestro decisivo a 28” dal termine; da rimarcare anche la performance di Caris LeVert, che si ferma a quota 22. I californiani interrompono così la striscia di quattro vittorie consecutive ma rimangono saldamente in vetta alla Western Conference: il rammarico deriva soprattutto dal finale, nel quale prima LeBron James (top scorer del match con 29 punti e 12 rimbalzi) e poi Anthony Davis (26 punti) non riescono a mandare a bersaglio i tiri che sarebbero valsi rispettivamente la parità e la vittoria.

Loading...
Loading...

I Boston Celtics espugnano Indiana con il punteggio di 111-114 ed ottengono così la matematica qualificazione ai playoff. Prova di collettivo per la franchigia del Massachussets, contraddistinta dal quintetto titolare in doppia cifra: spiccano Jayson Tatum, miglior realizzatore dell’incontro con 30 punti, e Gordon Hayward, in doppia doppia da 27 punti e 10 rimbalzi. Ai Pacers non bastano le prestazioni maiuscole di Domantas Sabonis e Victor Oladipo, rispettivamente a quota 28 e 27 punti. Successo di fondamentale importanza per i San Antonio Spurs, che si aggiudicano il derby texano con Dallas per 119-109. Decisivo il rientro di LaMarcus Aldridge, che trascina i bianconeri con 24 punti; partita di grande spessore anche per il nostro Marco Belinelli, che trova una significativa iniezione di fiducia con i 16 punti realizzati. Ai Mavericks non è sufficiente Luka Doncic da 38 punti, mentre la prestazione di Kristaps Porzingis non è all’altezza delle aspettative (9 punti con 4/15 al tiro).

Si rialzano gli Houston Rockets che, dopo ben quattro ko di fila, battono a domicilio i Minnesota Timberwolves per 117-111 e riprendono la loro marcia verso i playoff. A prendersi la squadra sulle spalle nel momento più difficile sono i giocatori di maggiore carisma, ossia James Harden e Russell Westbrook: il primo è il miglior realizzatore dell’incontro con 37 punti, il secondo contribuisce alla causa con 27. Sull’altra sponda, inutile lo sforzo di D’Angelo Russell, autore di 28 punti. Vittoria in scioltezza per i Los Angeles Clippers, che sbancano il Chase Center di San Francisco con il punteggio di 107-131. Risultato messo in cassaforte già nel primo tempo, chiuso dal team di Doc Rivers avanti di 28 punti: tra i sette uomini in doppia cifra, il capopopolo è sempre Kawhi Leonard (23 punti). Per i Warriors assente Stephen Curry, il top scorer è Dragan Bender con 23 punti.

A vincere la sfida tra le ottave in classifica a Ovest ed Est sono gli Orlando Magic, che superano in trasferta i Memphis Grizzlies con il punteggio di 115-120. La rimonta della franchigia della Florida porta le firme di Terence Ross e Michael Carter-Williams, a segno rispettivamente con 24 e 20 punti in uscita dalla panchina. Per i padroni di casa da sottolineare la performance maiuscola di Jonas Valanciunas, che realizza una doppia doppia da 27 punti e 16 rimbalzi. A beneficiare della sconfitta dei Grizzlies sono i Portland Trail Blazers, che battono per 121-105 i Phoenix Suns e continuano ad inseguire l’ottavo posto della Western Conference. Prova importante di tutto il quintetto del team dell’Oregon, con quattro giocatori sopra i 20 punti (il top scorer è Damian Lillard con 25) e Hassan Whiteside in doppia doppia. Per i Suns losing effort di Devin Booker, autore di 29 punti.

A chiudere il quadro della nottata ci sono i successi interni di Washington e Chicago, rispettivamente contro New York e Cleveland. I Wizards si impongono per 122-115 e sono letteralmente presi per mano da Bradley Beal, che realizza 40 punti e lancia il difficile inseguimento all’ottavo posto della Eastern Conference. I Bulls, invece, hanno la meglio per 108-103 e interrompono così una striscia di tre sconfitte consecutive: decisivo Coby White, autore di 20 punti.

I RISULTATI DELLA NOTTE

Indiana Pacers – Boston Celtics 111-114
Washington Wizards – New York Knicks 122-115
Chicago Bulls – Cleveland Cavaliers 108-103
Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 117-111
Memphis Grizzlies – Orlando Magic 115-120
San Antonio Spurs – Dallas Mavericks 119-109
Portland Trail Blazers – Phoenix Suns 121-105
Golden State Warriors – Los Angeles Clippers 107-131
Los Angeles Lakers – Brooklyn Nets 102-104

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top