Seguici su

Calcio

Calcio femminile, Algarve Cup 2020: Portogallo-Italia, le azzurre a caccia della semifinale

Pubblicato

il

La Nazionale italiana di calcio femminile è pronta per scendere in campo nell’Algarve Cup 2020, prestigioso torneo internazionale che vede la partecipazione dell’Italia (a distanza di dodici anni dall’ultima volta) insieme a Portogallo (padrone di casa), Danimarca, Norvegia, Svezia, Belgio, Nuova Zelanda e a Germania. In totale, quindi, otto le formazioni presenti, che si affronteranno a partire dai quarti di finale il 4 marzo, con le vincenti in campo sabato 7, mentre le perdenti si affronteranno per i piazzamenti dal 5° all’8° posto il 10. Chi vincerà le semifinali, ovviamente, si affronterà nell’atto conclusivo per il 1° posto l’11 marzo, mentre le perdenti si giocheranno la terza piazza sempre il 10.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DI PORTOGALLO-ITALIA DALLE ORE 21.15 (4 MARZO)

[sc name=”banner-app-sx”]

Le nostre portacolori inizieranno la loro avventura domani  (ore 20.15 locali, 21.15 italiane) contro il Portogallo, attualmente n.31 nel ranking mondiale e sconfitto in due circostanze nel corso delle qualificazioni ai Mondiali 2019 in Francia. Milena Bertolini ha dovuto rinunciare ad alcune giocatrici per via dell’allarme Coronavirus (una su tutte Valentina Giacinti), ma nel gruppo ci sarà Stefania Tarenzi (Inter) che saprà dare determinazione e decisione in fase offensiva. Una selezione che avrà come punto di riferimento Cristiana Girelli, a quota 38 reti in azzurro in 69 presenze. Una squadra che, dopo “l’ubriacatura mondiale“, ha saputo ritrovare la retta via nel percorso delle qualificazioni agli Europei 2021. L’Italia, infatti, negli ultimi tre match disputati ha siglato 13 reti, senza subire neanche una. Indubbiamente Bosnia, Georgia e Malta non sono avversarie irresistibili, ma le ragazze di Bertolini avevano bisogno di rimettersi in carreggiata.

Oltre a Girelli, da osservare con attenzione saranno Barbara Bonansea (Juventus), Tatiana Bonetti (Fiorentina), Manuela Giugliano (Roma) e Cecilia Salvai (Juventus). L’esterno della Juve, tra le protagoniste assolute della rassegna iridata, era stata costretta a un lungo stop per via di un infortunio. In campionato la condizione fisica è migliorata partita dopo partita e questo ritorno è gradito al pari di quello di Salvai, costretta a saltare i Mondiali per la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Giusto parlare anche di Bonetti, trascinatrice della Viola in Serie A e nuovamente in azzurro dopo tre anni. La guizzante giocatrice gigliata a suon di gol e di prestazioni di alto profilo si è meritata la convocazione. Per quanto concerne Giugliano, la calciatrice giallorossa è senza se e senza ma uno dei totem della selezione nostrana per le sue qualità tecniche e la visione di gioco.

Guardando in casa portoghese, la compagine di Francisco Neto ha la chiara impronta dello Sporting Lisbona, con ben 11 calciatrici nel roster e l’esperta Carolina Mendes a guidare il gruppo. Da prendere in considerazione Jessica Silva (Lione), Claudia Neto (Wolfsburg) e Matilde Fidalgo (Manchester City), che metteranno sul campo la loro esperienza internazionale.

 

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *