Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Egna-Neumarkt 2019: Daniel Grassl magistrale! L’azzurro vince la tappa e vola alle Finali di Torino

Missione Compiuta. Daniel Grassl ha staccato il biglietto per le Finali di Torino vincendo l’ultima tappa di qualificazione del circuito ISU Junior Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico, in corso di svolgimento alla Wurth Arena di Egna-Neumarkt (Bolzano).

Il talento altoatesino non ha deluso le aspettative, mandando in visibilio tra le mura amiche gli spettatori inaugurando il suo bellissimo programma interpretato sulle note delle colonne sonore dei film di Tom Ford “A single man” e “Animali notturni con un mastodontico quadruplo lutz, collocando come secondo salto il quadruplo rittberger, atterrato con step out. Dopo aver realizzato il triplo axel l’azzurro ha poi eseguito combinazioni di fondamentale importanza come triplo rittberger/euler/triplo salchow, triplo lutz/triplo toeloop e triplo flip/triplo toeloop, completando gli elementi di salto con un ottimo triplo lutz. Raccogliendo livello 4 nelle tre trottole proposte, tutte accompagnate da interessanti posizioni, Daniel ha conquistato nel segmento l’altissimo punteggio di 158.76 (84.40, 74.36) spingendosi a quota 241.53 nel totale guadagnando un vantaggio di ben nove punti sul secondo classificato, Petr Gumennik. Una qualificazione più che meritata per l’atleta allenato da Lorenzo Magri, ufficialmente il primo italiano nella storia a competere in una Finale Grand Prix per ciò che concerne la categoria individuale maschile.

Il già citato russo Gumennik si è posizionato al secondo posto proponendo un layout volto all’attacco, contrassegnato da due quadrupli, un lutz sottoruotato e un salchow atterrato con caduta. Malgrado la proficua combinazione triplo axel/doppio toeloop/doppio rittberger e soprattutto le micidiali triplo lutz/triplo toeloop e triplo lutz/triplo rittberger (sottoruotato) inserite in zona bonus, il pattinatore nulla ha potuto contro la determinazione del nostro Daniel, ricevendo comunque l’ottima valutazione di 151.40 (78.04, 74.36) per 232.39, dieci punti in più del bravo ucraino Ivan Shmuratko che, con una prova solida, si è piazzato sul gradino più basso del podio con 146.18 (73.70, 72.48) per 221.44. Buone le prestazioni degli altri due azzurri in gara Nikolaj Memola e Raffaele Francesco Zich, rispettivamente sedicesimo con 103.12 (46.63, 56.68) per 138.51 e ventunesimo con 82.99 (38.23, 44.76).

CLASSIFICA FINALE JUNIOR INDIVIDUALE MASCHILE

Pl. Name Nation Points SP FS
1 Daniel GRASSL
ITA
241.53 1 1
2 Petr GUMENNIK
RUS
232.39 2 2
3 Ivan SHMURATKO
UKR
221.44 3 3
4 Ilya YABLOKOV
RUS
213.40 5 4
5 Adam SIAO HIM FA
FRA
206.40 8 6
6 Yudong CHEN
CHN
205.16 9 5
7 Ilia MALININ
USA
203.47 4 7
8 Luc MAIERHOFER
AUT
192.43 7 10
9 Mihhail SELEVKO
EST
189.86 11 8
10 Sena MIYAKE
JPN
189.24 6 12
11 Younghyun CHA
KOR
186.01 12 9
12 Matthew NIELSEN
USA
184.89 10 11
13 Wesley CHIU
CAN
167.29 14 13
14 Alexander ZLATKOV
BUL
163.16 13 15
15 Andreas NORDEBACK
SWE
160.61 16 14
16 Nikolaj MEMOLA
ITA
158.51 15 17
17 Fang-Yi LIN
TPE
152.73 20 16
18 Noah BODENSTEIN
SUI
152.47 17 18
19 Filip SCERBA
CZE
141.64 18 19
20 Arnau JOLY
ESP
134.38 19 20
21 Raffaele Francesco ZICH
ITA
128.55 21 21
22 Naoki MA
HKG
106.21 22 23
23 Elvis CAUBET
AND
98.87 24 22
24 Calvin PRATAMA

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix (Gdansk Event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, WTA Pechino 2019: Ashleigh Barty e Naomi Osaka in finale, battute Bertens e Wozniacki

Atletica, Mondiali 2019: Luminosa Bogliolo vince la batteria dei 100 hs e sfiora il personale