Show Player

Sci alpino, Mikaela Shiffrin precede Vlhova nella prima manche dello slalom di Lienz 2019. Bene Federica Brignone



Mikaela Shiffrin getta le basi per la sua doppietta in questo weekend e chiude al comando la prima manche dello slalom di Lienz (Austria) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2019-2020. La fuoriclasse statunitense, dopo la sontuosa vittoria di ieri nel gigante, ha tutte le intenzioni di conquistare i 100 punti anche tra i pali stretti, per piazzare l’allungo decisivo in classifica generale ancor prima che arrivi il 2020. Per la nativa del Colorado, quindi, si schiude la possibilità di vincere il terzo slalom su tre in questo primo scorcio di stagione (dopo Levi e Killington) ed il sesto consecutivo, per portare il suo computo totale a 43 solo in questa specialità.

Nella prima metà della gara sul pendio di Lienz (in una manche disputata in condizioni perfette con sole e percorso tracciato in maniera impeccabile) la tre volte vincitrice della Sfera di Cristallo ha concluso con il tempo di 54:54, con una parte iniziale ragionata, prima di un forcing meraviglioso nelle ultime porte che non ha lasciato scampo a nessuna rivale. Chi è stata in grado di rimanere nelle sue vicinanze è la solita Petra Vhlova. La slovacca, infatti, ha ceduto nel confronto diretto solamente nei metri conclusivi, dopo aver condotto per larga parte della sua discesa. Per lei i centesimi da recuperare saranno 26.

Loading...
Loading...

Si annuncia, quindi, l’ennesimo accesissimo duello tra queste due campionesse nella seconda manche che scatterà alle ore 13.00, anche perchè alle loro spalle le avversarie accusano distacchi davvero importanti. Al terzo posto, per esempio, troviamo la norvegese Nina Haver-Loeseth con un gap di ben 70 centesimi, nonostante una prestazione senza errori e condita da un buon ritmo. Quarta posizione per l’austriaca Katharina Liensberger che, dopo una parte alta condotta sui tempi delle prime della classe, lascia sulla neve troppo tempo nel settore finale, tagliando il traguardo a 76 centesimi. In quinta posizione si colloca la canadese Laurence St-Germain a 97, mentre è sesta la tedesca Lena Duerr che, a sua volta, inizia bene e perde tutto in prossimità dell’arrivo, chiudendo con 99 centesimi di distacco da Shiffrin.

Completano la top ten le due svizzere Wendy Holdener e Michelle Gisin, rispettivamente settima a 1.12 e ottava a 1.21, quindi nona la tedesca Christina Ackermann a 1.32 e decima l’austriaca Katharina Gallhuber a 1.37 davanti alla sua connazionale Katharina Truppe a 1.43. Prima delle italiane Federica Brignone, 14esima a 1.57. La valdostana, dopo il quarto di posto di ieri in gigante, vuole ottenere il massimo in questo slalom e lo dimostra con una prima manche solida, nella quale ha dato tutto quello che aveva ma lasciando qualche decimo di troppo nei settori che, sulla carta, le erano maggiormente congeniali. Chiude 15esima, invece, Irene Curtoni a 1.59 dalla vetta, al termine di una manche nella quale non ha voluto correre rischi eccessivi, ma senza trovare mai la cadenza giusta per affrontare nel migliore dei modi il tracciato non semplice di Lienz. Al momento è 27esima, e quindi al limite della qualificazione per la seconda manche Lara Della Mea, con un distacco di 3.01. Attorno alla 40esima posizione, invece, Martina Peterlini a 3.89, mentre conclude ultima ad oltre 16 secondi Anita Gulli. Out Marta Rossetti e Roberta Midali. 

Non ha concluso la sua prova la svedese Anna Swenn-Larsson, out in concomitanza del primo intermedio, al quale si era presentata con un tempo migliore anche rispetto a quello di Mikaela Shiffrin.

 

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top