Pattinaggio artistico, Nepala Memorial 2019: colpo di Lara Naki Gutmann, terza dopo lo short! Matteo Rizzo attualmente al quarto posto

Arrivano splendide notizie dall’Ondrej Nepela Ice Rink, impianto sportivo di Bratislava (Slovacchia) teatro questa settimana del Nepala Memorial 2019, competizione internazionale di pattinaggio artistico inserita nel circuito di seconda fascia ISU Challenger Series 2019-2020.

Nello short program individuale femminile infatti Lara Naki Gutmann si è resa protagonista di un programma di alto profilo con cui ha conquistato il terzo posto provvisorio. L’atleta di Rovereto allenata da Gabriele Minchio ha confermato il buono stato di forma già sfoggiato dopo la prima uscita stagionale nella tappa francese del Grand Prix Junior pattinando un ottimo segmento di gara, impreziosito dalla bella combinazione iniziale triplo toeloop-triplo toeloop, dal triplo rittberger e dal doppio axel inserito con bonus. Malgrado una leggerissima sbavatura nella trottola combinata fly sit, l’azzurra ha scavalcato per la prima volta in carriera la soglia dei 60 punti raccogliendo nello specifico l’incoraggiante punteggio di 62.41 (32.81, 29.60), lasciandosi alle spalle quotate avversarie, una su tutte la nipponica Kaori Sakamoto, attualmente al quarto posto con 59.97 (29.77, 31.20) per via di una bruttissima caduta nel triplo lutz.

A portarsi al comando della gara è stata come da pronostico la detentrice del titolo iridato Junior Alexandra Trusova; l’allieva di Eteri Tutberidze, all’esordio ufficiale nella massima categoria, ha fatto subito la voce grossa atterrando elementi di salto di altissima qualità, ovvero il doppio axel, il triplo flip e la difficilissima combinazione triplo lutz/triplo rittberger, ricevendo una valutazione di 74.91 (42.71, 32.20) e guadagnando un discreto vantaggio sulla sudcoreana Hanul Kim, al momento in seconda posizione con 62.59 (33.79, 28.80). Qualche errore per Roberta Rodeghiero, rimasta attardata all’undicesimo posto con 48.12 (22.56, 26.56) a causa di una prova iniziata nel migliore dei modi con la combinazione triplo toeloop/triplo toeloop ma macchiata da una caduta nel doppio axel e da un flip ruotato solo doppio, dunque chiamato non valido dal pannello tecnico.

In campo maschile ancora qualcosa da affinare per il nostro Matteo Rizzo, provvisoriamente in quarta posizione dopo aver perso punti pesanti cadendo nel quadruplo toeloop e realizzando con step out il triplo axel. Collocando con bonus la sicura combinazione triplo lutz/triplo toeloop, il gioiellino azzurro è rimasto in scia del podio, chiudendo il segmento con 75.87 (37.72, 39.15). I diretti avversari sono infatti a un passo: Il russo Alexander Samarin si trova in questo momento al terzo posto con 79.56 (39.41, 41.15) dopo aver commesso due sbavature sanguinose, ovvero non eseguendo la combinazione con il quadruplo lutz a causa di una caduta e arrivando con una mano sul ghiaccio nel quadruplo flip; Il lettone Deniss Vasjlev ha occupato invece la seconda posizione con 79.76 (39.86, 40.94) cadendo nel triplo axel ma realizzando con qualità la combinazione triplo flip/triplo toeloop e il triplo lutz singolo. Chi invece è stato autore di un programma a dir poco impeccabile è stato Dmitri Aliev, al momento al comando con una prova monstre da 101.49 punti (58.19, 43.30) maturata grazie alla straordinaria combinazione quadruplo lutz/triplo toeloop, al quadruplo toeloop singolo e al triplo axel inserito con bonus.

Nella danza infine a portarsi avanti nel segmento più breve sono stati i russi Victoria Sinitsina-Nikita Katsalapov, autori di una prova da 78.44 punti (41.92, 36.52) posizionandosi a una lunghezza di distanza dagli spagnoli Sara Hurtado-Kirill Khaliavin, secondi classificati con 77.03 (42.51, 34.52) davanti agli statunitensi Lorraine Mcnamara-Quinn Carpenter, momentaneamente sul gradino più basso del podio con 73.60 (40.70, 32.60).

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Alexandra TRUSOVA RUS 74.91 1
2 Hanul KIM KOR 62.59 2
3 Lara Naki GUTMANN ITA 62.41 3
4 Kaori SAKAMOTO JPN 59.97 4
5 Stanislava KONSTANTINOVA RUS 58.19 5
6 Ekaterina RYABOVA AZE 56.40 6
7 Mako YAMASHITA JPN 55.99 7
8 Ivett TOTH HUN 50.23 8
9 Karly ROBERTSON GBR 50.03 9
10 Maria SOTSKOVA RUS 48.93 10
11 Roberta RODEGHIERO ITA 48.12 11
12 Stefanie PESENDORFER AUT 47.32 12
13 Aiza MAMBEKOVA KAZ 47.08 13
14 Angelina KUCHVALSKA LAT 45.76 14
15 Aleksandra GOLOVKINA LTU 44.42 15
16 Danielle HARRISON GBR 44.05 16
17 Sophia SCHALLER AUT 43.11 17
18 Nikola RYCHTARIKOVA CZE 39.11 18
19 Ema DOBOSZOVA SVK 39.09 19

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Dmitri ALIEV RUS 101.49 1
2 Deniss VASILJEVS LAT 79.76 2
3 Alexander SAMARIN RUS 79.56 3
4 Matteo RIZZO ITA 75.87 4
5 Mitsuki SUMOTO JPN 68.14 5
6 Graham NEWBERRY GBR 63.22 6
7 Jiri BELOHRADSKY CZE 55.78 7
8 Nikita MANKO KAZ 53.65 8
9 June Hyoung LEE KOR 52.49 9
10 Sondre ODDVOLL BOE NOR 51.87 10
11 Alexander MASZLJANKO HUN 51.73 11
12 Nicky OBREYKOV BUL 49.25 12
13 Michael NEUMAN SVK 47.17 13
14 Xavier VAUCLIN FRA 46.75 14
15 Kwun Hung LEUNG HKG 42.45 15
16 Marco KLEPOCH SVK 41.64 16

CLASSIFICA RHYTHM DANCE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Name Nation Points RD FD
1 Victoria SINITSINA / Nikita KATSALAPOV RUS 78.44 1
2 Sara HURTADO / Kirill KHALIAVIN ESP 77.03 2
3 Lorraine MCNAMARA / Quinn CARPENTER USA 73.60 3
4 Betina POPOVA / Sergey MOZGOV RUS 73.30 4
5 Yuka ORIHARA / Juho PIRINEN FIN 67.01 5
6 Sofia EVDOKIMOVA / Egor BAZIN RUS 66.31 6
7 Katharina MUELLER / Tim DIECK GER 65.42 7
8 Evgeniia LOPAREVA / Geoffrey BRISSAUD FRA 63.98 8
9 Yura MIN / Daniel EATON KOR 62.88 9
10 Natacha LAGOUGE / Arnaud CAFFA FRA 53.76 10
11 Mina ZDRAVKOVA / Christopher M. DAVIS BUL 45.90 11
12 Aurelija IPOLITO / J.T. MICHEL LAT 41.83 12
13 Jenna HERTENSTEIN / Damian BINKOWSKI POL 37.30 13

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Laver Cup 2019: Europa-Resto del Mondo 3-1. Federer e Zverev soffrono ma piegano Sock e Shapovalov

Equitazione, Finale Nations Cup 2019: a Barcellona l’Italia si gioca il pass olimpico e punta su Lorenzo De Luca