Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Danzica 2019: Daniel Grassl conquista la terza posizione, nella danza settimi Riga-Dubrovin

Ottimi piazzamenti dei pattinatori azzurri in quel di Danzica, città della Polonia che ha ospitato questa settimana, all’interno dello stadio del giaccio Olivia Ice Rink, la quinta tappa del circuito ISU Junior Grand Prix 2019-2020 di pattinaggio artistico.

Nella categoria individuale maschile infatti Daniel Grassl ha conquistato il terzo posto in una gara che, senza dubbio, è stata la più spettacolare e difficile vista fino a questo punto della stagione; il pattinatore allenato da Lorenzo Magri, con una prestazione pulita depotenziata però da due chiamate di salto sottoruotato nel triplo rittberger e nel triplo axel e da un’altra di entrata del filo non chiara nel triplo flip in combinazione, ha guadagnato punti importanti grazie al quadruplo lutz (malgrado un arrivo non perfetto) e alle due belle combinazioni triplo rittberger/euler/triplo salchow e triplo lutz/triplo toeloop, raccogliendo nel segmento 147.63 (79.63, 70.70) per 228.64 punti totali, gettando dunque solide basi in vista della qualificazione alle Finali di Torino che l’azzurro si giocherà in casa per l’ultimo appuntamento della serie a Egna (Bolzano) i primi di ottobre.

A vincere la tappa e a staccare il pass per Torino è stato il pupillo di Eteri Tutberidze Daniil Samsonov, il quale è stato autore di una performance di grande qualità; malgrado una caduta nel quadruplo lutz (chiamato solo sottoruotato anziché degradato da un pannello “generoso”), il giovanissimo moscovita classe 2004 ha snocciolato in scioltezza due tripli axel, uno combinato con il triplo toeloop e l’altro singolo, oltre che altri elementi di grande valore come le due combinazioni triplo lutz/triplo rittberger e triplo flip/euler/triplo salchow con cui ha registrato il nuovo primato personale di 163.18 (87.84, 76.34) per l’altissmo totale di 250.51. A cinque punti di distanza ha occupato il posto d’onore il talentuoso Yuma Kagiyama, artefice di una prestazione positiva valutata 160.63 (83.79, 76.84) per 245.35 contrassegnata dall’importante combinazione quadruplo toeloop/doppio toeloop e dal quadruplo toeloop singolo, viziata però da un arrivo con step out nel triplo axel; sommando il risultato odierno al primo posto ottenuto a Courchevel (Francia), anche il nipponico si è guadagnato l’accesso di una Finale che, visto l’alto livello, si prospetta molto interessante.

Esordio positivo nella danza sul ghiaccio per Francesca Righi-Aleksei Dubrovin, i quali sono stati artefici di un libero convincente e moderno pattinato sui ritmi irresistibili di “It’s a Man’s Man’s Man’s World” di Seal/ “Back to Black” di Beyonce,  e Andre 300/”Party Rock Anthem” di LMFAO; i danzatori allenati da Stefano Caruso, grazie a una programma dal grande potenziale, hanno conquistato la settima piazza con 83.56 (43.57, 39.99) per un totale di 141.20. A trionfare sul velluto sono stati i favoritissimi statunitensi Avonleu Nguyen-Vadym Kolesenik, mattatori con il nuovo record personale 105.48 (56.34, 49.14) per 174.68 davanti agli ottimi francesi Locia Demougeot-Theo Le Mercier, secondi con 96.88 (51.33, 45.55) per 162.70 e bravi a difendersi dall’allungo di Ekaterina Katashinskaia-Aleksandr Vaskovich, secondi nel libero ma terzi nella classifica finale con 97.96 (52.75, 45.21) per 162.19.

Il circuito la prossima settimana si sposterà in Croazia, precisamente a Zagabria. Dal 25 al 28 settembre infatti, presso la Dom Sportova Arena, scenderanno sul ghiaccio per i nostri colori Alessia Tornaghi, Gabriele Frangipani, i danzatori Carolina Portesi Peroni-Micheal Chrastecky e la coppia d’artistico Federica Zamponi-Marco Zandron.

CLASSIFICA FINALE JUNIOR INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Daniil SAMSONOV
RUS
250.51 1 1
2 Yuma KAGIYAMA
JPN
245.35 2 2
3 Daniel GRASSL
ITA
228.64 3 3
4 Gleb LUTFULLIN
RUS
212.01 4 5
5 Joseph PHAN
CAN
207.70 6 4
6 Ryan DUNK
USA
205.90 5 6
7 Ivan SHMURATKO
UKR
201.90 7 7
8 Aleksandr SELEVKO
EST
185.86 8 8
9 Dinh TRAN
USA
175.23 12 9
10 Corey CIRCELLI
CAN
172.72 9 11
11 Rakhat BRALIN
KAZ
170.28 11 10
12 Alexander LEBEDEV
BLR
161.71 10 13
13 Luanfeng LI
CHN
154.68 13 14
14 Andreas NORDEBACK
SWE
153.89 15 12
15 Kornel WITKOWSKI
POL
151.09 14 15
16 Filip SCERBA
CZE
144.40 18 17
17 Noah BODENSTEIN
SUI
143.39 16 19
18 Yann FRECHON
FRA
137.12 22 16
19 Alp Eren OZKAN
TUR
136.14 20 18
20 Louis WEISSERT
GER
134.63 17 20
21 Egor KHLOPKOV
POL
120.01 19 24
22 Jakub LOFEK
POL
118.37 21 21
23 Joseph Alexander ZAKIPOUR
GBR
114.40 23 23
24 Makar SUNTSEV
FIN
114.16 24 22
25 Sinali SANGO
RSA
102.72 26 25
26 Didier DIJKSTRA
NED
99.33 25 26

CLASSIFICA FINALE JUNIOR DANZA SUL GHIACCIO

Pl. Name Nation Points RD FD
1 Avonley NGUYEN / Vadym KOLESNIK
USA
174.68 1 1
2 Loicia DEMOUGEOT / Theo le MERCIER
FRA
162.70 2 3
3 Ekaterina KATASHINSKAIA / Aleksandr VASKOVICH
RUS
162.19 3 2
4 Miku MAKITA / Tyler GUNARA
CAN
154.11 4 4
5 Katerina BUNINA / Artur GRUZDEV
EST
144.09 6 5
6 Ella ALES / Daniel TSARIK
USA
141.51 8 6
7 Francesca RIGHI / Aleksei DUBROVIN
ITA
141.20 5 8
8 Sasha FEAR / George WADDELL
GBR
138.51 9 7
9 Jessica LI / Jacob RICHMOND
CAN
129.87 7 11
10 Anne-Marie WOLF / Max LIEBERS
GER
129.28 10 9
11 Anna CHERNIAVSKA / Oleg MURATOV
UKR
125.28 11 10
12 Ayumi TAKANAMI / Yoshimitsu IKEDA
JPN
114.98 14 12
13 Elisabeta KORINKOVA / Tomas MORAVEC
CZE
114.47 13 13
14 Yufei LIN / Zijian GAO
CHN
110.26 15 14
15 Olivia OLIVER / Joshua ANDARI
POL
105.44 16 16
16 Gaukhar NAURYZOVA / Boyisangur DATIEV
KAZ
105.31 17 15
17 Oliwia BOROWSKA / Filip BOJANOWSKI
POL
103.46 12 17
18 Daniela IVANITSKIY / Samu KYYHKYNEN
FIN
80.84 18 18
19 Alexandra FLADUN-DORLING / Christopher FLADUN-DORLING
AUS
63.60 19 19

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio femminile, Serie A 2019-2020: i risultati della seconda giornata. Juventus e Milan concedono il bis

Volley, Europei 2019: un virus colpisce l’Italia. Giannelli e Colaci a letto: domani il match con la Turchia, emergenza azzurra. Lanza torna a casa