Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Zagabria 2019: Danielian si porta avanti nel singolo maschile, ottimo quinto posto per Frangipani. Nel femminile al comando Usacheva

Si è appena conclusa la prima giornata di competizioni alla Dom Sportova di Zagabria (Croazia), palazzo del ghiaccio teatro questa settimana della quinta tappa del circuito ISU Junior Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico.

Nella gara più intrigante, quella dell’individuale maschile, a guidare una classifica molto corta dopo lo short program è il russo Artur Danielian, il quale ha ottenuto il miglior riscontro in entrambi i punteggi pattinando un programma ornato da un bel triplo axel, dal triplo rittberger e dalla combinazione con bonus triplo lutz/triplo toeloop. Raccogliendo nel segmento 82.11 punti (44.94, 37.17), l’allievo di Marina Selitskaia ed Elena Buianova ha distanziato di due lunghezze lo statunitense Andrew Torgashev, autore di una performance da 80.53 (43.96, 36.67) in cui ha realizzato i medesimi elementi di salto del russo ricevendo, ad eccezione del triplo rittberger, una valutazione minore in termini di grado di esecuzione.

Nel programma libero suoneranno la carica sia Andrew Molazev, attualmente sul gradino più basso del podio con 78.85 (43.46, 35.39), che il nipponico Shun Sato, appaiato al quarto posto con 78.41 (42.19, 36.22) vedendosi assegnato livello 3 in due delle tre trottole del layout, perdendo dunque punti preziosi. Più lontano il vincitore dell’ultima edizione del circuito Stephen Gogolev, in sesta posizione con 72.12 (38.33, 34.79) a causa di una sbavatura nel triplo axel e di tre trottole non entusiasmanti, chiamate tutte di livello 3, e di una detrazione di un punto per time violation.

Bene, anzi benissimo l’azzurro Gabriele Frangipani, davvero bravo a riscattarsi dopo la tappa Russa pattinando un programma corto non banale e di alto livello condito dalla buona esecuzione del triplo axel, del triplo rittberger e della combinazione triplo lutz/triplo toeloop conquistando la quinta piazza provvisoria con il nuovo primato personale di 73.32 (41.22, 33.10). Può ritenersi soddisfatto anche il debuttante Matteo Nalbone, in questo momento al sedicesimo posto con 51.42 (27.11, 24.31) grazie a una prova caratterizzata dalla buona combinazione triplo lutz/doppio toeloop, dal triplo rittberger e da un doppio axel con mani sul ghiaccio all’arrivo.

Più definita la situazione nel singolo femminile con il comando della classifica ottenuto con merito da Daria Usacheva, unica del lotto a superare i 40 punti nel tecnico (40.26) e i 30 nelle componenti del programma (30.83) totalizzando dunque il record personale di 71.09. Il punto di forza dell’atleta allenata dal Team guidato da Eteri Tutberidze è indubbiamente la qualità: da manuale il doppio axel (nonostante un arrivo leggermente in avanti), così come il triplo rittberger e la combinazione triplo flip/triplo toeloop, tutti elementi preceduti da difficili figurazioni, fili profondi e movimenti di piede complessi. A due punti di distanza si è piazzata al secondo posto l’elegante sudcoreana Haein Lee, artefice di un programma senza sbavature con cui ha ottenuto 69.29 (39.83, 29.46) arginando di poco la debuttante assoluta russa Anna Frolova, momentaneamente al terzo posto con  67.93 (39.83, 29.46) dopo una prova confezionata al meglio delle sue possibilità.

Da menzionare l’azzurra Alessia Tornaghi, alla quale va dato il merito di aver provato ad alzare l’asticella proponendo la difficile combinazione triplo lutz/triplo toeloop, ricevendo però in quest’ultimo la chiamata di salto degradato; nonostante il buon doppio axel, un problema nello stacco del rittberger, eseguito solo da un giro, non ha permesso alla classe 2003 allenata da Edoardo De Bernardis e da Marilù Guarnieri di ottenere un punteggio sopra i 50 punti, fermandosi in quattordicesima posizione con 45.42 (23.25, 22.17).

Bella sfida anche nelle coppie d’artistico con i russi Diana Mukhametzianova-Ilya Mironov attualmente al comando con 63.70 (35.87, 27.83) davanti ai compagni di squadra Iuliia Artemeva-Mikhail Nazarychev, secondi con 62.44 (35.31, 28.03) dopo aver macchiato la performance con una caduta nel triplo flip lanciato. I tedeschi Annika Hocke-Robert Kunkel, in questo momento terzi, nel segmento più lungo dovranno invece difendersi dagli affondi dei cinesi Huildi Wang-Ziqi Jia, quarti con 60.19 (34.62, 25.57). Margini di crescita per Federica Zamponi-Marco Zandron, tredicesimi classificati dopo aver ritoccato il loro season best guadagnando 40.41 (19.30, 21.11) nonostante un errore sanguinoso nella spirale.

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Artur DANIELIAN
RUS
82.11 1
2 Andrew TORGASHEV
USA
80.53 2
3 Andrei MOZALEV
RUS
78.85 3
4 Shun SATO
JPN
78.41 4
5 Gabriele FRANGIPANI
ITA
73.32 5
6 Stephen GOGOLEV
CAN
72.12 6
7 Sihyeong LEE
KOR
66.76 7
8 Basar OKTAR
TUR
66.74 8
9 Mark GORODNITSKY
ISR
66.11 9
10 Matyas BELOHRADSKY
CZE
62.97 10
11 Adam SIAO HIM FA
FRA
60.17 11
12 Luc MAIERHOFER
AUT
53.55 12
13 Andrey KOKURA
UKR
52.73 13
14 Aleksa RAKIC
CAN
52.57 14
15 Edward APPLEBY
GBR
52.24 15
16 Matteo NALBONE
ITA
51.42 16
17 Charles Henry KATANOVIC
CRO
50.81 17
18 Vassil DIMITROV
BUL
50.62 18
19 Daniel MARTYNOV
USA
49.73 19
20 Arnau JOLY
ESP
44.38 20
21 Lilian BINZARI
MDA
43.60 21
22 Mozes Jozsef BEREI
HUN
41.09 22
23 Marko PILIAR
SVK
39.48 23
24 David SEDEJ
SLO
33.77 24

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Daria USACHEVA
RUS
71.09 1
2 Haein LEE
KOR
69.29 2
3 Anna FROLOVA
RUS
67.93 3
4 Chisato URAMATSU
JPN
57.90 4
5 Alina URUSHADZE
GEO
55.98 5
6 Sarah JUNG
USA
54.17 6
7 Mana KAWABE
JPN
53.12 7
8 Alison SCHUMACHER
CAN
52.65 8
9 Gabriella IZZO
USA
51.61 9
10 Nelli IOFFE
ISR
51.13 10
11 Anastasiia ARKHIPOVA
UKR
48.11 11
12 Valeriia SIDOROVA
ARM
46.46 12
13 Olga MIKUTINA
AUT
46.41 13
14 Alessia TORNAGHI
ITA
45.42 14
15 Hengxin JIN
CHN
44.45 15
16 Lili KRIZSANOVSZKI
HUN
41.11 16
17 Hana CVIJANOVIC
CRO
39.75 17
18 Amy MORRIS
GBR
39.38 18
19 Marian MILLARES
ESP
37.81 19
20 Andreea VOICU
ROU
37.04 20
21 Ema DOBOSZOVA
SVK
36.47 21
22 Yasemin ZEKI
TUR
35.65 22
23 Merilyn OTGONBAYAR
MGL
35.03 23
24 Ana CMER
SLO
34.50 24
25 Eugenia GARZA
MEX
34.23 25
26 Maria MANOVA
BUL
33.31 26
27 Leona ROGIC
SRB
33.16 27
28 Thea REICHMACHEROVA
CZE
33.06 28
29 Gemma MARSHALL
LUX
32.28 29
30 Sophia Natalie DAYAN
ARG
28.41 30
31 Teekhree SILPA-ARCHA
THA
28.20 31
32 Josipa JAGODIC
CRO
24.76 32
33 Angela PRILEPCHANSKA
MKD
22.84 33
34 Lorena CIZMEK
CRO
20.90 34
35 Zara HUSEDZINOVIC
BIH
14.28 35

CLASSIFICA SHORT PROGRAM COPPIE DI ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Diana MUKHAMETZIANOVA / Ilya MIRONOV
RUS
63.70 1
2 Iuliia ARTEMEVA / Mikhail NAZARYCHEV
RUS
62.44 2
3 Annika HOCKE / Robert KUNKEL
GER
60.74 3
4 Huidi WANG / Ziqi JIA
CHN
60.19 4
5 Anna SHCHEGLOVA / Ilia KALASHNIKOV
RUS
56.63 5
6 Alina BUTAEVA / Luka BERULAVA
GEO
51.27 6
7 Kateryna DZITSIUK / Ivan PAVLOV
UKR
49.06 7
8 Chloe PANETTA / Benjamin MIMAR
CAN
48.67 8
9 Patricia ANDREW / Zachary DALEMAN
CAN
48.04 9
10 Yuchen WANG / Yihang HUANG
CHN
47.20 10
11 Sofiia NESTEROVA / Artem DARENSKYI
UKR
41.80 11
12 Letizia ROSCHER / Luis SCHUSTER
GER
41.08 12
13 Federica ZAMPONI / Marco ZANDRON
ITA
40.41 13
14 Isabelle MARTINS / Ryan BEDARD
USA
37.94 14
15 Tereza ZENDULKOVA / Simon FUKAS
SVK
37.11 15

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix (2018 Event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lewis Hamilton F1, GP Russia 2019: “Il nostro obiettivo è esprimere il massimo della Mercedes”

F1, GP Russia 2019: la potenza della Ferrari contro l’agilità della Mercedes. Sfida tra opposti a Sochi