Show Player

Speed skating, Mondiali 2020: orari 15 febbraio, programma, tv, streaming, italiani in gara



Oggi, sabato 15 febbraio, terza e penultima giornata dei Mondiali 2020 su singole distanze di speed skating. Sull’ovale di ghiaccio di Salt Lake City (Stati Uniti) il programma prevede i 5000 metri donne, i 1000 metri uomini, i 1000 metri donne e il Team Pursuit uomini. In casa Italia le speranze sono tutte riposte nella prova dell’inseguimento a squadre, essendo l’unica specialità nella quale il Bel Paese è presente. Il sogno sarebbe quello di ripetere quanto avvenuto a Nur-Sultan (Kazakistan) in Coppa del Mondo, dove gli azzurri seppero addirittura vincere. Sarà molto difficile, ma i trio nostrano ci proverà.

Speed skating, Mondiali 2020: orari 15 febbraio, programma, tv, streaming, italiani in gara

La terza giornata dei Mondiali 2020 su singole distanze di speed skating sarà coperta dal canale Youtube dell’ISU, nonché dal canale web di RaiSport. OA Sport vi offrirà la DIRETTA LIVE testuale. Di seguito la programmazione:

Loading...
Loading...

Sabato 15 febbraio

20.30 5000 metri donne
21.35 1000 metri uomini
22.22 1000 metri donne
23.09 Team Pursuit uomini – Italia

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DELLO SPEED SKATING

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

One Reply to “Speed skating, Mondiali 2020: orari 15 febbraio, programma, tv, streaming, italiani in gara”

  1. ale sandro ha detto:

    Spero che i 10000 di ieri non condizionino la prestazione (eventuale a questo punto) di Tumolero nell’inseguimento di oggi, gara che probabilmente doveva essere l’unica per l’azzurro a questi Mondiali.
    Infatti viste le sue condizioni non ancora al meglio, evidenziate in maniera palese settimana scorsa a Calgary, fare la gara più lunga è sempre un azzardo soprattutto perchè il giorno dopo ci sarebbe stata una gara molto più alla portata dei nostri. Poi chiaramente l’atleta è generoso e ha pure forzato, ma è difficile risparmiarsi una volta in ballo anche in una gara come quella dove, ripeto, devi avere grande condizione per andare veramente forte.
    Sinceramente non è l’unica scelta che mi lascia perplesso in questi ultimi anni da parte di un tecnico sicuramente blasonato, che si ritrova almeno numericamente una serie di atleti molto buoni su cui lavorare come forse non le era mai capitato prima nel nostro paese , considerando che l’atleta donna più forte che si ritrova si allena in Olanda. Sarebbe opportuno che ne approfittasse prima o poi, visto che da altre parti persino con bei risultati confermati anche negli ultimi due giorni ai mondiali di biathlon e slittino, non si è esenti da polemiche o paradossalmente c’è chi viene messo in discussione, nonostante faccia letteralmente “le verticali sui muri con i mignoli” per tenere in piedi la propria discipina al cospetto di nazioni che sono delle potenze.
    Anche i mancati miglioramenti del personale di Ghiotto , quello forse in miglior condizione di tutti gli azzurri, nel momento più importante della stagione sulla pista più veloce del circuito , confermano purtroppo le mie perplessità.
    Non vedo l’ora di essere smentito già da oggi.

Lascia un commento

scroll to top