Show Player

Nuoto, Martina Carraro ed Elena Di Liddo sul podio nelle FINA Champions Swim Series 2020 a Pechino



Seconda ed ultima giornata di gare nella seconda tappa delle FINA Champions Swim Series di nuoto che si sono tenute a Pechino (Cina). Nella piscina da 50 metri prestazioni di un certo calibro che vale la pena analizzare nel dettaglio.

Per i colori azzurri, in vasca, Martina Carraro ed Elena Di Liddo. La ligure, vittoriosa nei 100 rana a Shenzhen (Cina), è giunta seconda in questa circostanza con il crono di 1’07″25, preceduta di appena 7 centesimi dalla padrona di casa Yu Jingyao. A completare il podio la giamaicana Alia Atkinson (1’08″88). Per quanto riguarda Di Liddo, l’atleta pugliese si è classifica terza nei 50 farfalla con il crono di 26″69 nella prova vinta dall’olandese Ranomi Kromowidjojo (25″91) davanti alla danese Jeanette Ottesen (25″92) e appunto all’azzurra.

Loading...
Loading...

Considerando le altre gare, il cinese Sun Yang, dopo essersi imposto ieri nei 200 stile libero, ha concesso il bis nei 400 sl odierni, toccando la piastra con il tempo di 3’44″98. Un dominio quello del campione olimpico e mondiale. In seconda e terza posizione troviamo l’altro cinese Ji Xinjie (3’47″04) e il lituano Danas Rapsys (3’49″62), decisamente sottotono rispetto alle uscite precedenti. Nei 200 dorso maschili è arrivata la firma d’autore del giapponese Ryosuke Irie (1’55″55), mettendosi alle spalle la coppia americana formata da Jacob Pebley (1’58″89) e da Matt Grevers (1’59″80), mentre nei 200 farfalla donne l’ungherese Liliana Szilagyi (2’08″37) si è tolta la soddisfazione di precedere la lady di ferro Katinka Hosszu (2’08″56).

100 farfalla uomini con il marchio australiano di Matthew Temple (51″71) e nei 50 stile libero donne la cinese Liu Xiang (24″03) ha stabilito il nuovo primato asiatico di 24″03, battendo il duo olandese Kromowidjojo (24″38)/Femke Heemskerki (24″79). Giappone ancora protagonista con Ippei Watanabe che ha posto il proprio marchio nei 200 rana maschili (2’08″40), piegando la resistenza dell’olandese Arno Kamminga (2’08″95). Nei 100 dorso donne l’orange Kira Toussaint è stata l’unica a infrangere il muro del minuto (59″64), mentre il russo Vladimir Morozov, dopo il successo di ieri nei 50 stile libero uomini, ha concesso il bis nei 100 sl (48″32), precedendo il connazionale Andrei Minakov (48″78) e il belga Pieter Timmers (48″99).

Una giornata da non raccontare ai nipotini per Hosszu, visto l’inatteso ko nei 200 misti donne: seconda la magiara in 2’09″93, sconfitta dalla canadese Sydney Pickrem (2’09″26). Nei 50 rana uomini il brasiliano Joao Gomes Junior (27″08) ha fatto valere le sue eccezionali qualità e nei 50 dorso è stato l’americano Michael Andrew a trionfare (24″92). Infine, nei 200 stile libero femminili, è potente il messaggio che arriva dalla Cina con Yang Junxuan vittoriosa in 1’54″98.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top