Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Zagabria 2019: che sfida nel singolo maschile! Tra gli azzurri esordio per Alessia Tornaghi

Si preannuncia una tappa delicatissima la sesta del circuito ISU Junior Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico in programma questa settimana, dal 26 al 28 settembre, presso la celebre Dom Sportova Arena di Zagabria, in Croazia. Arrivati quasi allo sprint conclusivo infatti, tanti atleti sono pronti a dare il massimo per conquistare un posto per le Finali, quest’anno in scena al Palavela di Torino nel mese di dicembre.

La situazione più complicata e allo stesso tempo più avvincente riguarda la categoria individuale maschile: scenderà infatti sul ghiaccio Stephen Gogolev, vincitore della scorsa edizione e reduce dal secondo posto nel secondo appuntamento della serie di Lake Placid (USA); l’allievo di Rafael Artunian dovrà riscattarsi dopo il programma libero incolore pattinato in America, contrassegnato da brutti errori sia negli elementi di salto (triplo axel, quadruplo salchow) che nelle trottole. A contrastare i piani del canadese ci penseranno il giapponese Shun Sato, che si è imposto con merito proprio negli States, ma anche i russi Artur Danielian (secondo nella tappa di casa a Chelyabinsk) e Andrei Mozalev, primo a Riga (Lettonia). Si presenteranno nuovamente anche due pattinatori reduci dalla gara lettone, ovvero il talentuoso sudcoreano Sihyeong Lee e l’americano Andrew Torgashev, rispettivamente secondo e quarto in quell’occasione. Come se non bastasse a Zagabria farà il suo esordio stagionale il francese Adam Siao Him Fa, quarto classificato nelle Finali della scorsa edizione motivato a replicare l’impresa posizionandosi sul podio sia in questa che nell’ultima tappa di Egna (Bolzano).

Leggermente più semplice la lettura della gara femminile, in cui assisteremo nuovamente allo scontro al vertice tra l‘elegantissima sudcoreana Haein Lee e la russa Daria Usacheva, atlete che si sono già affrontate nella tappa di Riga dove ad avere la meglio è stata l’orientale. Oltre le nipponiche Mana Kawabe Chisato Uramatsu sarà inoltre interessante valutare il debutto della promettente russa Anna Frolova, classe 2005 cresciuta nel vivaio di Svetlana Panova in grado di atterrare elementi di qualità e di mettere il bastone tra le ruote a tutte, ma davvero tutte, le avversarie.

Bella sfida nella danza sul ghiaccio, in cui si giocheranno il pass per Torino coppie di nazionalità diversa come quella canadese formata da Nadiia Bashynska-Peter Beaumont (terzi in Russia), quella ceca Natalie Taschlerova-Filip Taschler (terzi a Lake Placid), quella russa Sofya Tyutyunina-Alexander Shustitskiy (terzi a Riga) e quella georgiana Maria Kazakova-Georgy Reviya (secondi a Riga). Nelle coppie d’artistico dovrebbe essere tutto facile per Iuliia Artemeva-Mikhail Nazarychev, al posto d’onore nella tappa russa di casa, oltre che per i compagni di squadra Diana Mukhametzianova-Ilya Mironov, terzi sempre nella gara di Chelyabinsk. Da tenere sotto osservazione inoltre gli interessanti tedeschi Annika Hocke-Robert Kunkel, reduci dall’incoraggiante terza posizione conquistata a Danzica (Polonia), e i cinesi Huidi Wang-Ziqi Jia, quarti a Lake Palcid.

Per ciò che concerne i colori azzurri farà il suo ritorno sul ghiaccio non solo Gabriele Frangipani, pronto ad alzare il ritmo dopo la performance tra luci e ombre in Russia, ma anche i danzatori Carolina Portesi Peroni-Michael Chrastecky, settimi in Francia e la coppia d’artistico Federica Zamponi-Marco Zandron, dodicesimi classificati la scorsa settimana a Danzica. I riflettori saranno tuttavia puntati maggiormente sulla Campionessa Nazionale in carica Alessia Tornaghi, motivata a dare il massimo inaugurando la sua stagione con una prestazione importante eguagliando quanto buono fatto dalle altre italiane nelle tappe precedenti. Rampa di lancio infine per Matteo Nalbone, giovane pattinatore al debutto assoluto.

Le gare inizieranno dunque giovedì 26 settembre alle ore alle 10:30 con lo short program maschile per poi proseguire con quello delle coppie d’artistico (14:10) e quello femminile (16:50). Venerdì 27 la giornata si aprirà con la rhythm dance alle ore 11:00, per lasciare spazio successivamente ai secondi segmenti di gara delle coppie (14:00) e del singolo maschile (17:00). Sabato 28 alle 12:15 scenderanno sul ghiaccio nuovamente i danzatori per il libero, lasciando la conclusione della gara al singolo femminile, programmato per 15:25. Sarà possibile assistere interamente all’evento sul canale YouTube “ISU Junior Grand Prix” con il commento in inglese di Ted Barton

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISU Junior Grand Prix (Zagreb Event)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio, Qualificazioni Europei 2020: De Rossi pre-convocato da Mancini in vista del match contro la Grecia a Roma

Canoa slalom, Mondiali 2019: Italia lontana dal podio nelle gare a squadre