Pallanuoto femminile, Europei 2020: Setterosa lancia la sfida alla Russia, obiettivo semifinali

D’ora in poi non si potrà più scherzare, non ci sarà più spazio per potersi permettere errori. Inizia la fase ad eliminazione diretta per gli Europei di pallanuoto femminile: domani alla Duna Arena di Budapest va a delinearsi il tabellone in vista delle semifinali, ovviamente con vista sulle medaglie e sull’unico pass olimpico in palio in questa manifestazione continentale. Domani alle 16 il Setterosa affronta la Russia: in una sfida da dentro o fuori. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DI ITALIA-RUSSIA DALLE ORE 16.00 (21 GENNAIO)

Un inizio di Europeo tutt’altro che convincente sotto tutti i punti di vista per le ragazze guidate dal nuovo ct Paolo Zizza. Tre vittorie, con Germania, Francia ed Israele, ma soprattutto due brutte sconfitte con Olanda e Spagna per Queirolo e compagne. Molti errori, in entrambe le zone della vasca, e soprattutto una condizione psico-fisica tutt’altro che al top. Da segnalare c’è ovviamente l’intossicazione alimentare che ha colpito il gruppo azzurro alla vigilia della partita con le iberiche, un evento che ha sicuramente destabilizzato l’ambiente.

Ora però va tutto a resettarsi e si entra negli scontri diretti. Le azzurre a livello qualitativo hanno tutte le possibilità di farsi valere: giocatrici come Roberta Bianconi ed Arianna Garibotti possono salire in cattedra e fare la differenza in qualunque partita. Occhio però alle russe che appaiono in un ottimo stato di forma: sconfitta di misura con l’Ungheria padrone di casa, poi quattro vittorie (eccellente l’ultima di ieri con la Grecia). Compagine molto fisica quella russa, che il Setterosa può soffrire: nei precedenti recenti infatti azzurre spesso e volentieri sconfitte. I favori del pronostico sono leggermente dalla parte delle rivali, ma c’è spazio per sorprendere. 

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LPS/Luigi Mariani

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, le convocate dell’Italia per Bansko 2020. Nove azzurre per tre giorni di gare di Coppa del Mondo

Ciclocross, il Belgio annuncia i convocati per i Mondiali di Dubendorf: Iserbyt e Aerts i leader, c’è anche Van Aert