Rugby, Pro 14 2019-2020: Ulster-Zebre 22-7, i bianconeri lottano un’ora, ma poi cedono

Zebre ancora sconfitte nel Pro14 di rugby: la compagine italiana cede al cospetto dell’Ulster, vittorioso tra le mura amiche per 22-7. Crescono le Zebre, confermano quanto di buono visto una settimana fa con il Leinster e sotto il diluvio di Belfast giocano alla pari con l’Ulster. Nella ripresa alzano il ritmo i nordirlandesi, soffrono troppo i bianconeri e devono cedere alla distanza, con anche i gialli a Nagle e Licata a pesare tanto.

Subito problemi per le Zebre, prima ancora del fischio d’inizio, con Marcello Violi che ha un problema fisico e deve dare forfait. Palazzani in campo. Il primo attacco, però, è degli ospiti, che dopo neanche due minuti di gioco sfondano centralmente con il solito Mattia Bellini e vantaggio Zebre. Reagisce prontamente l’Ulster, ma un avanti evita guai più seri per Canna e compagni. E la maul bianconera obbliga al fallo i nordirlandesi e le Zebre hanno una bella touche nei 22 avversari. Rimessa storta, però, e nulla di fatto. Diluvia a Belfast, difficile il controllo dell’ovale, con gli ospiti che insistono in attacco. Fabiani blocca un calcio da dentro l’area di meta, ma il rimbalzo non aiuta il tallonatore e la palla esce a fondo campo. Colpo fortunoso di Elliott che si trova la palla in mano dopo un passaggio sbagliato di Bellini, ma fallo bianconero e ancora nulla di fatto. Provano a rialzare la testa i ragazzi di Belfast, riescono a portarsi sui 22 delle Zebre, ma difendono bene gli ospiti che non fanno avanzare l’Ulster. Insistono i padroni di casa, iniziano a erodere terreno, ma pallone perso e il primo quarto si chiude con le Zebre avanti 7-0.

Al 21′, però, i nordirlandesi trovano infine la via per superare la difesa bianconera, Coetzee fa offload decisivo, poi il pallone arriva a David Shanahan e meta per il pareggio. Grande equilibrio al Kingspan Stadium, anche un po’ di nervosismo, con l’estremo esordiente Junior Laloifi più volte in difficoltà sui palloni calciati dall’Ulster. Così sono i padroni di casa rendersi pericolosi in questa seconda fase del primo tempo, e al 33′ dalla piazzola passano avanti i ragazzi di Belfast. Dopo un passaggio a vuoto torna a giocare bene la squadra di Bradley, ma non trova punti e si va al riposo sul 10-7.

Iniziano forte i ragazzi dell’Ulster nella ripresa, si portano subito a un metro dalla linea di meta, con un vantaggio da giocare, ma resiste la difesa bianconera, ancora una vantaggio. Touche, Biagi quasi ruba la palla, che arriva però a Rob Herring che va in meta con una chiara ostruzione di Kieran Treadwell ed il TMO annulla la meta, fallo per le Zebre che si salvano con una difesa perfetta. Insiste l’Ulster, Charlie Walker salva su un calcio nella profondità, ma i padroni di casa sono sempre in attacco. Al 52′ la maul nordirlandese devasta quella bianconera e l’arbitro assegna la meta di punizione, 17-7 per l’Ulster e cartellino giallo per Ian Nagle. Prova a reagire, nonostante l’inferiorità, la squadra di Bradley, ma viene respinta dai padroni di casa.

Al 65′ sfugge l’ovale a Canna e mischia per i nordirlandesi nei 22 bianconeri. Spinge l’Ulster, torna nuovamente a un passo dalla linea di meta, ma le Zebre resistono, anche se i padroni di casa hanno una punizione a loro favore. Ancora una touche, ancora un cartellino giallo – questa volta a Licata – e arriva la meta di Rob Lyttle che chiude il discorso. Ulster che ora cerca il bonus offensivo, non rallenta la spinta, ma le Zebre allontanano il pericolo. Così i bianconeri chiudono in avanti, negano il punto extra ai nordirlandesi e portano a casa una sconfitta che, però, può dare fiducia.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Pro14 2019-2020 rugby Ulster Zebre Rugby

ultimo aggiornamento: 01-11-2019


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NBA 2019-2020: Steph Curry operato alla mano sinistra, tre mesi di stop per la stella dei Golden State Warriors

F1, Risultato FP2 GP Usa 2019: Lewis Hamilton davanti a Leclerc e Verstappen, 4° Vettel