Show Player

Ciclismo su pista, Mondiali 2020: i ranking olimpici e le chance dell’Italia di qualificarsi a Tokyo 2020



Mancano pochissime ore alla partenza dei Mondiali di ciclismo su pista 2020 di Berlino, l’ultima tappa valida per l’assegnazione dei punti necessari per la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo. La rassegna iridata tedesca andrà in scena da mercoledì 26 febbraio a domenica 1 marzo. La Nazionale Italiana dei CT Marco Villa e Dino Salvoldi è già volata in terra teutonica dopo gli ultimi test e gli ultimi lavori specifici effettuati tra i raduni e, come ultimissima rifinitura, nel velodromo di Montichiari, la casa degli azzurri. Dopo le sei tappe di Coppa del Mondo 2019-2020, i Mondiali 2020 figurano come la chance definitiva per chiarire quali saranno le Nazioni e i corridori che voleranno nel mese di agosto in Giappone per disputare la tanto attesa prova a cinque cerchi.

L’Italia è tra le Nazionali più agguerrite e candidata a più posti sui podi nipponici in sei prove, tre maschili e tre femminili, nell’Inseguimento a squadre, la prova regina degli azzurri e delle azzurre, la Madison e l’Omnium (di cui deteniamo il titolo olimpico con Elia Viviani). Attualmente infatti, per quarto riguarda i quartetti, siamo in entrambi i casi al quinto posto del ranking: uomini con 8830 punti e donne con 9140. A livello di Omnium le nostre ragazze sono addirittura al terzo posto con 4800 punti, mentre i ragazzi sono quarti con 4305. Mentre per la Madison le azzurre sono automaticamente qualificate con il loro quinto posto (9140 punti), invece gli azzurri sono al limite della top ten, ossia decimi con 7240, e in questo Mondiali dovranno dare il massimo per recuperare qualche posizione e assicurarsi il pass per Tokyo.

Loading...
Loading...

Passiamo dunque alla Velocità individuale dove, sfortunatamente, siamo ben lontani dai posti che contano, figurando 41esimi con gli uomini (solo 244 punti), e ventitreesimi con le donne con 1495 punti. Medesimo discorso per il Keirin: 36^ piazza a livello maschile (788 punti), e 27° posto a livello femminile (1520 punti). Ipotesi di rimonta a livello di Velocità a squadre per le nostre azzurre, che attualmente sono quattordicesime con 2330 punti e non lontane dalle zone alte della classifica, una posizione da tenere sott’occhio. Chiudiamo con i fanalini di coda della prova maschile in cui non riusciamo proprio ad emergere: 39° posto per gli uomini (405 punti).

RANKING OLIMPICI CICLISMO SU PISTA – TOKYO 2020

Velocità individuale uomini

  1. Paesi Bassi – 10520
  2. Australia – 8305
  3. Francia 6066
  4. Nuova Zelanda – 6001
  5. Gran Bretagna – 5740
  6. Giappone – 5622
  7. Trinidad e Tobago – 5326
  8. Russia – 5261
  9. Germania 3991

41. Italia 244

Keirin uomini

  1. Giappone – 6785
  2. Paesi Bassi – 6241
  3. Australia – 5615
  4. Malesia – 5285
  5. Germania – 5090
  6. Francia – 5075
  7. Nuova Zelanda – 5065
  8. Gran Bretagna – 4910
  9. Colombia – 4412
  10. Canada – 3375

36. Italia – 788

Omnium uomini

  1. Nuova Zalenda – 5095
  2. Gran Bretagna – 5005
  3. Francia – 4775
  4. Italia – 4305
  5. Australia – 4060
  6. Giappone – 3905
  7. Danimarca – 3735
  8. Spagna – 3680
  9. Paesi Bassi – 3630
  10. Grecia – 3350

Velocità a squadre uomini

  1. Paesi Bassi – 8550
  2. Francia – 7342,5
  3. Gran Bretagna – 6907,5
  4. Nuova Zelanda – 6675
  5. Germania – 6457,5
  6. Australia – 6457,5
  7. Giappone – 6375
  8. Polonia – 6285
  9. Russia – 6135
  10. Cina – 5782,5

39. Italia – 405

Inseguimento a squadre uomini

  1. Australia – 10330
  2. Danimarca – 9590
  3. Canada – 9000
  4. Nuova Zelanda – 8830
  5. Italia – 8830 
  6. Gran Bretagna – 8670
  7. Svizzera – 8530
  8. Germania – 8490
  9. Francia – 7120
  10. USA – 6570

Madison uomini

  1. Australia – 9750
  2. Germania – 9020
  3. Danimarca – 8880
  4. Gran Bretagna – 8720
  5. Francia – 8300
  6. Spagna – 8240
  7. Belgio – 7950
  8. Nuova Zelanda – 7410
  9. USA – 7310
  10. Italia – 7240

Velocità individuale donne 

  1. Hong Kong – 7750
  2. Australia – 7605
  3. Germania – 7545
  4. Russia – 7312
  5. Paesi Bassi – 5780
  6. Nuova Zelanda – 5167
  7. Ucraina – 5110
  8. Canada – 5051
  9. USA – 4353
  10. Messico – 4258

23. Italia – 1495

Keirin donne 

  1. Australia – 6815
  2. Hong Kong – 5900
  3. Russia – 5725
  4. Paesi Bassi – 5595
  5. Giappone – 5050
  6. Francia – 4735
  7. Corea – 4350
  8. Canada – 4260
  9. Nuova Zelanda – 4190
  10. Colombia – 4000

27. Italia – 1520

Omnium donne 

  1. USA – 5150
  2. Paesi Bassi – 5000
  3. Italia – 4800
  4. Giappone – 4725
  5. Australia – 4295
  6. Gran Bretagna – 4125
  7. Canada – 4045
  8. Danimarca – 3560
  9. Nuova Zelanda – 3370
  10. Francia – 3245

Velocità a squadre donne

  1. Russia – 5400
  2. Germania – 4920
  3. Cina – 4775
  4. Australia – 4600
  5. Paesi Bassi – 4205
  6. Messico – 4115
  7. Lituania – 3890
  8. Polonia – 3875
  9. Nuova Zelanda – 3690
  10. Ucraina – 3515

14. Italia – 2330

Inseguimento a squadre donne

  1. Australia – 10430
  2. Nuova Zelanda – 10280
  3. Gran Bretagna – 9800
  4. Canada – 9210
  5. Italia – 9140
  6. USA – 9080
  7. Germania – 8940
  8. Belgio – 7620
  9. Francia – 7590
  10. Korea – 7460

Madison donne

  1. Australia – 10450
  2. Gran Bretagna – 10030
  3. Danimarca – 9800
  4. Paesi Bassi – 8970
  5. Italia – 8490
  6. Belgio – 8200
  7. Russia – 7930
  8. Francia – 7160
  9. Polonia – 6980
  10. Nuova Zelanda – 6294

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Federciclismo

Loading...

One Reply to “Ciclismo su pista, Mondiali 2020: i ranking olimpici e le chance dell’Italia di qualificarsi a Tokyo 2020”

  1. Andry84 ha detto:

    Per quanto concerne la situazione italiana, i ranking della madison contano fino ad un certo punto in quanto chi qualifica il quartetto ha automaticamente diritto a prendere il via anche nella madison, quindi le squadre che qualificano l’ inseguimento devono essere automaticamente cancellate dal ranking della madison; nella velocità a squadre femminile è praticamente impossibile colmare il gap con l’ ottava in classifica, quindi non c’ è alcuna possibilità di rimonta

Lascia un commento

scroll to top