Show Player

Beach soccer, GLI EROI DI ASUNCION! L’Italia sconfigge la Russia ai supplementari e conquista la finale dei Mondiali!



Uno squarcio d’azzurro tra le nuvole e la pioggia di Asuncion (Paraguay). Sul rettangolo di sabbia dell’Estadio Mundialista “Los Pynandi” la Nazionale Italiana di Emiliano Del Duca realizza la sua impresa: vittoria 8-7 ai supplementari contro la temibile Russia e qualificazione alla finalissima dei Mondiali 2019 di beach soccer. Un successo di grinta, volontà e tanta classe dei nostri portacolori, capaci di soffrire e di spuntarla in un match molto equilibrato che ha sorriso alla selezione del Bel Paese. Le triplette di Dario Ramacciotti, Gabriele Gori (top scorer di questa rassegna iridata), e le realizzazioni di Francesco Corosiniti e soprattutto di Emmanuele Zurlo (rigore) nell’extra time hanno regalato il trionfo alla formazione di Del Duca. Tra le file russe, a segno Novikov al 3’15”, Makarov al 13’45’ e al 34’40”, Zemskov al 21’29” ed al 23’58” e Romanov al 24’40” ed al 30’31”. L’Italia, dunque, scenderà in campo domani (ore 22.00 italiane) contro il Portogallo che ha battuto il Giappone ai calci di rigore.

LA CRONACA

Nel primo periodo l’avvio è equilibrato, ma la maggior fisicità dei russi si fa sentire. Andrei Novikov sblocca il risultato al 3’15”, facendosi largo tra le maglie della difesa italiana. I nostri portacolori però non ci stanno e sono Francesco Corosiniti e Dario Ramacciotti, all’8’07” e al 9’33”, a ribaltare lo score con grinta e determinazione. Nel secondo periodo Alexey Makarov trova il pareggio al 13’45”, ma è sempre Ramacciotti a suonare la carica realizzando al 14’10” la sua personale doppietta. La pioggia è incessante e Fedor Zemskov con due gol al 21’29” e al 24’00” porta in vantaggio la selezione dell’Est.

Loading...
Loading...

Nel terzo periodo entra in scena Gabriele Gori, mancato all’appello fino a questo momento. Una rovesciata delle sue porta il punteggio sul 4-4. Lo scambio di “cortesie” però non si esaurisce e Kirill Romanov va a segno al 24’40”. 5″ dopo però è sempre il top scorer azzurro a gonfiare la rete a pareggiare il conto al 24’45”. Ramacciotti è indiavolato e il suo mancino vale il sorpasso, rafforzato dal piazzato di Gori (7-5), terza realizzazione anche per lui. La Russia ha una reazione d’orgoglio e Romanov e Makarov, negli ultimi scampoli di partita, pareggiano. Si va agli extra time ed è Emmanuele Zurlo con un rigore (fallo e cartellino rosso ad Artur Paporotnyi) al 36’38” a regalare l’atto conclusivo alla formazione di Del Duca. L’errore su penalty di Gori non cambia la storia, infatti, e si può festeggiare.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top