Seguici su

Calcio

Calcio femminile, Algarve Cup 2020: Italia-Germania, le azzurre cercano l’impresa nell’atto conclusivo a Parchal

Pubblicato

il

L’appuntamento è fissato per domani, mercoledì 11 marzo (ore 19.45 italiane), presso lo Stadio Da Bela Vista di Parchal. La Nazionale italiana di calcio femminile scenderà in campo contro la Germania per la Finale dell’Algarve Cup 2020, prestigioso torneo internazionale di scena in Portogallo. Le azzurre sono reduci da una prestazione super convincente contro la Nuova Zelanda. Grazie alle realizzazioni della solita Cristiana Girelli (top scorer in azzurro con le sue 40 reti in 71 partite in azzurro), di Barbara Bonansea e di Stefania Tarenzi, la compagine tricolore ha staccato il biglietto per l’atto conclusivo, senza dimenticare anche il rigore parato da una grande Katja Schroffenegger.

[sc name=”banner-app-sx”]

Servirà un’impresa perché si affronta la squadra n.2 del mondo, che ha vinto 15 dei 28 incontri precedenti. Nell’ultima partita giocata, il 10 novembre 2018 a Osnabrück, vittoria delle tedesche 5-2. Ne sono coscienti le ragazze di Milena Bertolini, motivate però a sconfessare i pronostici e a dimostrare di essere all’altezza della forte compagine rivale. Germania giunta a questo incontro dopo aver battuto 1-0 la Svezia e 4-0 la Norvegia. Successi indiscutibili quelli della formazione allenata da Martina Voss-Tecklenburg, abile a sfruttare un roster qualitativo e profondo. I punti di riferimento in squadra sono Alexandra Popp del Wolfsburg, attaccante letale con i sui 53 gol in 107 match disputati, senza dimenticare la n.10 Dzsenifer Marozsán, in grado di disegnare calcio come poche, tenendo conto del notevole apporto realizzativo (32 gol in 98 match per la giocatrice dell’Olympique Lione). Ridurre il potenziale delle teutoniche alle sole due citate sarebbe riduttivo, tenuto conto di un rosa in cui esperienza e gioventù sono ben mixate, basti guadare alla classe 2000 del Friburgo Klara Bühl (7 marcature e in 11 match giocati).

Sul versante italiano, sarà necessaria una prestazione perfetta, senza distrazioni. Potrebbe pesare in questo senso la possibile assenza in mezzo al campo per infortunio di Manuela Giugliano. La centrocampista della Roma non è scesa in campo nei primi due match contro il Portogallo e le neozelandesi e difficilmente potrà farlo contro le teutoniche. Ecco che Bertolini dovrà rivolgersi al trio Cernoia-Galli-Rosucci per sopperire alla mancanza della giallorossa. In avanti spetterà a Girelli ispirare e realizzare, supportata da una Bonansea in buone condizioni fisiche e da una Tarenzi, decisiva per la sua cattiveria agonistica.

Si prospetta un match, quindi, interessante, con le azzurre desiderose di lottare fino alla fine e regalarsi una vittoria da dedicare a tutti gli italiani, visto il difficile momento che il nostro Paese sta vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus.

 

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *