Nuoto, Coppa del Mondo Budapest 2019: Katinka Hosszu guida la truppa magiara, Ilaria Cusinato si mette alla prova

Dopo le tre tappe di Tokyo (Giappone), Jinan (Cina) e Singapore, la Coppa del Mondo di nuoto torna protagonista nella piscina di Budapest (Ungheria). La Duna Arena (4-6 ottobre) sarà teatro di sfide affascinanti con grandi interpreti che si contenderanno lo scettro nelle varie specialità.

La selezione di casa, come è logico, sarà protagonista. Il gruppo guidato dalla lady di ferro Katinka Hosszu è pronto a monopolizzare la scena. Una squadra che non metterà in mostra soltanto l’asso dei misti ma anche il fuoriclasse del delfino maschile Kristof Milak, capace di vincere l’oro nei 200 farfalla a Gwangju (Corea del Sud) e di migliorare il record del mondo (storico) di Michael Phelps. Un classe 2000 che avrà ancora molto da dire. E poi Ajna Kesely, rivale n.1 in Europa di Simona Quadarella, capace di spaziare dai 400 ai 1500 stile libero con grandi riscontri, senza dimenticarci di Boglarka Kapas che, nei 200 farfalla, ha saputo stupire tutti in Corea del Sud con quel successo.

Rimanendo in tema resistenza in acqua e spostandoci in casa tedesca, sarà interessante osservare Florian Wellbrock, campione europeo e mondiale dei 1500 stile libero (oro anche nella 10 km di fondo). Un atleta eccezionale, grande rivale di Gregorio Paltrinieri in vasca e nelle acque libere, che vorrà testarsi in questo inizio di stagione. Un’annata importante che porterà tutti all’appuntamento clou, ovvero le Olimpiadi di Tokyo 2020. Degni d’attenzione anche grandi esponenti della velocità pura come l’australiana Cate Campbell e il russo Vladimir Morozov e dello stile libero medio/veloce come il lituano Danas Rapšys.

In un quadro decisamente interessante, Ilaria Cusinato sarà la rappresentante del Bel Paese. La veneta, reduce da un’annata particolare fatta di tanti cambiamenti, ha scelto di affidarsi a una nuova guida tecnica, ovvero l’americano Shane Tusup (ex marito e tecnico della menzionata Katinka Hosszu). Gli obiettivi di Cusinato sono ambiziosi nei 200-400 misti e gareggiare nella vasca magiara sarà un banco di prova per fare il punto della situazione.

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo: Teddy Riner in gara nei Grand Slam di Brasilia ed Abu Dhabi per rincorrere il pass olimpico

Maverick Viñales MotoGP, GP Thailandia 2019: “Arriviamo a Buriram in grande forma, punto al terzo posto nel Mondiale”