Show Player

Marte Røiseland-Olsbu ha l’influenza, ma non si tratta di coronavirus


Marte Olsbu Roeiseland of Norway adjusts her rifle on her back during warmup before the women's 12.5 km mass start competition at the Biathlon World Championships in Antholz, Italy, Sunday, Feb. 23, 2020. (AP Photo/Matthias Schrader)


Nel pomeriggio odierno la federazione norvegese di biathlon ha emesso un comunicato stampa in merito alle condizioni di salute di Marte Røiseland-Olsbu. La ventinovenne scandinava, vincitrice di 5 ori ai Mondiali di Anterselva, ha dovuto rinunciare alla tappa di Nove Mesto na Morave a causa di un non meglio specificato malanno di stagione. Visto il periodo, per placare le speculazioni in merito, l’ente federale ha deciso di rilasciare una dichiarazione ufficiale per spiegare la situazione.

“L’influenzavirus A è una delle più comuni infezioni virali invernali. Marte è stata testata seguendo le procedure standard e il virus è stato identificato quest’oggi” si legge nel comunicato, dove vengono citate le parole di Lars Kolsrud, medico della squadra nazionale norvegese, il quale ha aggiunto che “Il tempo necessario per guarire da questo genere di infezioni è sempre incerto. Pertanto, Marte non ricomincerà a gareggiare sino a quando non potrà allenarsi normalmente”. Attualmente la punta del movimento norge si trova a Lillehammer. Non è chiaro se potrà essere della partita già settimana prossima a Kontiolahti.

Loading...
Loading...

I latini dicevano excusatio non petita, accusatio manifesta. Vero, tuttavia con questa mossa la federazione norvegese ha voluto rassicurare l’ambiente e stoppare sul nascere qualsiasi diceria in merito alla natura del malanno che ha colpito Røiseland-Olsbu, soprattutto se si pensa agli sviluppi degli ultimi tempi. Infatti non va dimenticato come non più tardi di due giorni fa, il quotidiano altoatesino Dolomiten abbia annunciato che due turisti tedeschi di ritorno dai Mondiali di Anterselva siano risultati positivi al Covid-19.

Dunque, la campionessa del mondo della sprint e della mass start è stata sì colpita da un virus influenzale. Non si tratta però del famigerato coronavirus, bensì di una forma ben più comune e meno aggressiva.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BIATHLON

paone_francesco[at]yahoo.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top