LIVE Slittino, Coppa del Mondo Koenigssee 2020 in DIRETTA: clamoroso, l’Italia si ribalta ma vince a pari merito con la Russia!



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

Grazie per averci seguito, emozioni incredibili in questa ultima tappa della Coppa del Mondo di slittino.

Loading...
Loading...

14.25 Nonostante l’erroraccio azzurro dunque la decima piazza è bastata: 431 pari in classifica, Italia e Russia trionfano nella Coppa di team relay.

14.20 Sta succedendo di tutto! Italia che chiude a pari merito con la Russia in classifica e la Coppa è assegnata ad entrambe le Nazionali!

14.15 Ultima gara che va alla Germania su Stati Uniti e Russia.

14.14 Un errore di inesperienza davvero clamoroso per il doppio azzurro: bastava arrivare al traguardo, invece l’Italia è decima.

14.13 CLAMOROSO! Si ribaltano Nagler/Malleier!

14.12 Non perfetto Fischnaller, 429 millesimi di ritardo, serve solamente pura gestione per Nagler/Malleier.

14.11 Discreta prova per Andrea Voetter: 149 millesimi di ritardo, Italia che è vicina alla Coppa. Ora Dominik Fischnaller.

14.10 Ora toccherà all’Italia: può bastare una settima piazza agli azzurri per vincere la Coppa. Fondamentale dunque arrivare all’arrivo senza ribaltarsi.

14.09 Russia terza! Un secondo di ritardo per loro.

14.08 Perde Pavlichenko: un decimo da recuperare sulla Germania per la Russia. Ora il doppio.

14.07 Super Demchenko. Russia che è avanti, ora tocca a Pavlichenko.

14.05 Ora Russia e Italia, le due squadre che si giocano la Coppa.

14.04 Non una super prova per la Lettonia: terza piazza, ad oltre un secondo di ritardo.

14.00 Super Germania! I padroni di casa stampano il tempone: 2’42”909, 810 millesimi di margine sugli USA.

13.55 Slovacchia che si inserisce in seconda piazza, ora si fa sul serio: Germania, Lettonia, Russia e Italia.

13.52 Ucraina che si porta in seconda piazza momentanea.

13.49 Polonia lontanissima, a breve tutte le big.

13.45 Tempone per gli USA: 2’43”019. Squadra da podio.

13.42 Repubblica Ceca in testa con 6 decimi sulla Romania.

13.35 Si comincia con il 2’48”082 per la Romania.

13.30 Si parte con la Romania alle 13.33.

13.26 Azzurri ultimi a partire, prima di loro Germania, Lettonia e Russia. Per i russi Demchenko, Pavlichenko e Yuzakhov/Prokhorov.

13.23 Per l’Italia in pista Andrea Voetter, Dominik Fischnaller e Nagler/Malleier.

13.20 L’unico insuccesso è stato quello del 2006, quando ha vinto proprio l’Italia.

13.16 Ricordiamo che fino ad ora la Germania si è aggiudicata 15 delle 16 edizioni nelle quali è stata messa in palio la Coppa della staffetta a squadre.

13.12 Italia che è in testa alla classifica e può puntare al titolo. 395 i punti degli azzurri, la prima inseguitrice è la Russia a 361. Germania a 315, lontana a causa della rinuncia con polemiche di settimana scorsa in quel di Winterberg.

13.10 Ben ritrovati con la Coppa del Mondo di slittino. Ora in programma l’ultima gara di quest’anno: a Koenigssee c’è il team relay.

12.40 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di giornata. Un saluto sportivo.

12.38 Loch chiude quarto a 0.83. Vittoria di Pavlichenko con 0.03 su Mueller e 0.067 su Repilov che ha vinto la Coppa del Mondo. Quinto Dominik Fischnaller a 0.365, che forse ha visto sfumare l’occasione più grande della carriera.

12.36 Il russo Pavlichenko beffa Mueller per soli 3 millesimi. Manca solo il tedesco Loch.

12.34 L’austriaco Mueller vola in testa con 0.64 su Repilov, ma ormai il russo è già sicuro di aver vinto la seconda sfera di cristallo della sua carriera.

12.33 Fischnaller ha peggiorato di 320 millesimi il tempo della prima manche. Oggi non ha guidato bene, c’è poco da recriminare.

12.32 Nulla da dire. Repilov disputa una seconda manche eccezionale e vola in testa con ben 298 millesimi su Fischnaller e Ludwig. Il russo ha vinto meritatamente la Coppa del Mondo.

12.31 Fischnaller va in testa a pari merito con Ludwig, ma non è stata una buona manche. Ancora una volta non è stato perfetto nella parte bassa. Ora Repilov, al russo basta non perdere 73 millesimi per vincere la Coppa del Mondo.

12.28 Il tedesco Ludwig è primo con 0.044 sul connazionale Langenhan. Tocca a Dominik Fischnaller: tutto in una manche. Tutto o niente. Storia o oblio.

12.26 L’austriaco Kindl è quarto a 0.179 da Langenhan. Ultimi sei. C’è il tedesco Ludwig, poi Dominik Fischnaller.

12.24 Vola in testa il tedesco Langenhan con 0.068 su Gleirscher.

12.23 Lo slovacco Ninis sprofonda in undicesima posizione, dunque anche alle spalle di Kevin Fischnaller, che è 6° quando mancano 8 atleti al termine.

12.22 Nicol Gleirscher si porta in testa con 20 millesimi su Egger, tre austriaci davanti.

12.18 Il lettone Aparjods è quarto a 0.132. Ultimi 10 atleti, Fischnaller scenderà per quintultimo. Deve rifilare 73 millesimi a Repilov per vincere la Coppa del Mondo. Serve la manche della vita.

12.16 Giornata storta per Kevin Fischnaller, quarto a 0.143. Ne mancano 11, quindi potrebbe chiudere 15°.

12.14 Il tedesco Eissler è quarto a 0.161. Ora Kevin Fischnaller.

12.12 L’americano West si inserisce in terza posizione a 0.125 da Egger.

12.10 In testa l’austriaco Egger davanti al connazionale Davide Gleirscher e al tedesco Bley. 7° Felderer, ne mancano 14. Tra poco Kevin Fischnaller che era 12° dopo la prima frazione.

12.03 Mancano 18 atleti. In testa il lettone Kivlenieks con 0.198 su Gustafson e 0.377 su Felderer.

11.56 Dura pochissimo la leadership di Felderer, subito scavalcato di 0.179 dall’americano Gustafson.

11.55 Bravo Leon Felderer che si migliora rispetto alla prima frazione e vola in testa con oltre mezzo secondo sull’americano Hollander.

11.52 E’ il momento dell’azzurro Leon Felderer, 23° dopo la prima manche.

11.38 E’ iniziata la seconda manche. Vi aggiorneremo sui risultati di Felderer e Gufler, poi gli ultimi 15 della gara.

11.29 Tra poco il via alla seconda manche. Sarà una lunga attesa fino agli ultimi 5. Dominik Fischnaller deve fare il miracolo e recuperare 72 millesimi a Repilov: serve la rimonta della carriera!

11.09 Appuntamento alle 11.35 per la seconda manche.

11.08 La prima manche si chiude con il tedesco Loch al comando con 0.005 sul russo Pavlichenko, 0.037 sull’austriaco Mueller, 0.109 sul russo Repilov, 0.181 su Dominik Fischnaller.

11.07 Fischnaller dovrà dunque provare a recuperare 72 millesimi a Repilov nella seconda manche per vincere la Coppa del Mondo. E’ dura.

11.05 Dominik Fischnaller perde tantissimo nella parte bassa ed è quinto a 0.181 da Loch, dunque alle spalle di Repilov che paga 0.109 dl tedesco. L’azzurro ha viaggiato sui tempi del primo fino all’ultimo intermedio, quando era dietro di appena 0.010. Poi qualche imprecisione nelle curve finali.

11.02 Pavlichenko è secondo ad appena 5 millesimi da Loch. Slitte velocissime per i russi. Ora Dominik Fischnaller.

11.00 Manche solidissima di Repilov, è terzo a 0.109 da Loch. Esultano i russi, ora a Dominik Fischnaller servirà un’impresa.

10.57 Kivlenieks sbaglia tanto ed è 16° a 0.588. Ora si decide la Coppa del Mondo: nell’ordine vedremo Repilov, Pavlichenko e Dominik Fischnaller.

10.56 Il lettone Aparjods è ottavo a 0.395, appena un millesimo davanti a Kevin Fischnaller. La sensazione è che la pista potrebbe essersi rovinata, nessuno riesce più anche solo ad avvicinarsi a Loch e Mueller. Ma oggi per l’Italia non conta la vittoria di tappa. Conta stare davanti a Repilov….

10.54 Il tedesco Bley è 11° a 0.452, Kevin Fischnaller ottavo a 0.396. Ne mancano 5: i lettoni Aparjods e Kivlenieks, i russi Repilov e Pavlichenko e, infine, Dominik Fischnaller.

10.52 Ludwig è terzo a 0.225, ma anche il tedesco resta distante da Loch e Mueller, che a loro volta sono separati da appena 37 millesimi.

10.50 L’austriaco David Gleirscher è 11° a 0.484. Tocca al tedesco Ludwig, autore di un grande finale di stagione a suon di vittorie.

10.48 Non una buona manche per Kevin Fischnaller, settimo a 0.396. Brutta partenza come di consueto, poi non è riuscito a fare la differenza con la guida. I materiali non sembrano eccezionali, purtroppo.

10.46 Aravin undicesimo a 0.642. Non bene i russi finora, ma i pezzi da Novanta non sono ancora scesi…Ora Kevin Fischnaller, cugino di Dominik.

10.44 Langenhan è quarto a 0.292. Per il momento Loch e Mueller hanno fatto il vuoto sul resto della concorrenza. Tocca al russo Aravin, poi Kevin Fischnaller.

10.42 Non attendibile la discesa di Gorbatcevich perché ha commesso errori a raffica. E’ penultimo a 2″515. Ora il tedesco Max Langenhan.

10.40 L’austriaco Egger ottavo a 0.467. Ora il primo russo, Gorbatcevich. Vedremo come si comporteranno le slitte dell’Est Europa.

10.38 Si difende lo slovacco Ninis ed è quarto a 0.295.

10.37 Non bene Eissler, quinto a ben 0.430 dal compagno di squadra.

10.34 L’americano West è quinto a ben 0.434 da Loch. Ora un altro tedesco, Eissler.

10.33 L’austriaco Nico Gleirscher si inserisce in quarta piazza a 0.315 dalla vetta.

10.30 Kindl è terzo a 0.273 da Loch.

10.29 Felix Loch si porta in testa con 37 millesimi su Mueller. 49″021 il suo tempo, non è riuscito a migliorare il record della pista che detiene. Ora l’austriaco Kindl.

10.27 Jonas Mueller avvicina il record della pista e balza al comando in 49″058. Ma ora c’è il fuoriclasse tedesco Felix Loch….

10.25 L’americano Mazdzer si porta davanti a tutti in 49″523, 0.158 sul polacco Sochiwicz. Tocca all’austriaco Jonas Mueller.

10.23 L’americano Hollander è settimo a 0.653. Sempre terzo Felderer. Ora la gara entra finalmente nel vivo. Prima lo statunitense Mazdzer, a seguire Mueller, Loch, Kindl e Gleirscher.

10.20 Per fortuna si rialza subito Gufler, niente di grave.

10.19 Si ribalta Gufler, bruttissimo incidente.

10.18 Ora un altro giovane italiano, Lukas Gufler.

10.16 Tanti errori per Felderer, è terzo a 0.213 da Sochowicz.

10.13 E’ il momento del primo italiano in gara, Leon Felderer.

10.12 Il polacco Sochowicz si porta in testa in 49″681, 0.188 meglio di Gustafson.

10.09 Subito un cambio in vetta. L’americano Gustafson rifila 0.387 a Simionak e si porta in testa in 49″869.

10.08 Seconda piazza a 0.427 per il ceco Lejsek.

10.07 Il polacco Tarnawski chiude a ben 1″384 da Simionak.

10.04 50″256 il tempo di Simionak. Il record della pista di 48″954 appartiene al tedesco Felix Loch e risale al 2015.

10.03 Comincia la gara con lo slovacco Simonak. Il livello dei primi atleti sarà molto basso.

10.01 I russi Repilov e Pavlichenko scatteranno con il n.30 e 31, dunque appena prima di Fischnaller.

10.00 I pettorali di partenza degli italiani: 7 Leon Felderer, 9 Lukas Gufler, 24 Kevin Fischnaller, 32 Dominik Fischnaller. Dominik sarà l’ultimo a partire.

9.56 In sostanza, Fischnaller dovrà chiudere davanti a Repilov. Solo dal settimo posto in giù tornerebbe in corsa anche l’altro russo Semen Pavlichenko, vincitore della Coppa del Mondo nel 2019.

9.55 Queste tutte le combinazioni che vedrebbero l’azzurro vincere la sfera di cristallo.

– Vince la gara di Koenigssee.

– Arriva secondo e Repilov non vince.

– Arriva terzo e Repilov non arriva davanti a lui.

– Arriva quarto e Repilov non arriva davanti a lui.

– Arriva quinto e Repilov non arriva davanti a lui.

– Arrivo sesto e Repilov non arriva davanti a lui.

– Arriva settimo, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva ottavo, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva nono, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva decimo, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva undicesimo, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva dodicesimo, Repilov non arriva davanti a lui e Pavlichenko non vince.

– Arriva tredicesimo, Repilov non arriva davanti a lui, Pavlichenko non fa primo o secondo.

– Arriva quattordicesimo, Repilov non arriva davanti a lui, Pavlichenko non fa primo o secondo.

– Arriva tra 15° e 24°, Repilov arriva almeno due posizioni dietro, Pavlichenko non sale sul podio.

– Arriva tra 25° e 34°, Repilov arriva almeno due posizioni dietro, Pavlichenko non è tra i primi quattro.

– Arriva tra 35 e 38°, Repilov arriva almeno due posizioni dietro, Pavlichenko non è tra i primi quattro.

– Arriva 39°, Repilov non fa punti (non taglia il traguardo o lo fa oltre la 40ma posizione), Pavlichenko non è tra i primi quattro.

IN CASO DI PARI MERITO: Fischnaller è davanti a Pavlichenko (a meno che Pavlichenko non vinca la gara di Koenigssee); Fischnaller è dietro a Repilov in qualsiasi caso.

9.53 Dominik Fischnaller vuole riportare in Italia la Coppa del Mondo 9 anni dopo l’ultimo dei 10 trionfi del mito Armin Zoeggeler. Per farlo dovrà stare davanti al russo Roman Repilov, che lo precede in classifica di appena un punto!

9.50 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live dell’ultima tappa di Coppa del Mondo di slittino a Koenigssee, in Germania.

La presentazione della garaDominik Fischnaller vince la Coppa del Mondo se…

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della Coppa del Mondo 2020 di slittino, oggi a Koenigssee (Germania) va in scena l’ultima gara della stagione ed è decisiva per assegnare il trofeo nel singolo maschile. L’Italia sogna in grande sul budello tedesco, Dominik Fischnaller è in lotta per conquistare la Sfera di Cristallo: l’azzurro si gioca il tutto per tutto nell’appuntamento conclusivo dell’anno agonistico, il nostro portacolare vuole riportare in Patria quel titolo che manca addirittura dal 2011 quando il mitologico Armin Zoeggeler mise l’ultimo sigillo di una carriera irripetibile. L’altoatesino ha tutte le carte in regola per riuscire nell’impresa ed è pronto per la battaglia finale contro il russo Roman Repilov, il suo rivale principale che lo precede in classifica di un solo punto.

Dominik Fischnaller ha vinto una gara in stagione (a Lillehammer, laureandosi contestualmente Campione d’Europa) ed è salito sul podio in altre cinque occasioni (due secondi posti, tre terzi). Il 27enne azzurro deve finire davanti a Repilov ma questo basterebbe soltanto se fosse tra i primi sei, nel caso in cui chiudesse tra settimo e dodicesimo posto (sempre davanti al rivale) deve sperare che l’altro russo Semen Pavlichenko non vinca la gara mentre un piazzamento di rincalzo comporterebbe altri conti.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE del singolo maschile di Koenigssee valida per la Coppa del Mondo 2020 di slittino: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, discesa dopo discesa, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 10.00 con la prima manche, alle ore 11.35 spazio alla seconda manche. Buon divertimento a tutti.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SLITTINO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

3 Replies to “LIVE Slittino, Coppa del Mondo Koenigssee 2020 in DIRETTA: clamoroso, l’Italia si ribalta ma vince a pari merito con la Russia!”

  1. Andry84 ha detto:

    Sia chiaro che con questo Repilov neanche con 2 discese perfette sarebbe stato davanti, nella prima c’è stato un errorino nel finale che gli ha fatto perdere non più di 10 centesimi, nella seconda questo errore non c’è stato ma ha perso ancor di più della prima e questo perché il pacchetto azzurro con certe temperature è da sempre inferiore alla concorrenza.Onore e complimenti al russo che è stato più forte ma complimenti anche a Domink autore di una stagione straordinaria.

    1. Fabio90 ha detto:

      Io stranamente sarei più severo questa volta…Dominik ottimo atleta, ma ogni volta che può portare a casa il bottino grosso non lo fa mai..per ora è una carriera piena di podi e anche medaglie…ma anche di due 4°posti alle Olimpiadi…poteva vincere la Coppa ora no..e cosi come ogni volta che si trova al 100% in piste ottime arriva 9 volte su 10 comunque secondo o terzo…l’anno prossimo senza lillehammer in calendario ancor peggio.
      Insomma un ottimo atleta senza la testa da campione, il che non è una colpa.

      1. Andry84 ha detto:

        È giusto quello che dici, stiamo parlando di un ottimo slittinista, forse si può definire anche come un campione ma non di certo un fuoriclasse, e fai bene a ricordare le Olimpiadi in cui, a seguito del disastro di Loch avrebbe vinto la medaglia d’oro, e sottolineo d’oro, se avesse fatto le 2 prime discese in maniera anche solo discreta invece del disastro che fece in entrambe le manches. Comunque la sensazione che dà è proprio quella di arrivare sempre 1 o 2 posizioni dietro rispetto al reale valore che avrebbe su quelle piste e di vincere solamente quando è veramente di 2 categorie superiore alla concorrenza.
        Detto questo ripeto che a mio parere i materiali italiani sono inferiori alla concorrenza quando le temperature non sono rigide, cosa che ahimè è sempre più frequente

Lascia un commento

scroll to top