Qualificazioni Australian Open 2020: Lorenzi, Mager e Marcora al secondo turno. Eliminati Fabbiano e Baldi

Buone notizie dai campi di Melbourne Park per le qualificazioni degli Australian Open. Paolo Lorenzi, Gianluca Mager e Roberto Marcora passano infatti il primo turno di qualificazione, che a causa dei problemi di livello di inquinamento dell’aria ha subito un ritardo di un’ora per permettere la disputa dei match in condizioni un pochino migliori.

Lorenzi supera con un doppio 6-3 lo spagnolo Adrian Menendez-Maceiras, esperto come nessuno di qualificazioni Slam avendone giocate ben 42 nella sua carriera. Il risultato arriva con break conquistati, rispettivamente, nel quarto game del primo set, nel terzo del secondo e nel nono e ultimo sempre del parziale che si rivela essere conclusivo.

Passa anche Mager, ed è un successo di valore perché il 7-5 6-4 arriva con un giocatore, l’australiano Matthew Ebden, che ha un buon feeling con questa superficie. L’azzurro strappa il servizio al suo avversario per due sole volte, ma sono quelle importanti: nell’undicesimo gioco del primo parziale (cui segue un infinito dodicesimo) e nel settimo del secondo, chiudendo la contesa al primo match point.

Ancora più importante il successo di Marcora, anche perché arriva in modo netto contro lo slovacco Lukas Lacko, più che valido interprete del veloce e in passato uno dei pochi ad aver rifilato un 6-0 a Rafael Nadal (a Doha nel 2011). Mai in discussione il match, con il nostro giocatore che domina in entrambi i set e vince in un’ora e 7 minuti.

Fuori invece Thomas Fabbiano, che lotta, ma cede all’australiano Aleksandar Vukic (che ha usufruito di una wild card) per 7-6 (2) 6-4, il che ha anche il sapore della sorpresa perché l’italiano era testa di serie numero 11, mentre Filippo Baldi esce nettamente sconfitto dallo scontro con il colombiano Daniel Elahi Galan: 6-1 6-2 in 58 minuti.

Lorenzi sfiderà ora il ceco Lukas Rosol, un ostacolo molto duro, mentre per Mager c’è l’australiano Max Purcell e per Marcora lo slovacco, anch’egli quotato, Norbert Gombos.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LivePhotoSport/Roberta Corradin

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallanuoto, Europei Budapest 2020: Italia-Grecia vale già i quarti di finale della competizione

Calcio: dubbio Kane per gli Europei dell’Inghilterra. Mourinho non fa previsioni sul recupero dell’attaccante