Show Player

Pattinaggio artistico, Rostelecom Cup 2019: la Russia domina nel singolo maschile! Vince Samarin, seguono Aliev e Ignatov



È iniziata con una tripletta dei pattinatori di casa la seconda ed ultima giornata della Rostelecom Cup 2019, quinta tappa della venticinquesima edizione del circuito ISU Grand Prix di pattinaggio artistico in scena questa settimana presso la Megasport Arena di Mosca (Russia).

Tra le mura amiche ad imporsi è stato Alexander Samarin, già in vantaggio dopo il primo segmento di gara, l’atleta di Svetlana Sokolovskaia, malgrado una performance non eccezionale, ha avuto nuovamente la meglio sui diretti avversari grazie alla difficile combinazione quadruplo lutz/triplo toeloop; ruotando solo tripli anziché quadrupli sia il flip (chiamato con filo d’entrata non chiaro) che il toeloop, il pattinatore è riuscito a realizzare con qualche patema i due tripli axel, completando gli elementi di salto con triplo lutz/doppio toeloop e con il triplo rittberger. Grazie anche al miglior riscontro sulle componenti del programma il vicecampione europeo ha dunque staccato ufficialmente il pass per le Finali di Torino guadagnando 171.64 (84.86, 86.78) per 264.45 totali. Sarà Finale anche per il connazionale secondo classificato Dmitri Aliev, astuto nel sacrificare il quadruplo lutz optando per una prova senza sbavature impreziosita dal quadruplo toeloop agganciato con il doppio toeloop e poi esclusivamente da tripli come l’axel, il lutz con cui ha ricevuto una valutazione di 169.24 (82.88, 86.36) per 259.88.

Loading...
Loading...

Prestazione di grande consistenza anche quella della sorpresa della tappa, Makar Ignatov, al terzo posto dopo una performance di grande caratura ornata da due quadrupli, il salchow e il toeloop, un triplo axel e da due combinazioni importanti come triplo flip/triplo toeloop e triplo lutz/triplo toeloop. Malgrado un salchow eseguito solo semplice nella combinazione con il triplo lutz e l’euler, e una defaillance nella trottola bassa chiamata solo di livello uno, il giovane atleta di San Pietroburgo ha ottenuto nel segmento il nuovo primato personale 165.33 (85.31, 80.02) per 252.87 soffiando per pochi centesimi il gradino più basso del podio a Shoma Uno che, malgrado un programma leggermente più logico da un punto di vista strategico, ha perso punti preziosi cadendo nel quadruplo salchow iniziale e cercando di ruotare alla fine del programma il secondo quadruplo toeloop, tentativo ovviamente non andato a buon fine. A causa della sciagurata scelta il nipponico si è dovuto accontentare quindi della quarta piazza con il punteggio di 164.95 (80.17, 86.78) per 252.42 totali.

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Alexander SAMARIN
RUS
264.45 1 1
2 Dmitri ALIEV
RUS
259.88 2 2
3 Makar IGNATOV
RUS
252.87 3 3
4 Shoma UNO
JPN
252.24 4 4
5 Nam NGUYEN
CAN
246.20 6 6
6 Deniss VASILJEVS
LAT
241.09 5 10
7 Morisi KVITELASHVILI
GEO
237.59 9 5
8 Kazuki TOMONO
JPN
237.54 7 7
9 Michal BREZINA
CZE
236.47 8 8
10 Alexei KRASNOZHON
USA
216.28 10 11
11 Vladimir LITVINTSEV
AZE
209.07 12 9
WD Daniel SAMOHIN
ISR
56.94 11

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: International Skating Union (Free editorial use)

Loading...

Lascia un commento

scroll to top